BlogTour: Recensione Hyperversum Ultimate #6

Hyperversum Ultimate
di Cecilia Randall

La Recensione #6

Eccoci sognalettori con l’ultima tappa di questo magnifico blog tour organizzato per l’uscita del nuovo romanzo di Cecilia Randall: Hyperverum Ultimate. Fino ad ora ci sono stati giochi, approfondimenti, interviste e anteprime ma, oggi, in occasione della conclusione, avrete la possibilità di leggere tutte le nostre recensioni. Usciranno infatti, su tutti i blog partecipanti, le recensioni del romanzo che ci siamo impegnate a leggere per voi.

Giusto per un piccolo recap, ecco qua le tappe che avete potuto leggere in questi giorni:

LE TAPPE DEL BLOG TOUR:

29/03 ~ Su SognandoLeggendo ~ Da Hyperversum a Hyperversum Ultimate
30/03 ~ Su L’angolo di Aredhel ~ Hyperversum Next e Ultimate, un nuovo inizio?
31/03 ~ Su Le Tazzine di Yoko ~ Intervista a Cecilia Randall.
01/04 ~ Su Bookspedia ~ Dreamcast.
02/04 ~ Su La tana di una booklover ~ Quanto ne sai di Hyperversum?
03/04 ~ ➡ Su tutti i blog ~ Recensione del romanzo.

Titolo: Hyperversum Ultimate
Autore: Cecilia Randall
Edito da: Giunti editore || Collana: Waves
Pagine: 480 pg || Prezzo: 17,00€ || ISBN:  9788809831353
Uscita: 29 Marzo 2017 

Trama dell’editore:
Phoenix, Arizona, futuro prossimo. Alex ha deciso: tornerà nel medioevo da Marc, che ora è il primo cavaliere di Luigi IX. Nulla può farla rinunciare al suo amore per lui, nemmeno l’ira di suo padre Daniel e il dolore per il distacco dalla famiglia. Châtel-Argent, Francia nord-orientale, XIII secolo. Mentre al castello fervono i festeggiamenti per il matrimonio di Michel de Ponthieu, Marc e Alex si ritrovano e decidono di sposarsi, ma Ian impone loro di attendere almeno sei mesi, per conoscersi meglio. Durante i due anni di distacco, Marc è cambiato, è diventato un uomo di corte e un campione di guerra, sicuro di sé, quasi arrogante. Alex a volte fatica a riconoscerlo, è smarrita e sempre più spesso finisce per confidarsi con il giovane Richard, che ha una sensibilità più affine alla sua. E le cose si complicano quando Luigi IX affida a Marc una missione delicata, sulla quale grava l’ombra di una nuova guerra: a Dunkerque è stato ucciso un templare e occorre investigare per trovare gli assassini.

 ➡ Trilogia Hyperversum:
1. Hyperversum, 2006
2. Hyperversum, Il Falco e il Leone, 2007
3. Hyperversum, Il Cavaliere del tempo, 2008

 ➡ Trilogia Next Generation:
4. Hyperversum Next, 2016
5. Hyperversum Ultimate, 2017

Link diretti alle recensioni dei volumi dell’universo di Hyperversum.

Recensione

            di Nasreen

Hyperversum Ultimate riprende le vicende di Hyperversum Next, ma con uno sbalzo temporale di due anni. Alex, tornata nel presente alla fine del romanzo decisa a riprendere la sua vita di tutti i giorni e tentare di dimenticare Marc, o quantomeno il suo amore per lui, rimette in funzione il gioco e si rende conto di voler tornare indietro.I figli di Ian. Hyperversum:

Sono passati due anni dal distacco di Alex dal XIII secolo, e nonostante tutto l’impegno messo dalla ragazza per andare avanti, scopriamo che questa non ha potuto far altro che arrendersi ai suoi sentimenti e all’inesorabile realtà: non può e non vuole vivere nel presente se questo implica non poter stare con Marc. Una scelta coraggiosa per una ragazza così giovane, ma che, con il suo iniziale ritorno al presente, ci ha dimostrato concretamente quanto sia maturata in Hyperversum Next.

Cecilia Randall nel precedente romanzo non ci regala un finale da “fan service”, non chiude con “cuoricini” e un incauto “vissero felici e contenti”, la fa tornare nel suo tempo con uno slancio di saggezza – o paura, per alcuni – inusuale per ragazzi della sua età. Speravamo, ma non avevamo la certezza, in un sequel, visto che inizialmente Hyperversum Next ci era stato presentato come un volume autoconclusivo, e indubbiamente siamo stati sorpresi quando è stato annunciato questo nuovo romanzo.

Eccola, Alex, due anni dopo, che ormai certa di sapere cosa sia meglio per lei e per il suo futuro, affronta suo padre e decide di tornare nel passato, da Marc. Il ritorno nel passato reso grazie al gioco di Hyperversum Ultimate, sembra finalmente fornire ai nostri personaggi un mezzo di passaggio stabile fra passato e presente, seppur sempre legato alle due famiglie: i Maayrkas e i Freeland.

Il ritorno di Alex fra le braccia di Marc mi è sembrato decisamente troppo “semplice”. Marc Maayrkas si è mostrato fin dal prologo – ma anche nel precedente romanzo – come un ragazzo orgoglioso, e senza dubbio mi sarei aspettata maggior resistenza da parte sua nei confronti della ragazza che l’aveva rifiutato due anni prima. Mi è sembrato tutto un po’ troppo semplice e, lo ammetto, in un primo momento mi sono trovata a preoccuparmi di come sarebbe stata gestita dall’autrice la vicenda, soprattutto dal punto di vista psicologico. Fortunatamente Cecilia Randall non mi ha mai delusa, e anche questa volta gioca perfettamente le sue carte e si concentra molto, se non sul primo incontro, sul “dopo”, e lo fa magnificamente.

Cavalieri: Alex è convinta di aver capito come gestire la sua vita nel passato, di aver studiato e di essere pronta. È altrettanto sicura che, grazie all’amore, lei e Marc avrebbero potuto superare ogni diversità e barriera culturale e questo è perfettamente tipico di una ragazza della sua età. Perfino Ian, che non è mai stato apertamente contrario alla relazione fra il figlio e la nipote (ricordiamo che Ian Maayrkas e Daniel Freeland sono fratelli, ma per adozione del primo da parte della famiglia Freeland), adesso si trova ad essere preoccupato per i due: Alex è solo convinta di sapere, ma di fatto non sa.

Ed ecco che, di nuovo nella Francia del XIII secolo, la ragazza inizia realmente a vedere e toccare con mano quanto siano diverse le due mentalità, soprattutto quando si è una donna.

Il parallelismo con la prima generazione sorge spontaneo, ma ci si rende conto che non è così semplice poterli comparare, soprattutto perché nel primo caso si narra l’avventura di ragazzi universitari, quindi più grandi del Alex e Marc, e in secondo luogo si parla appunto di maschi. Uomini e donne hanno una fortissima differenza di trattamento nel medioevo e laddove v’era difficoltà per un ragazzo moderno ad adattarsi all’epoca medievale, per una ragazza si sarebbe dimostrato nettamente più complesso.

Marc, "Hyperversum Next": E se da un parte l’evoluzione psicologica dei ragazzi fa da protagonista in questo romanzo, non si può non segnalare che anche l’avventura non verrà dimenticata. Cecilia Randall ci presenterà un nuovo intrigo medievale, curato e avvincente che ci trascinerà pagina dopo pagina fino ad un epilogo che sa come ricompensare ogni nostra attesa.

Ci sarà un terzo libro, non si può che credere fermamente che ci sarà, perché c’è ancora molto da raccontare, soprattutto su Marc, che senza dubbio dovrà affrontare il suo viaggio personale nella mente della fidanzata del 2000 e al quale ancora – speriamo – dovrà essere svelato qualche segreto, soprattutto da parte del padre.

Un romanzo che viene promosso a pieni voti, uno young adult che ci dimostra chiaramente come la qualità, la cura e l’amore per ciò che si scrive esalta sempre l’opera, indipendentemente dal genere che spesso viene trattato con pregiudizio e sufficienza. Hyperversum Ultimate è scritto bene, curato e senza dubbio può essere letto e amato ad ogni età.

Cecilia, con il suo stile e il suo amore per la storia ci ha stregati tanti e tanti anni fa e ancora oggi, con eleganza e abilità, ci prende e trasporta nel suo mondo fatto di cavalieri arditi e principesse che tentano di salvarsi da sole.

Abbiamo votato questo romanzo:

Cecilia Randall: Nata a Modena, dopo aver frequentato il liceo linguistico si è laureata in lingue e letterature straniere presentando una tesi sul Romanticismo tedesco e le sue influenze sulla cultura italiana dell’Ottocento. Dopo la laurea ha ottenuto un master in comunicazione e tecnologie dell’informazione presso l’Università di Bologna. Lavora come grafico e web designer in un’azienda specializzata in servizi per il web e occasionalmente come illustratrice. La sua avventura editoriale è iniziata nel dicembre 2006 con la pubblicazione del romanzo Hyperversum, con il quale si è aggiudicata nel 2007 il Premio Letterario Nazionale Insula Romana (XXX edizione) per la sezione “Narrativa edita ragazzi”. Nell’ottobre 2007 è stato pubblicato il secondo romanzo della serie, Hyperversum – Il falco e il leone e il 14 gennaio 2009 il terzo romanzo, Hyperversum – Il cavaliere del Tempo. Il 19 ottobre 2010 è stato pubblicato il romanzo Gens Arcana, ambientato nella Firenze rinascimentale di Lorenzo de’ Medici. Nel 2016 pubblica “Hyperversum Next”, romanzo collegato alla prima trilogia. La scrittrice ha inoltre partecipato alla stesura delle antologie L’ombra del duomoMutazioni insieme ad altri scrittori, utilizzando il proprio vero nome. Nel 2009 ha dato alle stampe il racconto Angeli e Uomini, nell’antologia Sanctuary. – Sitowebhttp://www.ceciliarandall.it/


⇒ Posted by Nasreen

⇒ Edited by CriCra

Lascia un commento

4 risposte a “BlogTour: Recensione Hyperversum Ultimate #6”

  1. Marco Smeraldi ha detto:

    Giusta conclusione di una perfetta seria! 🙂

  2. Romi Rimiesse ha detto:

    Ciao 😀
    Anche io sono stata molto contenta di sapere che ci sarebbe stata un nuovo volume di questa saga *o*
    Sarà bello vedere, tramite Alex, come si trovava a vivere una donna medioevale. Immagino che di sicuro non sarà per nulla semplice! D:

    • *_Nasreen_* ha detto:

      Indubbiamente non sarà semplice… E lo scopriremo pagina dopo pagina… Ma io sarei MOLTO interessata di vedere come Marc riuscirà a confrontarsi con una donna degli anni 2000.

      Secondo me ci sarà un terzo romanzo XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi