Baby Doll di Sharon Carter Rogers

Vecchie glorie…
Uscite del passato riproposte ai lettori

separatore1

Credo ut intelligam

Credo affinché possa capire

Sharon Carter Rogers (o SCR) è lo pseudonimo dietro cui si cela una misteriosa e pluripremiata scrittrice di romanzi e racconti di cui non si sa molto. Nessuno sa per certo chi sia Sharon Carter Rogers. Ha messo in chiaro che il nome usato per firmare i suoi romanzi è solo uno pseudonimo, ma deve ancora rivelare la sua vera identità. Ci sono voci diverse, ma le più plausibili dicono che lei sia un romanziere tradizionalista che ha voluto scrivere di temi spirituali o, ancora, che in realtà si tratti di un gruppo di scrittrici cristiane di romanzi rosa che volevano espandersi e scrivere anche thriller e romanzi di suspense.
Tutti i libri di Rogers hanno un forte elemento fumettistico. Lo stesso nome di Sharon Carter Rogers è una combinazione di due nomi tratti da libri di Capitan America a fumetti: Sharon Carter (la fidanzata di lunga data di Capitan America) e Steve Rogers (l’identità civile di Capitan America). Alcune persone provenienti dall’industria del fumetto (Gail Simone ed Ethan Van Sciver) hanno approvato i suoi libri, quindi è anche possibile che l’autrice sia in qualche modo coinvolta nella stesura dei fumetti con un altro nome.
Secondo gli indizi sul suo MySpace e Facebook, Rogers sembra vivere in Alabama, pare, infatti, che sia una fan della squadra di calcio Alabama Crimson Tide college.
I romanzi di Rogers tendono a essere segnati da un ritmo veloce, crudo realismo, molteplici punti di vista, violenza semi-grafica,tutti legati a numerosi quesiti su Dio e il cristianesimo.

Baby Doll ha ricevuto nel 2010 l’International Book Award nella sezione Religious Fiction, mentre il suo romanzo d’esordio, Sinner, nel 2007 è stato tra i finalisti del National Best Books.

Pagina MySpace: http://www.myspace.com/SharonCarterRogers

 

Titolo: Baby Doll (isbn: 9788834716717)
Autore: Sharon Carter Rogers
Serie: #
Edito da: Fanucci Editore (Collana Teens)
Prezzo: 15,00€
Genere: Adult Fantasy, Christian Thriller, Urban Fantasy
Pagine: 346 pg.

Trama: I Drifters sono un nuovo tipo di creature sovrannaturali, simili ad angeli custodi, che si legano psichicamente ad alcuni esseri umani. Sebbene dotati di un corpo fisico, solo una persona sulla Terra ha la capacità di vederli e percepirli. Uno di loro sta aspettando raggomitolato sulla tomba del suo ultimo compagno umano, ma non è libero di muoversi fino a quando non passerà qualcuno in grado di vederlo. Baby Doll, la figlia adottiva di uno spietato boss, è invece al cimitero per i funerali del suo patrigno, circondata da poliziotti e guardie del corpo. Quando il Drifter e Baby Doll s’incontrano, qualcosa scatta tra loro, qualcosa di inspiegabilmente intimo e indissolubile. Stretti nella morsa del pericolo, il Drifter e la sua compagna umana lottano per capire il mondo che li circonda e la propria natura. Mentre Baby Doll non ha alcuna idea di chi siano i suoi veri genitori, perché ha speso tutta la vita come un essere virtuale in cattività, adattandosi al mondo, il Drifter è confuso circa la sua identità e il ruolo che riveste nella vita della donna. I dubbi e i dilemmi che dovranno affrontare li porteranno a scoprire che quanto si è perso non può essere ritrovato… “Baby Doll” getta nuovi affascinanti spunti nel mondo della science-fiction e del fantasy. I lettori saranno sicuramente rapiti dai Drifters, e dalla loro lotta legata ai temi dell’identità e dell’attrazione per il divino.

 «Sono un Drifter, qualcosa che Dio ha creato nel suo tempo libero
e poi ha dimenticato ai margini della realtà».

Estratto: Leggi online le prime pagine!

Recensioneù

Baby Doll è un romanzo Urban Fantasy per adulti certamente particolare. Innanzitutto possiamo dire che è assolutamente adatto a tutti quelli che desiderano leggere qualcosa di diverso ma che, allo stesso tempo, fornisca molteplici spunti di riflessione. Non è una semplice lettura fine a se stessa, questo è certo.

Se siete alla ricerca di suspense, una buona dose di adrenalina e un tocco di vera originalità narrativa, non potrete non lasciarvi avvolgere e al tempo stesso sconvolgere da questo thriller soprannaturale, altrimenti definito come Christian Thriller.

Apprezzatissimo dalla critica Americana, al punto di vincere l’International Book Award for Religious Fiction 2010, Drift (Baby Doll in Italia N.d.R) assieme a Sinner e Unpretty costituiscono l’intera bibliografia dell’autrice (o autore?) che si nasconde dietro lo pseudonimo di Sharon Carter Rogers.

Baby Doll, la co-protagonista del romanzo, è la figliastra di un noto boss del crimine che finisce, accidentalmente, per incontrare Boy, un drifter senza età e senza memoria, reduce di un precedente legame appena finito. Il rapporto fra i due non inizia nei migliori dei modi, entrambi hanno troppa sfiducia nel resto del mondo per ammettere anche solo la possibilità di fidarsi di qualcuno che non siano loro stessi. Non lo fanno e si feriscono, fisicamente ma non solo, più volte.

Baby Doll ha perso tutto, lasciata sola in balia dei capricci del suo patrigno che le ha sottratto tutto, perfino il nome. Boy, il drifter, ha smesso di credere perfino in Dio che l’ha abbandonato alla deriva, solo. Come lui stesso dice: è solamente un drifter ed è stato creato da Dio nel tempo libero per poi essere dimenticato. Nessuno può vederlo se non colui (o colei) con il quale condivide il Legame in quel preciso momento, ma questa relazione non dura mai a lungo né ha, apparentemente, una logica. Un giorno, un mese o venti anni, all’improvviso qualcuno lo guarda in viso, scorge il segno divino, “Lo Vede”, ed il precedente legame si interrompe facendo cadere tutto nei recessi del subconscio. Tutto e tutti sono dimenticati, nessuno si ricorda di lui.

Sono entrambi due anime perse che finiranno per ritrovarsi e per riacquistare fiducia e fede in Dio che, in realtà, non li ha mai abbandonati bensì li ha resi l’uno il Deus ex machina dell’altra.

Finiranno per collaborare, prima in virtù del Legame poi per scelta, per far sì che l’impero criminale del patrigno di Baby Doll crolli e nel frattempo riusciranno a comprendere molti dei “perché” che li hanno assillati fino a quel momento. Perché erano destinati a incontrarsi? Perché sono stati creati i Drifters? Qual è il vero nome di Baby Doll?

L’atmosfera per tutto il romanzo è piuttosto cupa, carica di suspense e ben integrata con un lato “thriller” che ci permetterà di scoprire cosa c’entra realmente Baby Doll, ragazza appena ventenne, con la morte del patrigno. L’aspetto introspettivo e psicologico dei personaggi è un tratto particolarmente importante del romanzo, e la caratterizzazione di questi è veramente ottima.

La velocità del romanzo è un tratto innegabile ma non costituisce un difetto, tutt’altro, sembra quasi divenirne il punto forte! La trama è completa, avvincente, non c’è detto né più né meno di ciò che possiamo e dobbiamo sapere. Lo stile dell’autrice è piuttosto evocativo, intenso e abbastanza diretto da permetterle di tratteggiare con semplicità i sentimenti dei protagonisti e molti altri concetti sottintesi di carattere spirituale che, però, non sempre riescono a trovare una soluzione definitiva e chiara. In tutto il romanzo viene inoltre spesso fatto ricorso ad alcuni grandi aforismi latini che sembrano racchiudere i vari momenti attraversati da Baby Doll e Boy che non fanno altro che dare maggior rilievo all’intera opera.

Perfer et obdura. Dolor hic tibi proderit olim.
Sii paziente e forte; un giorno questo dolore ti sarà utile.

In definitiva un romanzo sicuramente da leggere.
Assolutamente consigliato.

 

Lascia un commento

9 risposte a “Baby Doll di Sharon Carter Rogers”

  1. Vocedelsilenzio ha detto:

    Grazie della bellissima recensione. Era un romanzo che, effettivamente, mi incuriosiva molto e mi lasciava ben sperare. Ora che ho letto queste tue opinioni ne sono ancora più convinto. Credo proprio che lo prenderò.

    Grazie! 😉

    • Nasreen ha detto:

      Ciao! Sisi, è un romanzo che vale la pena leggere! Ho appena riletto la recensione… ma dove avevo la testa mentre scrivevo? Necessita di una bella ripulita di refusi, altro che XD
      Comunque sono felice di averti convinto ^_^

  2. Lirit ha detto:

    ciao nasreen!!

    è la prima volta che visito il tuo blog! è davvero bellissimo^^

    e sono molto curiosa di questo baby doll….^^

    • Nasreen ha detto:

      Grazie cara! ^___^ Credimi Baby Doll vale davvero la pena, è molto bello! E poi è autoconclusivo, solo per questo ha tutto il mio amore <3 !

  3. Phoebes ha detto:

    Mi ispira moltissimo!!!!!!! ^_^

  4. Shayla ha detto:

    Regalato a natale da mio cugino. Sinceramente non mi sarei mai aspettata di avere tra le mani una storia simile.

    Come dici tu, Nasreen, essendo che nasce e muore in un volume solo ha tutta la mia approvazione. Niente seguiti, niente attese snervanti di mesi (anni per certi seguiti, addirittura ETERNE per altri). Anche se (sì per me c'è un "se") si sarebbe potuto sviluppare qualcosina di più…certi punti a mio avviso rimangono un po' in ombra.

    In ogni caso baby doll è un libro che consiglio a chiunque sia innamorato del genere fantasy/mistero.

    Un abbraccio a tutti, buon anno e ancora vivissimi complimenti a Nasreen per il suo blog 😀

  5. Miriam ha detto:

    Ho scoperto questo libro solo ieri e l’ho divorato in un pomeriggio. Sinceramente all’inizio ero un pò restia a leggerlo… diciamo che non è proprio il mio genere, ma mi sono davvero ricreduta. Sono rimasta affascinata dalla storia e dai personaggi, soprattutto da Maurits, che nonostante il ruolo da “cattivo” in buona parte del romanzo e nel finale molto triste e commovente (si, ho pianto come una bambina), viene descritto comunque come un uomo d’onore e unica “famiglia” di Baby Doll. Consiglio vivamente di leggere questo coinvolgente romanzo!

    • .::Nasreen::. ha detto:

      Sono contenta ti sia piaciuto. E’ un romanzo ampiamento sottovalutato, una lettura che resta impressa. Uno dei pochi young adult che meritano di essere nominati =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi