Anteprima: “Le molliche del commissario” di Carlo F. De Filippis

Anteprima

In arrivo giorno 8 Luglio per la casa editrice Giunti, il 1° capitolo della serie investigativa dedicata alle indagini del Commissario Salvatore Vivacqua 

Carlo F. De Filippis

Le molliche del commissario

LE MOLLICHE DEL COMMISSARIO

Un esordio nella migliore tradizione del giallo. Salvatore Vivacqua è il nuovo irriverente commissario italiano. Lasciatevi trasportare nei meandri più torbidi della Torino bene. Un giallo che ha stile da vendere e cattura il lettore nella sua sottile, perfetta tessitura.

datilibro

Titolo: Le molliche del commissario
Autore: Carlo F. De Filippis
Edito da: Giunti
Prezzo: 12.90 €
Uscita: 8 Luglio 2015
Genere: Giallo
Pagine: 336 pag.

Trama: Siciliano trapiantato a Torino, Salvatore Vivacqua, Totò per gli amici, è un commissario di quelli tosti, con più cicatrici che capelli, ma quando si tratta dei suoi denti non c’è anestesia che tenga. Eppure nemmeno sotto le torture dell’implacabile dentista riesce a dimenticare il suo dovere, e con la coda dell’occhio scorge tre chiamate perse. Fra un’imprecazione e l’altra, Vivacqua si precipita nella chiesa della Santissima Trinità, dove il corpo del vecchio parroco don Riccardo è stato rinvenuto in una pozza di sangue, il viso sfigurato, una mano quasi staccata. Mentre il commissario si lancia in una serie di interrogatori serrati, il suo vice Santandrea, detto il Giraffone, è alle prese con un secondo delitto: una cantante lirica divorziata e molto ricca è stata uccisa per soffocamento durante un incontro sado-maso, o almeno così sembra… Due omicidi a distanza di poche ore negli ambienti più insospettabili della Torino bene, e non è finita qui: il tira e molla con la Curia per accedere al dossier del parroco, la scoperta di un gigantesco giro di droga, e il questore che minaccia addirittura di sospendere Vivacqua… per il commissario e la sua squadra sarà una settimana di fuoco. Tanti, troppi indizi, spesso discordanti tra loro; ma come dice Totò: “C’è sempre una mollica, anche piccola, basta avere occhi buoni per trovarla”. Un commissario sopra le righe che vede le cose per quelle che sono. Un’incursione nel lato oscuro dell’animo umano con quella nota di ironia che è l’unico modo per uscirne vivi.

Estratto Libri icon

serie

Serie Il Commissario Vivacqua:
  •  Le molliche del commissario, 2015

carlo f. de filippisCarlo F. De Filippis vive e lavora a Chieri, sulle colline torinesi. Le molliche del commissario è il suo romanzo d’esordio, primo volume di una serie che ha come protagonista Salvatore Vivacqua.

Lascia un commento

Una replica a “Anteprima: “Le molliche del commissario” di Carlo F. De Filippis”

  1. maurizio ha detto:

    buongiorno a tutti
    sto leggendo (sono quasi alla fine) “le formiche” do De Filippis… il romanzo è scritto abbastanza bene ma si ha la sensazione che, sotto sotto, si tenti di “ricordare” montalbano (del quale si ha anche una citazione) senza, comunque, raggiungerne la naturale simpatia.
    Vivacqua non è simpatico, non attira il lettore, non è geniale e anche le sue prime “avventure” non sono un granchè di originalità. I personaggi di contorno non assumono lo spessore (anche, a volte, di macchietta) di cui sono forniti quelli di camilleri, pur tentando, tramite soprannomi (giraffone, ecc…) di renderli più umani. No, tutto si deve concentrare su Vivacqua, nel bene e nel male, ma il povero commissario non ha le spalle abbastanza larghe… non so se sperare in un secondo romanzo (dove le cose potrebbero solo migliorare) oppure chiudere qui la mia esperienza di lettore di De Filippis…vedremo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi