After 3. Come mondi lontani di Anna Todd

After 3. Come mondi lontani

Serie After

di Anna Todd

 

Titolo: After 3. Come mondi lontani
Autore: Anna Todd
Edito da: Sperling & Kupfer
Prezzo: 17,90 EUR
Genere: Romanzo, New Adult
Pagine: 366

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: La vita di Tessa non è mai stata così complicata. Nulla è come lei pensava che fosse. Né la sua famiglia. Né i suoi amici. L’unico su cui dovrebbe poter contare, Hardin, sembra sempre pronto, con il suo carattere scontroso, a rovinare tutto. Non appena scopre l’enorme segreto che lei gli ha nascosto, diventa furioso e, invece di provare a essere comprensivo, cerca di ostacolarla in tutti i modi. Così, mentre la partenza per Seattle si avvicina, per Tessa è arrivato il momento di fare una scelta e affrontare la più dolorosa delle domande: Hardin sarà mai in grado di cambiare per lei? Tessa sa che lui la ama e farà di tutto per proteggerla, ma c’è una bella differenza tra non poter vivere senza una persona e amarla. La spirale di gelosia, rabbia e perdono che li lega è esasperante. Eppure Tessa non ha mai provato niente di così intenso per qualcuno, nessun bacio è mai stato così eccitante né un’attrazione così irrefrenabile. L’amore finora è bastato per tenerli insieme. Ma il bisogno che provano l’uno per l’altra sarà più forte di tutti gli ostacoli?

Serie After:
1. After
2. Un cuore in mille pezzi
3. After We Fell
4. After Ever Happy

Cliccare sui titoli per leggere le altre recensioni pubblicate.

Immagine5

di Penelope e Sarinique

Ormai Penelope e Sarinique si sono affezionate, chi più che meno, a Hardin e Tessa. Infatti, anche per questo terzo volume hanno deciso di commentare insieme la loro storia, seguendo i vari cambiamenti e analizzandone le dinamiche.

Siete pronti per essere catapultati ancora una volta nella storia d’amore e di tormenti di Hardin e Tessa? Allora, che le domande abbiano inizio!

1) Pensi che Hardin si stia veramente impegnando per cambiare? E trovi validi i motivi per cui pensa di volerlo fare?

Penelope: Sinceramente durante l’intero libro ho percepito una sorta di presa in giro sia da parte di Hardin verso Tessa che da parte dell’autrice verso i lettori. Una persona che vuole cambiare ci prova veramente non fa solo finta di farlo per far contento qualcun’altro e sono spesso arrivata a pensare che Hardin sia talmente egoista, e spinto dalle motivazioni sbagliate, che difficilmente cambierà.

Sarinique: Penso che Hardin sia sempre in lotta contro se stesso, che cerchi di frenare il suo istinto troppo irruento, ma che risulta troppo forte anche per lui e ne rimane inevitabilmente schiacciato. Quindi secondo me sì, si sta impegnando. Basti vedere i cambiamenti che ha fatto dal primo volume di After! I motivi per cui cerca di cambiare sono egoistici, in linea con lo stile di Hardin.

2) Tessa finalmente, ad un certo punto, riesce a dire basta allontanandosi da Hardin, pensi che questo possa essere sufficiente per la crescita del loro rapporto?

After 3P: Era ora, dopo ben tre libri, che Tessa prendesse posizione e facesse qualcosa per se stessa. Certo poi l’autrice un po’ mi ha smontata alla fine del libro ma credo che il trasferimento di Tessa a Seattle sia una gran cosa anche solo per se stessa. Poi se il rapporto evolverà in positivo ce lo dirà la Todd nel quarto libro della serie 😉

S: Tessa ce l’ha fatta! Penso però che questo suo allontanamento non solo non sarà sufficiente per la crescita del loro rapporto, ma temo anzi che sarà deleterio. Lo sappiamo tutti com’è Hardin, ma conosciamo anche come è fatta Tessa e non posso che chiedermi: ce la faranno a stare separati senza farsi del male?

3) Ormai siamo al terzo libro della serie. Hai finalmente percepito un’evoluzione nei personaggi e quindi nella storia?

P: No. Sarà che a me questa serie non sta piacendo per niente ma non vedo, e sento, nulla. La storia non riesce a prendermi, i protagonisti sono surreali ed eccessivi, i personaggi secondari spesso maltrattati e in 3 libri io un minimo di evoluzione non solo me lo aspetto ma lo pretendo.

S: Non del tutto. Sì, è vero che Hardin sta cercando di cambiare e che Tessa sta rivalutando le sue priorità, ma l’elemento chiave del libro è la loro relazione e, quest’ultima, invece di migliorare, mi sembra che si stia piano piano sgretolando sempre di più.

4) C’è una scena, un’azione, una frase del libro che ti ha veramente colpito?

P: Si. Più che colpito mi ha lasciato basita come Tessa accolga il padre che non vede da anni e l’ha abbandonata in casa propria senza neanche battere ciglio. Questa ragazza ha il perdono facile, anche troppo. E’ la stessa ”tecnica” che usa con Hardin e infatti spesso la situazione le si ritorce contro. Come si può perdonale con tanta leggerezza una persona che ti ha ferito in modo così grave?

S: Vogliamo parlare di Steph?!?! Non vi anticipo niente, ma quella ragazza mi ha davvero colpito! È stato il vero colpo di scena del libro! (A voi adesso il compito di scoprire cosa è successo!)

5) Pensi sia giusto che Hardin dia una seconda possibilità al padre di Stessa ma non al suo?

P: Stiamo parlando di Hardin, il ragazzo più incoerente al mondo! Lui fa solo quello che gli conviene, quello che gli fa più comodo, vede sempre un tornaconto personale nelle sue azioni. Perdonare il padre di Tessa gli fa acquistare punti agli occhi della sua ragazza, perdonare il proprio no perché vorrebbe dire scendere a compromessi con se stesso e il suo cuore e per lui è una cosa inconcepibile.

S: Se è giusto o meno non lo so bene, però Hardin sta cercando di rendere Tessa felice ed evidentemente si è accorto che per lei riallacciare un rapporto con suo padre è importante. È possibile anche che Hardin si senta un po’ in colpa per averla allontanata dalla madre e adesso stia cercando di non farle perdere ogni contatto con tutti i membri della famiglia di Tessa.

6) Ti è sembrato che in questo terzo libro, rispetto ai due precedenti, ci siano state più scene descritte sia dal punto di vista di Tessa che di Hardin?

P: Più che una sensazione è un dato di fatto. Credo che l’alternarsi dei due punti di vista sia un “trucchetto” narrativo interessante e l’autrice ne è consapevole.

S: Direi di sì e ho trovato questo espediente interessante, perché, così facendo, l’autrice ha chiarito i sentimenti e le emozioni di entrambi i protagonisti.

7) Secondo te, quanto hanno influito i consigli (non richiesti) di Lillian sul temperamento di Hardin?

P: Ecco sì, l’unico momento in cui ho veramente percepito un dispiacere, un disappunto in Hardin è durante la scena del vaso che lui rompe. Qui finalmente ho provato empatia per lui, durata poco eh, ma qualcosa si è smosso in positivo. La cosa che mi stranisce è che questo tipo di avvicinamento empatico avvenga tra Hardin e la sua matrigna piuttosto che tra Hardin e Tessa.

S: I consigli di un’esterna spesso sono quelli più imparziali e secondo me Hardin ne è consapevole. I consigli di Lillian sicuramente non hanno influito tantissimo nella relazione tra Hardin e Tessa, ma penso comunque che abbiano smosso un po’ la coscienza di Hardin, portandolo almeno a valutare alcuni aspetti che aveva ignorato fino ad ora.

8) Chi ti aspetti che cederà nel quarto volume? Tessa tornerà da Hardin? O sarà Hardin ad andare a Seattle da Tessa?

P: Da copione dovrebbe essere Hardin a fare un passo avanti trasferendosi a Seattle anche e soprattutto per proseguire nel suo percorso di cambiamento personale ma ho seri dubbi che lo faccia. E’ sempre Tessa quella che torna indietro, da lui. Vedremo…

S: Tessa rincorre il sogno di Seattle da un vita e, da sei mesi, rincorre Hardin. Non sarà forse arrivato il caso che Hardin metta da parte il suo egoismo e lasci vivere a Tessa il suo sogno trasferendosi a Seattle? Forse sarà scontato, ma ognuno merita un lieto fine… Anna Todd confido in te!

9) Dopo aver finito il secondo libro, ci chiedevamo se l’autrice sarebbe riuscita a sorprenderci o se invece il terzo libro sarebbe stato scontato e noioso. Che impressione ti ha fatto?

P: A costo di essere ripetitiva a me questa serie non sta piacendo, La trovo proprio strutturata male e sviluppata peggio. E pensare che le aspettative erano molte invece a meno di un miracolo non penso di cambiare opinione al riguardo.

S: Il primo volume mi ha davvero entusiasmata, tanto che soffrivo insieme a Hardin e Tessa. Il secondo libro mi è piaciuto già meno e il terzo non mi ha particolarmente colpito. Sì, ci sono state scene che non mi facevano staccare gli occhi dal libro, ma adesso questo tira e molla tra Hardin e Tessa sta diventando un po’ pesante e stancante da seguire.

10) Quante stelline dai a questo libro?

P: A questo libro do una stellina e mezzo. Non credo sia necessario argomentare, basta leggere le mie risposte per farsi un’idea di quello che After mi ha, e mi sta trasmettendo!

S: Eccoci arrivati anche stavolta alla fine di questa chiaccherata e, come ogni recensione che si rispetti, siamo giunti all’attribuzione delle stelline! Questa volta, cara Todd, non mi sento di darne più di tre, però aspetto il prossimo libro e lì spero di risalire a cinque come con il primo volume!
Voto

Penelope

3Astelle.png

Sarinique

Immagine5

Anna Todd è una scrittrice esordiente che trascorre le sue giornate ad Austin con suo marito, con il quale ha battuto la metà delle statistiche per essersi sposati un mese dopo il diploma. Mentre il marito si trovava in Iraq con tre schieramenti, lei ha fatto lavori insoliti: dall’addetta di make-up all’ elaborazione IRS. Anna è sempre stata un’avida lettrice e un’amante delle boy-band e delle storie d’amore. Quindi ora che ha trovato un modo per combinare le tre cose, si sta godendo la sua vita da sogno divenuto realtà.

Facebook-iconBlogger-iconTwitter-iconGoodreadsInstagram-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi