50 sfumature dello stesso argomento #4

pensatoio

 50 sfumature dello stesso argomento #4 
Piccolo viaggio nella letteratura erotica contemporanea

 

È una verità universalmente riconosciuta che il sesso tira. E tirerà probabilmente fino a che il viagra avrà vita, quindi rieccoci qui a discutere delle nuove uscite, ormai tristemente simili a quelle vecchie, che potrebbero essere considerate libri erotici.

Mentre sono in trepidante attesa del terzo volume della serie Finding Anna” di Sherry Hayes, è con solenne rammarico che vi informo dell’uscita, almeno per quanto riguarda gli Stati Uniti, del secondo volume della Stark Trilogy, che siccome è particolarmente imbarazzante, ovviamente a mio modo di vedere, si è meritata un articolo tutto suo che uscirà (o è uscito) a breve sempre su questi stessi schermi.

Un altro “capolavoro”, che secondo l’autrice non poteva non avere un seguito, è The pleasures of Summer” di Evie Hunter, della quale abbiamo già commentato “The pleasures of Winter“, ovvero quello con il coguaro, le sculacciate in piena foresta amazzonica e l’anello da pene come regalo di anniversario… credo che se, e quando, Netgalley mi manderà anche questo libro, la risata isterica sarà in agguato!

Un’altra trilogia che invece aveva grosse potenzialità, prima di perderle tutte in una marea di sesso orgiastico che con l’andare avanti delle pagine mi ha stancata (in quanto personalmente mi interessava di più andare a vedere come finiva la storia), è quella di Kit Rocha. La serie Beyond, di cui sono usciti due libri ed una novella, è ambientata in un distopico mondo che dovrebbe, almeno a quanto ho capito, seguire la catastrofe nucleare. In seguito a questa catastrofe la parte abitabile della terra è composta dall’Eden, dove tutti i desideri vengono annientati, in cui i figli non nascono ed è tutto rigidamente controllato da alcune famiglie ricchissime, e dai settori che si trovano al di fuori dei suoi confini, dove la prostituzione, il gioco d’azzardo e la droga la fanno da padrone. In uno di questi settori il reggente sarebbe anche un tipetto interessante, come anche la sua donna e un paio di “colleghi”, se non ci fosse però troppo troppo sesso, scene ripetitive che diventano stancanti, anche se la trama in sè non è per niente male. Speriamo in un futuro migliore.

Discorso a parte è invece la serie Anglers di Annie Nicholas, a tutt’oggi una delle mie scrittrici preferite di romance, PNR, etc. etc. Di questa serie sono usciti solo due libri e c’è la probabilità che finisca così, in ogni caso la storia tratta di una donna che viene usata come esca per catturare ed uccidere i vampiri, solo che… solo che la verità non è sempre così chiara come uno vorrebbe ed è facile poi ritrovarsi da cacciatore a preda volontaria… Bait e Catch (i titoli dei due libri della serie) hanno gli stessi protagonisti e vanno letti in fila, se vi capita non perdeteli. Come bonus c’è la storia “Starved for love” che invece ha una protagonista completamente differente, meno sesso e più umorismo, che resta comunque una valida lettura.

A presto per altre chicche dal mondo rOsè!

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi