Anteprima: “L’ultimo fiore dell’anima” di Anna Melis

Anteprima

In arrivo il 23 Settembre per la Frassinelli, nella Sardegna degli anni 30, la storia di una donna combattuta tra la propria natura ribelle e il rispetto delle convenzioni:

Anna Melis

L’ultimo fiore dell’anima

l'ultimo fiore dell'anima

“Perché è l’anima a custodire l’ultimo fiore,
quello destinato a sbocciare tra le rocce”.

datilibro

Titolo: L’ultimo fiore dell’anima
Autore: Anna Melis
Edito da: Frassinelli
Prezzo: 16.50 €
Uscita: 23 Settembre 2014
Genere: Romanzo
Pagine: 304 pag.

Trama: Nella Sardegna dura e ostile dell’entroterra, Ilde Zedda è considerata un’istranza, una straniera. Ha capelli biondi e pelle delicata e non viene riconosciuta dai compaesani. La trattano tutti con diffidenza punitiva, anche per colpa dell’epilessia. Ogni sua crisi è accolta come il segnale di una possessione demoniaca. Ilde è prigioniera di un marito violento, ed è innamorata di un bandito fuggiasco. Sarà questa attrazione arrischiata a far nascere in lei un sotterraneo desiderio di emancipazione, che fiorirà nella semplice voglia di libertà e nella consapevolezza del proprio diritto al sogno e alla limpidezza. La scrittura di Anna Melis è densa di immagini insolite e efficaci, funzionali alla narrazione e alla immedesimazione del lettore in un’atmosfera lontana dal tempo, persuasiva. La mortificazione della donna, l’isolamento della creatura diversa, il terrore della malattia: l’accerchiamento dell’istranza da parte dei suoi persecutori è implacabile. Implacabile la forza della letteratura nel pronunciare la condanna definitiva.

anna melisANNA MELIS è nata a Cagliari nel 1974, vive a Bologna con le sue tre bambine, è medico e musicoterapeuta. L’ultimo fiore dell’anima è il suo secondo romanzo. Con il primo, Da qui a cent’anni (Frassinelli, 2012) ha vinto il premio Calvino 2011.

booktrailertrailer

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi