Blog Tour… “Miele Nero” di Alice Winchester

Salve a tutti! Eccoci finalmente con la nuova tappa del nostro Blog Tour, organizzato da alcune blogger del web grazie alla collaborazione della Mamma Editori, per il lancio di “Miele Nero“, romanzo fantasy scritto da Alice Winchester, nuova Bloody Roses.

 

Il Blog Tour è stato imbastito da Sognando Leggendo assieme a:

Diario dei Pensieri Persi, nella persona di Alessandra

L’Arte dello scrivere, forse, nella persona di Weirde

The Book Lover, nella persona di Keira

L’Atelier dei libri, nella persona di Glinda

Una Passione e Oltre, nella persona di LadyAileen

Romanticamente Fantasy:, nella persona di Sally

Presso ogni blog potrete trovare un’articolo, uno Speciale, dedicato a un aspetto del romanzo “Miele Nero” e “Ombra di Velluto”. Noi di Sognando Leggendo abbiamo avuto il piacere di scambiare due parole con Alice Winchester riguardo il suo romanzo che approfittiamo per ri-presentarvi nuovamente (tanto per andare sul sicuro, no?).

 

«Quella ragazza… – cominciò Erica con fare sospettoso, rivolta a me – …Quella Alissa. Cosa provi quando pensi a lei, ora che l’hai incontrata?»
«Niente. Non provo niente», mentii veloce, sibilando tra i denti.


Titolo: Miele nero
Autore: Alice Winchester
Edito da: Mamma Editore
Prezzo: 9.80 €
Uscita: 17 Febbraio 2011
Genere: Fantasy
Pagine: 386 p.

Trama: Gabriel ha uno sguardo screziato di nero che è impossibile trovare in altre creature, siano esse mortali, demoni o vampiri. E un’illogica, assoluta determinazione a proteggere Alissa e la sua innocenza. Alissa lavora nel ristorante del padre e ha solo 18 anni. E nessuna delle tre anime di Gabriel è conciliabile con il suo mondo. La passione incontenibile e la maledizione crudele bruciano nel cuore di una Torino magica e pericolosa, dove le streghe non staranno a guardare. Tra pugnali dalla lama liquida, un circo delle meraviglie in cui nessuno è ciò che sembra e amuleti di ametista, il misterioso sangue nero di Gabriel si rivelerà dolce come miele e letale come veleno.

Un brano tratto dal libro:

Portai il salmone al tavolo otto e feci per raggiungere il branco di lemuri in calore quando lo vidi: Gabriel stava varcando la soglia dell’entrata e mi individuò subito, sorridendomi. Mi si bloccò il fiato.Quel pomeriggio avevo avuto un brevissimo incontro con lui e mi ci ero quasi giocata la salute. E sicuramente il sonno. Aveva detto che sperava di tornare e ora era veramente lì! Era tornato davvero! Indossava una camicia nera aderente e dei jeans scuri. Era uno spettacolo quasi crudele. Poi quegli occhi…grigio infinito, screziato di nero, così particolari e intensi che qualsiasi fotografo avrebbe dato una fortuna per ritrarli.

Dai primi due bottoni aperti della camicia potevo notare l’ombra eccitante che veniva generata dai muscoli pettorali. Dio, le sue spalle erano perfette, come d’altronde tutto il resto di lui. Quel viso era di un altro mondo, non c’era spiegazione umana razionale.

Superai velocemente il tavolo di Riccardo, ignorando anche i loro commenti e arrivai da Gabriel in pochi passi. Pensai solo dopo di poter apparire ridicola.

«Ciao!», esclamai, cercando di tenere a bada il tono di voce agitato. Le mani mi tremavano e lo stomaco mi si contorse facendo una carambola all’indietro.

«Ciao, Alissa. Ti disturbo?»

Qualcosa dentro di me si era sciolto quando la sua lingua aveva incontrato i denti nell’atto di pronunciare il mio nome.

Deglutii. Che mi aveva chiesto?

«C-come?», chiesi imbarazzata. Sperai di non essere rossa come un peperone.

Lui sorrise di nuovo e guardò in basso. Poi tornò a concentrarsi su di me.

 

Bene, adesso che vi abbiamo rinfrescato un po’ le idee, beh, direi di passare al pezzo “forte” di questa tappa del Blog Tour… L’intervista con l’autrice!

 

Alice Winchester;

Alice Winchester, pseudonimo di una scrittrice nota in rete con il nick “Alices” appartiene fin dalle origini al gruppo delle Bloodies. Ha 27 anni, un ricordo incancellabile del suo papà mago, un marito dolcissimo e una professione davvero insospettabile.

 

1.  Buongiorno Alice, benvenuta su Sognando Leggendo. Prima di tutto ci tengo a ringraziarti per la tua disponibilità a questa intervista. Siamo (io per prima) molto felici (ed emozionati!) di poter scambiare qualche parola con te. Siamo in attesa del tuo primo romanzo. Io direi di lasciarti libera, se vuoi, di dire qualcosa ai lettori… Magari qualcosa su di te?

Alice: Buongiorno a te! Grazie dell’invito. Sei stata gentilissima ad ospitarmi! Sono felicissima di questa occasione che mi hai dato, quella emozionata sono io per la verità. Dunque, su di me, che dire. Ci sono persone che sono nate sotto una buona stella, e  una di quelle sono io. Anzi, è mio padre la buona stella che mi guarda e mi protegge. Sono sposata da quasi quattro anni con l’uomo che ho accanto da sempre, la mia vita è un pò cambiata da quando ho conosciuto le Bloody Roses, ho trovato davvero persone fantastiche, amiche vere. A volte internet fa magie! La passione per la scrittura è rinata negli ultimi anni, l’avevo sostituita con la pittura ultimamente, e poi è scoppiata di nuovo.

2. Da qualche giorno è uscito il tuo romanzo fantasy d’esordio “Miele Nero” e già ci sono moltissime ragazze che l’attendevano da giorni con ansia, con conseguente corsa “all’acquisto”! Come ti fa sentire questa cosa? Più preoccupata o emozionata?

Alice: Bè, una volta che ti dicono “è uscito!”, quasi non ci credi. Davvero. E’ un misto tra preoccupazione – felicità – ansia – emozioni a mille. Ecco sì, tutto un insieme.

3. Con questa pubblicazione entrerai a far parte a pieno titolo della rosa della Bloody Roses. Come ti fa sentire questo? Il gruppo appare al pubblico come una sorta di grande famiglia, è vero? Puoi dirci qualcosa delle Bloody Roses, come sei finita a far parte di questo fantastico gruppo?

Alice: Le Bloody Roses sono una grande famiglia, è vero. Discutiamo, ragioniamo, litighiamo, ci facciamo forza. E’ realmente così. Tutto è cominciato quando ho iniziato a leggere “La sedicesima notte” di Margaret Gaiottina, mi innamorai del libro e scoprii che lei era su facebook. Devo molto a lei, mi ha sempre incoraggiato con pazienza. Poi ho conosciuto Folgorata e tutte le altre mitiche ragazze. Il libro è frutto di molti loro consigli. Anzi, approfitto per ringraziarle ancora per il lavoro che hanno fatto.

4. Nel tuo romanzo incontreremo, a quanto sembra, delle streghe, demoni, vampiri e… qualcosa di nuovo, di speciale. La figura di Gabriel è un po’ speciale: possiede tre anime e il disperato bisogno di trovare se stesso. Vuoi raccontarci qualcosa del tuo personaggio? Cosa ti ha ispirato?

Alice: Sono molto legata a Gabriel come personaggio. Ma la cosa incredibile è che non ho fatto alcuno sforzo per crearlo, era come  se lui fosse già lì. Sì, la sua figura è speciale. In realtà volevo elaborare quella del vampiro, ma sentivo che mancava qualcosa. Lui è diviso in tre anime e nessuna di queste è mai stata in contatto con il sentimento dell’amore. La sua lotta sarà proprio questa, consisterà nell’identificare questa cosa\maledizione che gli è capitata. Mi hanno ispirato molte cose, ma soprattutto è stato Gabriel che ha ispirato me, avevo voglia di creare qualcosa che racchiudesse in sè l’emblema del bene e del male.

5. E del personaggio femminile, invece? Cosa rappresentano le fotografie per Alissa? Ma soprattutto: cosa la spingerà fra le braccia del destino dopo una vita fatta di “attimi” immortalati nelle sue foto? (Cari utenti, noi di Sognando Leggendo, proviamo a strappare qualche indiscrezione alla nostra autrice… Incrociate le dita! NdR)

Alice: Alissa è più matura della sua età, 18 anni. Ha sempre lavorato nel ristorante di famiglia, ha le idee abbastanza chiare ma attraversa, all’inizio del libro, un periodo fondamentale per tutti gli adolescenti: “cosa fare dopo il diploma delle superiori?”. Tutti, o la maggior parte, si sono posti questo quesito. E lei ha l’hobbie della fotografia, è la sua passione, ma ancora non sa se potrà sfruttarla nel suo futuro, sa solo che ci deve pensare. Intanto si è presa il suo anno sabatico per pensarci in maniera più approfondita, ma comunque lavora e si da da fare aiutando il padre.

6. C’è qualcosa di autobiografico in Alissa? O meglio: quanto c’è di autobiografico in “Miele Nero”?

Alice: Bè, Alissa è la parte più ingenua di me stessa, in senso buono, ovvio. E anche lei subisce un brutto lutto, l’ho voluto raccontare anche per affrontarlo in chiave artistica, se mi passate il termine. E ci sono riuscita. Questa è la cosa più autobiografica che c’è nel libro.

7. Va bene, basta domande sul romanzo. Molto probabilmente non riusciremo a farci svelare nulla di più, purtroppo… Domandina un po’ di rito; come mai la “scrittrice”? O meglio: nata prima come lettrice o come scrittrice? Cosa ti ha spinto verso la “creazione”?

Alice: “Scrittrice” è davvero un grosso parolone, contiene significati molto tosti. Io sono nata assolutamente prima come lettrice. Adoro qualsiasi forma d’arte, vengo da una famiglia di maghi, prestigiatori, pittori, e io ho ereditato quella voglia di fantasia e di evadere che solo l’arte di sa regalare. Se crei stai bene e in pace con il mondo.

8. E “Miele Nero”, invece, come è nato? C’è stato qualcosa che ti ha ispirata o semplicemente un giorno hai deciso di scrivere un libro e sei partita a caccia di una buona idea?

Alice: Miele nero ha dietro un grosso lavoro. Inizialmente era nato come trilogia, ma poi la mia editor ed io abbiamo ritenuto migliore l’idea di renderlo un capitolo unico, cosa che però ci ha portato non poche difficoltà. Tutto è cominciato con una visione: ho visto Gabriel e Alissa che si parlavano in circostanze particolari descritte nel libro che ora non svelo. E mi sono illuminata. Sono partita col finale in testa, sapevo bene dove volevo arrivare, ma senza l’aiuto che mi è stato dato Miele nero sarebbe stato penalizzato moltissimo. E con questa idea che mi martellava in testa, che voleva uscire, un giorno ho cominciato a scrivere della storia d’amore di Gabriel e Alissa.

9. Hai un particolare rituale di cui di avvali prima di immergerti nel mondo fantastico di Gabriel e Alissa?

Alice: Niente rituali, solo buona musica che ispira 😉

10. Ci sono autori di riferimento, modelli, che ti hanno influenzata o segnata?

Alice: Bè, ammetto che tutto è nato dopo l’emozione che mi ha trasmesso leggere la saga della Meyer. Incredibile davvero la maestria che ha nel padroneggiare le parole. Ho iniziato a pensare a tutte le cose che avrei voluto leggere in un libro come quello. Le storie d’amore che possono nascere nei libri fantasy possono essere pazzesche, si pensi alla Ward, per citarne una. E volevo raccontare anche io la mia. Ma ho avuto l’influenza di molte cose, davvero tante.

11. Il primo pensiero che ti è passato per la mente quando ti hanno detto che avrebbero pubblicato il tuo libro?

Alice: Il primo pensiero? Ho riletto la frase della mail tipo 20 volte prima di capirla appieno, non riuscivo a crederci che davvero mi stessero per regalare un tale sogno!

12. Bene, con questa domanda l’intervista è finita. Approfittiamo per farti tanti auguri per l’uscita del libro, siamo sicuri che avrà un buon successo. Per quanto riguarda Sognando Leggendo siamo in fervida attesa visto che fino a questo momento le Bloody Roses non ci hanno mai, e ripeto mai, delusi. Prima di chiudere, però, ti chiediamo: Vuoi dire qualcosa agli utenti?

Alice: Io ringrazio davvero tutti, chi ha lavorato con me e chi mi ha sostenuto. Ringrazio tutte le persone che lo leggeranno, io c’ho messo tutta me stessa, davvero, e se vi emozionerò anche solo un pò mi ritengo la persona più felice di tutte. Perchè io mi sono emozionata a scriverlo, col cuore. GRAZIE, grazie Nasreen, grazie a tutti voi 🙂

 

Bene! Non ci resta che ringraziare nuovamente Alice per essersi prestata al nostro interrogatorioGrazie Alice! NdR – e invitarvi ad andare a leggere la prossima puntata del Blog Tour press il blog di

Glinda, L’Atelier del Libri ->> http://atelierdeilibri.blogspot.com/2011/04/speciale-miele-nerotriplo-giveaway.html

 

Lascia un commento

29 risposte a “Blog Tour… “Miele Nero” di Alice Winchester”

  1. mammasuperabile ha detto:

    quindi ha non una ma tre anime che devono essere conquistate… sempre più difficile…

    bellissima la scelta di torino come ambientazione!

  2. […] Approfondimento fonte:  Sognando Leggendo » Blog Archive » Blog Tour… “Miele Nero” di … […]

  3. Zuccherina93 ha detto:

    Che bello!!!! Partecipo! Fin'ora della casa editrice ho letto l'alba della chimera e dark angel. Ho letto degli estratti dei due libri, mi sono piaciuti tantissimo ma mi intriga di più ombra di velluto tra i due.

  4. Marshmallow ha detto:

    Bellissimo Tour che avete organizzato, le interviste non fanno che mettere curiosità all'interesse iniziale doivuto alle trame! Non ho letto niente della Mamma Editori fin'ora quindi spero di iniziare con questi xD

  5. Giada ha detto:

    Sto seguendo tutto il tour e ne sono affascinata! Bellissima iniziativa e soprattutto bellissime le interviste, sono tutte simpatiche! Concorro per Miele Nero spero di vincerlo:)

  6. Erica92 ha detto:

    Mi piace molto la trama di Ombra di velluto, non sentivo parlare di gatti "umani" dai tempi di Luna di Sailor Moon **! gatti a parte, è una trama diversa, mi piacerebbe leggerlo 🙂

  7. Anita Consoli ha detto:

    Salve! partecipo volentieri a questi splendidi giveaway ^^ Sia di "Miele Nero" che di "Ombra di velluto" ho letto recensioni molto positive ^^ Entrambe le trame mi affascinano e sono coinvinta che siano dei romanzi coinvolgenti. Sono pronta a farmi travolgere dai mondi di queste due storie differenti ma molto belle entrambi (adoro sia i gatti che i vampiri *_*). Spero di poter vincere ^^

  8. missmarilux ha detto:

    molto bella questa idea del blog tour *__*

    Allora mentre leggevo l'articolo e l'intervista all'autrice sono rimasta colpita molto dal libro,o meglio dall'impressione che mi ero fatta su Miele nero,quindi volevo partecipare al suo Ga ma poi ho letto sotto di Ombra di velluto *__* sono corsa alla pagina dedicata al libro e non ho potuto far a meno di sperare ardentemente di poterlo vincere XD

    Gatti umani *__*

    dalla copertina alla trama tutto è terribilmente interessante *__*

    e poi da cat addicted non posso non dare la preferenza a questo libro XD

  9. L'intervista mi è piaciuta tantissimo!

    Entrambi i libri mi piacciono ma credo che parteciperò a ombra di velluto, non ho mai letto niente di questa collana,ma credo di stare per iniziare a farlo,con questa bellissima iniziativa mi sono convinta ancora di più di quanto non fossi convinta prima!Questa cosa delle tre anime mi incuriosisce tantissimo!

  10. Simo ha detto:

    Non avrei mai pensato che mi sarei innamorata così tanto di questo genere, certo che la vita ci riserva sempre sorprese. partecipo con piacere, grazie e buona giornata mielosa

  11. pikkolacoco ha detto:

    Della serie ho avuto la possibilità di leggere solo Dark angel di Fanny Goldrose e mi piacerebbe poter leggere qualche alro libro di queste bravissime crittrici a sentire tutte quelle che hanno letto i loro libri 🙂

    Molto bella l'intervista, adoro leggere le risposte degli utori riguardo i loro libri 🙂

    Partecipo al giveaways di Miele nero perchè, non so perchè, ma mi ispira di più 🙂

  12. Arimi ha detto:

    Inizio con dire a Nasreen Bravissima!!!

    Davvero un'iniziativa particolare^^

    E' il primo blog tour a cui partecipo!!

    I libri mi sembrano molto molto belli anche se quello che mi incuriosisce di più è l'ombra di velluto…il personaggio maschile mi affascina soprattutto! Un caro saluto^^

    • Nasreen ha detto:

      Cavolo Arimi io sono più attratta da Miele Nero xD Ci completiamo XD Sono stata felicissima di collaborare con te e le altre, è stato divertente!

  13. Emy ha detto:

    Sia "Miele nero" che "Ombra di velluto" sembrano due romanzi molto intriganti. E' davvero difficile sceglierne uno per il giveaways, ad ogni tappa del blog tour cambio idea e propendo prima per uno…poi per l'altro. Penso che punterò su "Miele nero", poichè sembra un po' meno young adult.

    Complimenti per questa interessante iniziativa 🙂

  14. Yami Sanada ha detto:

    Iniziativa interessante 🙂

    Mai partecipato a un Giveaways, ma mi incuriosisce molto Miele Nero, sia per l'ambientazione torinese che per la storia delle tre anime di Gabriel: quello che l'autrice ne ha detto nell'intervista fa ben sperare. L'estratto non mi convince proprio del tutto, ma visto che sto cominciando a leggere YA… ci provo.

  15. acqua ha detto:

    ciao! partecipo per il libro Miele nero..anche se la scelta tra i due libri è stata molto ardua! diciamo che di entrambi i libri mi intriga la figura del personaggio maschile..uno protegge la protagonista, l'altro la mette in pericolo..

    in bocca al lupo a tutti!!

  16. I love books ha detto:

    ciao 🙂 complimenti per l'iniziativa, davvero notevole!! La trama del libro è interessante e l'autrice mi è sembrata molto simpatica e disponibile, mi ha colpito in positivo il fatto che per ispirarsi ricorre solo alla buona musica!

    Fra

  17. Monica ha detto:

    Io li ho ordinati 5 giorni fa e mi sono arrivati oggi, sia Miele Nero che Ombra di Velluto, ho cominciato con Miele Nero e sono già alla scena del bagno *_*

  18. martina ha detto:

    Ho letto i vari speciale di "Miele Nero" sui blog e a ogni nuova intervista o recensione mi rendo sempre più conto che devo avere questo libro. I protagonisti sono stupendi e prendere Torino come ambientazione mi fa desiderare ancor di più questo libro!! Partecipo incrociando le dita!!

  19. Abyssinian ha detto:

    Molto molto incuriosita, sono un pò contrariata dall'idea di trasformare da trilogia a capitosingolo, amo le storie trilogiche >o<

  20. fabyfantasy ha detto:

    Devo dire che questo libro sembra davvero interessante, specie per una appassionata di fantasy come me!! L'idea di un protagonista con 3 anime mi intriga molto…

    vorrei aggiungere che è solo il mio primo giveaway, ma la trovo davvero una bella iniziativa!!

  21. Jeanclaude ha detto:

    Davvero bello questo romanzo (Miele Nero). Adoro l'idea della cameriera (dato che il mio libro preferito è Ink Exchange di Melissa Marr, e se lo avete letto sapete che Leslie fa la cameriera), e poi la copertina è adorabile. Mi piacerebbe davvero vincere questo Giveaway, ma ovviamente, se non riuscirò a vincerlo, corro subito in libreria a ordinarlo ^^ Complimenti alla scrittrice, davvero simpatica xD

  22. Ingrid-Chan ha detto:

    Sono assolutamente felice di essere venuta a conoscenza di questo concorso. Ho trovato un libro ("Miele Nero") che mi attrae moltissimo. La cosa che mi ha colpita maggiormente e che mi incuriosisce da matti è scoprire qual è la circostanza particolare in cui si trovano a parlare Gabriel e Alissa e che l'autrice, giustamente, non ha rivelato! Ma così mi ha fatta incuriosire! Per non parlare del brano…Sembra quasi di poter vivere lo stesso imbarazzo e agitazione di Alissa. Mi piacerebbe molto leggerlo. Anch'io oltretutto, come la protagonista fra un mese e qualcosa dovrò affrontare i dubbi e l'avvenire successivi al diploma, magari troverò un supporto psicologico nel leggere questo libro 🙂

  23. […] Nero" e tre copie del romanzo "Ombra di velluto" di Alice Winchester. 13/5 Sognando Leggendo Blog Archive Blog Tour… “Miele Nero” di Alice Winchester + Givea… __________________ "Senza cambiare i nostri schemi mentali non saremo mai in grado di […]

  24. radiolinablu ha detto:

    Ma che belle queste interviste!

    Stò notando che il genere fantasy italiano stà andando fortissimo!

    "Miele nero" poi mi ha colpita dalla prima volta che ci sono incappata, amo Torino, la città in cui ho studiato, e muoio dalla voglia di leggere una storia tanto particolare ambientata proprio in quei posti (a dire il vero spero di riconoscere qualche angolo della città dalle descrizioni)

    Ma a proposito di Torino, sarete alla fiera del libro?

    Incrocio le dita per il giveaway!

    Fede

  25. missmarilux ha detto:

    Rieccomi XD

    Prima di tutto vorrei dire che la mia partecipazione al giveaway per Ombra di Velluto è annullata in quanto ,questo libro mi è stato regalato pochi giorni fa (*__*).

    e poi avendo chiesto il permesso al Boss Ovvero Nasreen ,partecipo all'estrazione di miele nero *__*

    Il grande capo ha detto si ( XD )

    Partecipo per un motivo semplicissimo e che è stato detto già più volte:l'urban fantasy sta dilagando anche in italia (era ora direi XD) ed è bello leggere storie ambientate in luoghi che conosciamo e dove magari viviamo!

    quindi ci provo e incrocio le dita U.U

    E poi la trama sembra promettere bene per cui ,tentar non nuoce !! 😉

  26. Kla505 ha detto:

    Che bello questo blog tour!

    Mi piacerebbe tantissimo leggere "Miele Nero" perchè la trama mi affascina molto, è ambientato nella mia città natale cioè Torino e i personaggi sembrano pieni di mistero.. quindi partecipo! :))

  27. paprika ha detto:

    molto carino questo blog tour davvero complimenti!

    la trama di Miele Nero mi attira mi incuriosisce l'idea di un personaggio con tre anime però…adoro i gatti, sopratutto quelli tutti neri e allora tenterò la fortuna con Ombra di velluto XD

    incrociamo le dita!

  28. Nikka26 ha detto:

    La trama di "Miele nero" mi affascina tantissimo! IL protagonista con tre anime, poi è un'assoluta novità su cui mi piacerebbe indagare!

    Apprezzo inoltre l'ambientazione, Torino, una città italiana tanto per cambiare, invece delle solite americane!

    Spero davvero di vincere, grazie della fantastica occasione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi