Anteprima 2017: ‘Gatti di lungo corso’ di Detlef Bluhm

Anteprima

In arrivo a partire dal 19 Gennaio per la casa editrice Corbaccio. Per tutti i lettori amanti delle storie con protagonisti i nostri amici a quattro zampe. Avventure marinaresche di intrepidi felini. 

Detlef Bluhm

Gatti di lungo corso

gatti-di-lungo-corso

«È giunto il momento di innalzare un canto di lode
a una bizzarra e misteriosa razza di animali, il gatto delle navi».
Gustav Schenk, Kador il navigatore

datilibro

Titolo: Gatti di lungo corso
Autore: Detlef Bluhm
Edito da: Corbaccio
Prezzo: Cartaceo 12.00 €
Uscita: 19 Gennaio 2017
Genere: Narrativa contemporanea

Trama: Senza i gatti il planisfero oggi sarebbe diverso; senza i gatti le grandi spedizioni per mare e i viaggi d’esplorazione difficilmente sarebbero stati possibili: durante i lunghi viaggi attraverso l’Atlantico i gatti delle navi sono stati compagni di cruciale importanza perché proteggevano le provviste di cibo da ratti e topi. Pertanto la loro presenza su navi mercantili e da guerra, spedizioni e crociere passeggeri è stata scontata fono al XX secolo. Una compagnia di assicurazioni francese esigeva persino la presenza di un gatto a bordo o la copertura assicurativa sarebbe venuta meno. La tradizione di portare un gatto a bordo continua ancora oggi in molti luoghi. Detlef Bluhm ha ricostruito la storia dei gatti delle navi e racconta della loro vita a bordo, di audaci passeggiate a terra, viaggi d’esplorazione avventurosi e rischiose operazioni di salvataggio di gatti delle navi finiti fuoribordo.

detlef-bluhmDetlef Bluhm; Dopo aver interrotto gli studi universitari in Teologia, Detlef Bluhm ha lavorato nel settore dell’editoria, come libraio e come editore. Direttore dell’Associazione dei librai e editori di Berlino, è presidente del Literaturhaus di Berlino. Ha scritto diversi saggi di storia culturale, in particolare di alcune città tedesche e molti libri sui gatti fra cui, pubblicati in Italia da Corbaccio con successo, «Impronte di gatto», «Tutto quello che vorreste sapere sui gatti», «La gatta che amava le acciughe» e «Il gatto che arrestava i malviventi».

Facebook-iconBlogger-icongoodreads.png

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi