Anteprima: La Vita Perduta Di Annie – Steve Luxenberg

Abbiamo il piacere di presentarvi  un romanzo scritto da Steve Luxenberg. Il libro è stato inserito nella lista dei migliori libri del 2009 dal Washington Post ed è stato onorato del premio “Michigan Notable Book del 2010” dalla Biblioteca del Michigan.

“Alla morte di Beth, Steve cerca di ricostruire la propria identità soffiando via gli strati di bugie accumulati sui suoi ricordi come la polvere che ricopre le vecchie fotografie, e si imbatte nella vita perduta di sua zia Annie, una donna fisicamente e mentalmente disabile, allontanata dal nucleo familiare in cui aveva sempre vissuto serenamente per un motivo tragico e misterioso…”

Titolo: La Vita Perduta di Annie
Autore: Steve Luxenberg
Edito da:
Casini Editore
Prezzo: 16.90 €
Uscita: novembre 2011
Genere: Narrativa
Pagine: 300 p.

Trama:

Beth Luxenberg, figlia di immigrati ucraini sfuggiti all’Olocausto, si è sempre uniformata all’usanza familiare di non parlare mai di cose tristi, tragiche o appartenenti al passato pre-americano. Ormai ottantenne e malata, rompe questo voto confidando a un’assistente sociale di non essere figlia unica come ha sempre affermato. È così che suo figlio Steve scopre l’esistenza di Annie, una donna misteriosa scomparsa dalla vita e dai racconti di tutta la famiglia. Alla morte di Beth, Steve cerca di ricostruire la propria identità soffiando via gli strati di bugie accumulati sui suoi ricordi come la polvere che ricopre le vecchie fotografie, e si imbatte nella vita perduta di sua zia Annie, una donna fisicamente e mentalmente disabile, allontanata dal nucleo familiare in cui aveva sempre vissuto serenamente per un motivo tragico e misterioso…

 

Steve Luxenberg;

Steve Luxenberg è un editore associato de “The Washington Post” e scrittore di successo. Ha lavorato, dopo essersi lauretato ad Harvard, per più di 30 anni come reporter. Cresciuto a Detroit, città che fa da sfondo al libro “La Vita Perduta di Annie”, vive insieme alla moglie Mary Jo Kirschman a Baltimora insieme ai due figli.

Sito dell’Autore: steveluxenberg.com/

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi