Blood Journals Series di Tessa Gratton [Blood Magic]

Tessa Gratton

Prima di diventare una scrittrice avrebbe voluto fare la paleontologa o la strega. Questo è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.
L’autrice è amatissima in rete, il suo sito è seguito da migliaia di fans.  Tiene un vlog (http://tessagratton.com/extras/vlogs/) e collabora anche a un blog di fiction collaborativa: http://merryfates.com/.

Sito dell’autrice: www.tessagratton.com

Serie “Blood Journals”

1. Blood Magic (isbn:9788856615784)
2. The Blood Keeper, previsto, in America, per agosto 2012
+ eventuali altri romanzi a seguire

Titolo: Blood Magic
Autore: Tessa Gratton
Serie: Serie “Blood Journals” vol. 1
Edito da: Piemme Freeway
Prezzo: 16,00 €
Genere: Adult Fantasy, Urban Fantasy, Magia, Gothic
Pagine: 360 pag.
Voto:

Trama: Silla è disposta a tutto pur di scoprire cosa è successo davvero la notte che i suoi genitori hanno perso la vita, anche a provare gli incantesimi del misterioso libro trovato all’improvviso sulla soglia di casa sua. E poi c’è Nick, il ragazzo che ha incontrato nel cimitero di fianco a casa: anche lui nasconde un segreto e conosce la magia. Uniti dal destino e da una fortissima attrazione, Nick e Silla dovranno combattere contro la presenza oscura che vuole entrare in possesso del libro e di tutto il suo potere.

Recensione
di Nasreen

Il crepuscolo pennellava di ombre il cimitero,
facendone un luogo sospeso tra giorno e notte in un grigio istante bagnato di lacrime…

Blood Magic di Tessa Gratton è il primo romanzo, fortunatamente autoconclusivo, della serie “Blood Journals” in cui la protagonista assoluta è la Magia, o meglio la Magia di Sangue.

Le tinte gotiche di questo romanzo hanno caratterizzato Blood Magic fin dalle prime pagine, catturando l’attenzione del lettore e trascinandolo in un mondo oscuro, avviluppandolo nelle spire di una trama in grado di emozionare ed affascinare.

Protagonisti di questo romanzo sono Drusilla Kennicot, detta Silla, e Nicolas Pardee, Nick. Due adolescenti che, seguendo forze ben più grandi di loro, finiranno per incontrarsi e vedere le loro esistenze intrecciarsi fra le righe di un diario di incantesimi del passato che sembra non volerli liberare dal suo inquietante sortilegio.

Silla era una ragazza popolare, allegra e amata da tutti fino a quando, un anno prima, il padre non decide di uccidere sua madre per poi suicidarsi. La spirale di dolore in cui Silla precipita, benché aiutata dal fratello e dalla matrigna di suo padre, la porta ad isolarsi da tutti, perdere peso e tagliarsi i capelli. Non è rimasto molto della Drusilla di un anno prima, o forse è rimasto tutto ciò che è la “vera Drusilla”.

Il cambiamento sembra aver attirato le malelingue del paese che la vede come la prossima vittima della follia ereditaria che sembra aver colpito il padre un anno prima, e nulla valgono le proteste della ragazza che ancora non crede nella colpevolezza del genitore. Perfino il fratello, che ama profondamente, si preoccupa per lei, dopotutto è stata lei a ritrovare i genitori immersi in un lago di sangue. Perché avrebbe ancora dovuto dubitare della follia del padre?

Il sangue è per lei una vera e propria fobia ma, quando a casa viene recapitato uno strano pacchetto da parte di un anonimo Diacono, nulla la ferma di fronte alla scarica di pura energia che l’attraversa di fronte alle misteriose parole tracciate nel diario ereditato da suo padre.

Un cimitero, un diario, un incantesimo ed il sangue di Silla. La magia avviene e la sua vita si incrocia inesorabilmente con quella di Nick che, casualmente, assiste alla scena rimanendone impietrito.

Tutto ciò che per Silla è novità, vita, potere e magia, per Nick è storia vecchia, già conosciuta e in tutti i modi dimenticata. Il calore del sorriso di sua madre quando, giocando con la magia di sangue assieme a lui, gli pungeva il dito e tutto intorno a lui prendeva vita, ha un sapore troppo amaro, il sapore dell’abbandono.

Silla, Nick e Reese – nonostante la titubanza iniziale – iniziano a condividere il segreto della Magia di Sangue mentre, intorno a loro, i segni di incantesimi di protezione iniziano ad apparire come l’ultima disperata frontiera prima della resa. Da chi voleva realmente proteggerli suo padre? Perché la loro casa è stata protetta da un cerchio? Chi ha veramente ucciso la famiglia di Silla? E perché la madre di Nick, in passato, ha cercato di esorcizzare il padre di Silla e Reese arrivando addirittura ad utilizzare suo figlio come canale di potere?

Qualcuno sembra interessato ad avere il diario e, l’autrice, ci accompagna nella scoperta grazie a delle pagine di diario inserite saltuariamente all’interno nel romanzo, pagine che partono dal lontano 1904. Cosa può aver attraversato i decenni del passato per arrivare ad avvolgere i propri artigli intorno alla famiglia dei giovani Kennicot?

In Blood Magic, nonostante si tratti di uno young adult, ritroviamo finalmente lo spessore, l’accuratezza e la poesia di un romanzo fantasy gothic ben lontano dagli stucchevoli urban fantasy in cui l’unico elemento di interesse sembra sempre essere il fantomatico triangolo amoroso fra i personaggi.

In Blood Magic ci sono sentimenti, sangue, disperazione ma anche magia, potere e speranza. C’è il sinistro battito di ali dei corvi nella notte, c’è l’inebriante potere della magia… E c’è la dolce tenerezza di un giovane amore che, però, grazie all’abilità della scrittrice, assume i toni cupi di un amore attentato dalla dura e dolorosa realtà.

Oltre ad una trama intrigante e diversa dal solito, Tessa Gratton ci delizia con i suoi personaggi, tutti interessanti e perfettamente caratterizzati. Non ci sono forzature, non ci sono macchinazioni per mandare avanti la trama e non ci sono incongruenze.

Silla, con il suo dolore, la sua forza e la sua testardaggine, figlia anche dell’immenso potere ereditato dal padre. Silla con la sua fragilità.

Reese, affascinante fratello maggiore che si prende cura della sorella senza strafare, una forzata gelosia o aria da martire. Reese che ama Silla più della sua stessa vita.

Nick, uno dei personaggi maschili meglio delineati degli ultimi tempi, soprattutto contando che non è stato creato con l’intento di conquistare il cuore delle lettrici ma solo quello di Silla. Un ragazzo che proviene dalla grande città, che non comprende il bigottismo del paese e che è abituato a pensare con la sua testa. Nick che trova la sua anima gemella in Silla, ragazza di cui vuole prendersi cura nonostante, a volte, finisca quasi per spaventarla con l’immenso carico di dolore e fragilità che si porta dietro.

Anche il “cattivo” della situazione ha sicuramente un fascino tutto da scoprire. Un personaggio inquietante, anche se non troppo difficile da individuare; sicuramente d’effetto.

Vincente anche la scelta dell’autrice di dare una duplice voce al libro, nelle persone di Silla di Nick… Ma anche del cattivo stesso che ci allieterà con le pagine di un diario che ci narrerà dell’immortalità, del sangue e del morboso amore per vita di una donna, Josephine.

Un romanzo che non potrà che conquistarvi e trascinarvi con estrema facilità all’interno della sua magia, un romanzo da leggere e gustare, lentamente, pagina dopo pagina.

Lascia un commento

2 risposte a “Blood Journals Series di Tessa Gratton [Blood Magic]”

  1. Arimi ha detto:

    Concordo pienamente!!

    Le immagini sono spettacolari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi