Alis Grave Nil di Barbara Schaer

Barbara Schaer

Barbara, ha 28 anni e vive a Genova.
Le sue più grandi passioni sono: leggere, guardare film, serie TV e scrivere.

Titolo: Alis Grave Nil 
Autore: Barbara Schaer (Traduttore: //)
Serie: //
Edito da: Autopubblicato su Amazon (Collana//)
Prezzo: 0,89 € 
Genere:  Fantasy, Angeli
Pagine: 354 p.
Votohttp://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/5Astelle.png
 

Trama: Sara è pronta per un altro giorno della sua solita vita. La scuola, i dispetti della sorella Reb, le malignità delle vecchie amiche e la certezza di non contare granchè. È  sicura che l’amore non faccia per lei e che le favole siano solo invenzioni per sognatrici. Ma proprio quel giorno, in un incontro tutt’altro che casuale, conosce Eric. Bellissimo e misterioso, protettivo e minaccioso, Sara intuisce che Eric è decisamente più che un ragazzo normale, ma quello che proprio non può immaginare è che la loro storia sia cominciata molto prima di incontrarsi e che le parole latine tatuate sul suo braccio nascondano un inquietante segreto… Senza curarsi di quanto il principe si confonda pericolosamente con il cacciatore, Sara dovrà lottare con tutta se stessa per opporsi alle forze oscure che minacciano di separarli per sempre e far vivere l’amore da fiaba che ha sempre desiderato.

Recensione
di Momi

La cosa che si denota principalmente durante le prime 50 pagine di questo romanzo è qualcosa di già letto e già visto (sembra anche un po’ “The Vampire Diaries” nella versione televisiva e non libresca), magicamente da queste pagine si può capire come si svilupperà tutta la storia: non bisogna aver letto tutti i fantasy young-adult più recenti, ma ne bastano un paio ed ecco fatto (vedi Twilight, Sono nel tuo sogno, …).

Il problema principale per quanto riguarda la trama è che mancano elementi originali, qualcosa che faccia dire “questo si che è un libro che merita di essere letto”, ma la vera problematica , che investe tutto il romanzo, è quella riguardante gli evidenti e ripetuti errori di ortografia, che dopo un po’ iniziano a stufare il lettore; non che siano un elemento gradito, ma una decina all’interno del romanzo sono tollerabili, di più no, poiché danno fastidio e interrompono il ritmo della lettura.

E qui si dovrebbe aprire una discussione sull’autopubblicazione, discorso che dura una vita: che senso ha pubblicare un libro se prima non viene riletto bene e viene corretto come si deve?

Ma siccome questa è la recensione al romanzo Alis Grave Nil, parliamo un po’ della trama.

Sara è una ragazza che “magicamente” si salva dall’incidente mortale in cui sono rimasti vittime entrambi i suoi genitori. Si ritroverà quindi a passare il resto della sua esistenza con l’insopportabile sorella maggiore Reb, che continua ad incolparla per la morte di mamma e papà. Poi arriva il “Bello e impossibile di turno” che, a quanto pare, se non ha la pelle chiarissima e il sorriso sporgente che pare ti voglia prendere in giro, non può essere il protagonista maschile di un libro fantasy.

L’incontro sarà “casuale” e metterà zizzania tra la protagonista e la sua nuova amica Laura, appena conosciuta nella nuova scuola dove si è dovuta trasferire dopo la morte dei genitori, in quanto non poteva più permettersi la scuola privata. Il “lui” diventerà la sua ombra, ma nonostante ciò non vorrà avere niente a che fare con lei, sentimentalmente parlando.

Neanche il famoso tatuaggio che mi ha intrigato leggendo la trama è un mistero così difficile da svelare.

Durante tutto il romanzo spuntano delle domande che non trovano risposta, come ad esempio: come fanno a sopravvivere le due ragazze senza più i genitori e uno stipendio fisso? Sara è ancora una studentessa delle superiori, mentre Reb va all’università e fa la modella, certo c’è l’aiuto economico da parte di una zia lontana, ma come fanno a mangiare? Il mistero dei fantasy!

Libro prevedibile, sembra Twilight versione angelica con tanto di amore negato, fuga, rapimento e struggente finale.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi