Avvistamenti dal mondo: il cervello!

avvistamentidalmondo

Avvistamenti dal mondo

Il Cervello!

 

Nella mia vita passata ho studiato parecchio Neuropsicologia, nella speranza (vana) di ottenere un dottorato. Non ha funzionato, è rimasta comunque una certa passione per il cervello, che, considerato il numero di pubblicazioni che attualmente stanno invadendo lo scaffale dei saggi, sembra largamente condivisa e, ovviamente, condivisibile. 😉

 Neuro dunque sono. Andrea Corona

Cominciamo dall’unico libro italiano, al quale sono particolarmente affezionata in quanto conosco l’autore, come lo conoscono molte delle ragazze dello staff di Sognando Leggendo. Andrea Corona in questo libro è riuscito in un’opera non facile secondo me, quella di fare un excursus esaustivo, breve e chiaro, su quello che attualmente propone il mondo delle neuroscienze e quello strettamente collegato della filosofia della mente, branca relativamente nuova nata con l’evolversi della cibernetica.

Dalla Neurofilosofia alla Neuroetica (altro argomento gettonatissimo) il passo è breve ed è quindi anche utile sapere lo stato dell’arte, considerate le recenti (e meno recenti) discussioni assurte all’onore della cronaca su argomenti scottanti come la morte cerebrale e il “momento giusto” per “staccare la spina”. Consigliato e consigliabile per chi voglia avere un’idea piuttosto precisa ed a largo spettro in quell’attuale Babele che potrebbe essere accomunata dal nome di Scienza della mente.

Titolo: Neuro dunque sono – La scommessa della neurofilosofia
Autore:  Andrea Corona
Casa Editrice: Orientexpress
Collana: Gli ibischi
Prezzo: 11 €
Pagine: 115 pag

 

Brain Changer di David DiSalvo

Sugli scaffali americani presto arriverà Brain Changer, dello stesso autore di “The brain in your kitchen“, che utilizzando le sostanze eccitanti piú comuni nel mondo occidentale, come caffeina e nicotina, un paio di anni fa aveva cominciato la sua carriera di divulgatore scientifico e che con questo libro ha fatto un passo avanti.

Se nel primo libro si limitava ad informare e spiegare, in Brain Changer David DiSalvo comincia con il fornire utili informazioni alla portata di tutti, rispetto a metacognizione e teoria della mente (la teoria che utilizziamo in modo più o meno consapevole per cercare di capire perché alcune persone fanno o faranno determinate azioni). Dopodiché ci vengono spiegati i vari feedback che possiamo avere da un adattamento pragmatico alle situazioni sulla base della capacità innata del cervello di adattarsi e di come ci costruiamo narrative non statiche. Per finire, ci vengono forniti esercizi derivati dalla psicoterapia cognitiva ed una serie di consigli rispetto a libri e film che hanno come filo conduttore la metacognizione, cioè la capacità che ha il cervello di ragionare su se stesso.

Titolo: Brain Changer: How harnessing your Brain´s power to adapt can change your life
Autore: David DiSalvo
Casa Editrice: BenBella Books – Thanks to Netgalley for the preview!
Prezzo: 12.88 $
Pagine: 272 pag

 

 Brainwashed di Sally Satel & Scott O. Lilienfeld

Relativamente fresco di stampa, perché è uscito quest’estate sempre sull’onda dell’amore per le neuroscienze, da quando il brainimaging permette di rivelare in tempo reale cosa accade nei nostri emisferi in situazioni sperimentali, ecco il libro che non ti aspetti, quello che butta il bambino con l’acqua sporca; ma si sa che gli americani esagerano sempre, in un verso o nell’altro. Gli autori partono dal fatto che ormai chiunque tenta di scrivere un libro sulla base delle ultime scoperte relative alle neuroscienze, ma quello che viene costantemente ignorato è come il cervello non è una semplice addizione lineare di azioni e reazioni, ma una serie molto più complessa di relazioni che non possono certo essere comprese in toto solo perché possiamo vedere che il glucosio ha una concentrazione maggiore in una parte piuttosto che in un’altra del cervello.

Abbiamo quindi, e anche con una certa dose di cinismo e scherno, un libro che afferma che tutti gli altri libri sull’argomento, o almeno tutti quelli che pretendono di spiegarvi perché fate quello che fate e soprattutto quello che non dovreste fare, sono banali semplificazioni di processi che sono ben lungi dall’essere chiari, e chiunque vi dica altrimenti mente.

Titolo: Brainwashed – The seductive appeal of mindless neuroscience
Autore: Sally Satel & Scott O. Lilienfeld
Casa Editrice: Basic Books
Prezzo: 26.99 $
Pagine: 226 pag

 

We are our brains di D.F. Swaab

Di parere completamente opposto è “We are our brains”, il cui autore D. F. Swaab ritiene che noi siamo il nostro cervello, quindi dal momento stesso in cui i cromosomi materni e paterni si mischiano noi abbiamo un futuro predeterminato davanti a noi, a cui si unisce poi la crescita dell’encefalo all’interno dell’utero materno. Diciamo quindi che se la nostra mamma ritiene che smettere di bere e fumare, ma soprattutto di prendere farmaci mentre è in gravidanza è un’idea che non apprezza, siamo fottuti. Per avvalorare le sue tesi, il professor Swaab si avvale anche lui delle neuroscienze, ma non tanto degli ultimi sviluppi apportati dal neuroimaging, quanto piuttosto della branca della neurologia che si mischia volentieri con la genetica e ricerca tutte quelle problematiche che possono essere geneticamente predeterminate o modificate durante la vita intrauterina.

Se è vero come è vero che anche Spinoza nel suo libro Ethica aveva da tempo dimostrato come il libero arbitrio fosse qualcosa in cui l’uomo spera, ma che non è assolutamente giustificato dal punto di vista filosofico, anche il nostro professore ci mette una pietra sopra e ci informa che se il nostro cocktail genetico fa schifo puoi smettere di aspirare al Nobel, tranne quello per la pace ovviamente, quello l’hanno dato pure a Obama…

Titolo: We are our Brains – A Neurobiografy of the Brains from the Womb to Alzheimer´s
Autore: D. F. Swaab 
Casa Editrice: random House Publishing Group – Random House; Thanks to Netgalley!
Prezzo: 28 $
Pagine: 448 pag

 

 Me, Myself, and Why di Jennifer Oullette

Sull’onda della genetica, ma senza essere altrettanto determinista è il saggio di Jennifer Oullette, giornalista scientifica che, partendo dalla propria esperienza di bambina adottata assieme ad altri fratelli non consanguinei, riporta in auge il leitmotiv nature/nurture e cioè: quanto di quello che siamo ci deriva dai nostri cromosomi e quanto dall’ambiente in cui siamo cresciuti? E per ambiente non s’intende solo la famiglia, ma anche il paese, i fratelli, la scuola, la situazione globale, per intendersi. In modo ironico ma sempre molto accurato, la Oulette ci porta con sé nel suo primo viaggio lisergico e prova a spiegare come alcune persone più di altre sembrano prone alle scommesse, allo shopping compulsivo e alle dipendenze in generale, mentre altre sembrano avere tutte le carte in regola per essere dei geni, ma non riescono ad allontanarsi da una mediocrità che però tanto piaceva ad Orazio.

Capitolo a parte per il gene dell’omosessualità: esiste? Non esiste? Sono tanti? Chi puó dirlo….? Ma se fosse come quelli per il colore degli occhi o i tanti che sommati danno come risultato l’altezza?

Titolo: Me, Myself, and Why – Searching for the science of Self
Autore: Jennifer Ouellette
Casa Editrice: Penguin Books – Thanks Netgalley!
Prezzo: 16$
Pagine: 368 pag.

 

 What neuroscience can – and can’t – tell us about how we feel di Giovanni Frazzetto

Molto simile alla maniera che ha Oliver Sacks di descrivere particolari patologie della mente partendo dalla propria esperienza di medico prima e di paziente poi, è la modalità del Dott. Frazzetto che, senza squalificare le novità apportate dal neuroimaging, ci spinge anche a pensare quanto però possano essere limitative, considerate quante poche possano essere le esperienze che possono essere riprodotte sistematicamente in laboratorio.

Dedicando un capitolo ad ognuna delle emozioni fondamentali (rabbia, gioia, colpa, amore, ansia ed empatia), l’autore ci illustra quanto emozioni così complesse possano essere spiegate meglio da un’insieme di saperi, tra cui la psicologia e la neurologia, piuttosto che limitarsi a leggere i risultati di una risonanza magnetica ignorando tutto della persona che vi si è sottoposta.

Affascinante il capitolo sugli psicofarmaci e sulla loro diffusione “smodata”.

Titolo: Joy, Guilt, Anger, Love – What Neuroscience can – and can’t tell us about how we feel
Autore: Giovanni Frazzetto
Casa Editrice:  Penguin Books – Netgalley
Prezzo: 16 $
Pagine: 336 pag.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi