Serie di Cassandra Palmer di Karen Chance [agg.4°libro]

Karen Chance;

Karen Chance è tornata a vivere negli Stati Uniti, a Orlando, in Florida (dove è nata), dopo aver trascorso diversi anni in Francia, Regno Unito e Hong Kong. Dopo una brillante carriera da modella ha deciso di dedicarsi alla letteratura. I suoi romanzi hanno scalato le vette delle più importanti classifiche americane. Cassandra Palmer è entrata nell’immaginario dei lettori e la serie a lei dedicata è ora giunta al quinto volume affiancata da un’altra saga di spin off chiamata “Dorina Basarab, Dhampir“.

Sitoweb: http://www.karenchance.com/

 

Serie di Cassandra Palmer;

1. Toccata dalle Tenebre, 2010 (isbn:9788834716328)
2. Rivendicata dalle tenebre, 2011 (isbn:9788834716878)
3. L’abbraccio delle tenebre, 2011 (isbn:9788834717523)
4. La maledizione delle tenebre, 2011 (isbn:9788834717783)
5. Quinto libro inedito

 

Serie “Dorina Basarab, Dhampir”

1. Midnight’s Daughter, 2008
2. Death’s Mistress, 2009
3. Terzo libro, a seguire

“Elettrizzante e ingegnoso, il primo titolo di una serie che ci riserverà grandi sorprese.”

Booklist

Titolo: Toccata dalle Tenebre
Autore: Karen Chance
Serie: La Serie di Cassandra Palmer
Edito da: Fanucci editore – TIF Extra
Prezzo: 12,90€
Genere: Adult Fantasy, Vampiri, Urban Fantasy, Magia
Pagine: 320 p.
Voto: 3Astelle.png

Trama: Cassandra Palmer ha un dono: riesce a leggere il futuro e a comunicare con gli spiriti. Ma tutto ciò la rende un bersaglio appetibile sia per i vivi che per i morti, e di conseguenza vulnerabile. Di solito i fantasmi non sono pericolosi, parlano molto e hanno voglia di sfogarsi, ma tutto qui. Il problema si pone quando un vivo si interessa a lei e ai suoi poteri… Cassandra ha sempre cercato di evitare i vampiri ma, quando il mafioso dal quale è fuggita ormai da tre anni si mette sulle sue tracce gridando vendetta, è costretta ad allearsi con un essere pericoloso e dannatamente seducente. E se decide di aiutarla non è certo per compassione. Il tempo stringe, e l’ombra dei vampiri incombe di nuovo su di lei, inesorabile. È ora di comprendere appieno la natura dei poteri occulti che tanto influiscono sulla sua vita. Sarà disposta a scendere a compromessi e ad arrivare fino in fondo nel disperato tentativo di salvare sé stessa?

Citazione: «Capii di essere in pericolo non appena vidi il necrologio. Il fatto che ci fosse scritto il mio nome fu certo più di un indizio. […] Rovistai in uno schedario in cerca della mia pistola, mentre leggevo la descrizione beffarda della mia morte cruenta, che sarebbe avvenuta più tardi quella sera. Avevo una pistola, migliore nel mio appartamento, ma probabilmente andarla a prendere non era la cosa migliore da farsi».

 

Recensione:

“Toccata dalle tenebre” è il classico libro che, appena chiusa l’ultima pagina, lascia assolutamente perplessi. Successivamente il lettore potrebbe arrivare a giudicarlo pessimo, ambiguo o incredibile (in base ai gusti) ma in un primo momento continua a essere semplicemente indefinibile.

È un buon libro. Intrigante, sensuale e originale quanto basta per stuzzicare ogni amante del genere Urban Fantasy… Peccato che non tiri fuori il meglio di se stesso! Certo, se non vogliamo considerare la grafica della copertina che assolutamente perfetta con la sua erotica eleganza, per non dire attinenza, per una volta, al libro.

Karen  Chance è un’autrice ironica e dalla fervida immaginazione che, però, si perde troppo nelle elucubrazioni della protagonista fino al punto di risultare noiosa. O di confondere il lettore con le troppe informazioni buttate là, tutte insieme.

Cassandra, infatti, è una protagonista graffiante e abbastanza sveglia che si vede costretta a scambiare continuamente quattro chiacchiere con Morti e Non-Morti senza battere ciglio. Sa fin dove può spingersi e, benché arrivi vicina al limite più volte, è altrettanto consapevole di quale sia il confine da non oltrepassare. Soprattutto quando si ha a che fare con esseri soprannaturali. Piacevole, dunque, l’abbandono dell’eroina senza macchia e senza paura che sta spopolando ultimamente e decisamente poco azzeccata la similitudine con Anita Blake.

Peccato però, come ho già detto, che molto spesso il bisogno dell’autrice di dare informazioni al lettore si trasformi in monologhi senza capo ne coda che spingerebbero chiunque a saltare pagine intere. Leggere passivamente alcuni tratti risulta essere l’unica salvezza di fronte alla mole di informazioni che ci vengono gettati addosso.

Benché la nuova genesi degli esseri soprannaturali della Chance e la loro organizzazione “sociale” necessiti di una certa “spiegazione”– giustificando anche, se vogliamo, l’uso sfrenato dell’infodump – ritengo che in alcuni punti le prolisse spiegazioni abbiano fatto più male che bene creando, oltre confusione, anche il desiderio di saltare le pagine pur di arrivare a un colpo di “azione” che risollevasse la trama.

L’azione, almeno inizialmente, è poca ma, in qualità di primo libro di una saga, mi sento piuttosto ottimista visto la “piega” presa dalla trama nella parte finale.

Nonostante questo elemento negativo posso dire di aver apprezzato Cassandra Palmer e il suo carattere indipendente e scoppiettante. È una ragazza dai grandi poteri che è finita con il crescere in mezzo ai vampiri – mafiosi – dove ha assistito a tutto e di più finché, un giorno, non ha detto basta e se l’è data a gambe. Aiutata, ovviamente, dai suoi amici fantasmi.

Purtroppo, si sa, la pace non è mai destinata a durare ed è per questo che si troverà nuovamente nei casini quando il vampiro dal quale è scappata, e che la rivendica come “sua proprietà”, sembra finalmente trovarla…

Cassandra cercherà di barcamenarsi fra chi la vuole morta, chi la vuole sfruttare, chi la vorrebbe sfruttare e poi uccidere e chi, invece, pare la “voglia” e basta.

E che dire del personaggio di Tomas che, inizialmente, inganna tutti facendo sorgere il dubbio sulla sua “ovvietà” assoluta di vampiro possessivo e innamorato della protagonista (ancora!) per poi sorprenderci con un colpo da maestro?

E Mircea? Affascinante padrone di Cassandra che sembra fare di tutto per proteggerla, quale sarà il suo reale obiettivo? E se per una volta le cose fossero propriamente come sembrano?

Nonostante l’idea del bellissimo e potentissimo vampiro multi centenario che si innamora dell’eroina di turno sia decisamente scontata credo proprio che affronterò la lettura del secondo libro con positività, le premesse per un netto miglioramento ci sono.

Titolo: Rivendicata dalle Tenebre
Autore: Karen Chance
Serie: La Serie di Cassandra Palmer, 2
Edito da: Fanucci editore – TIF Extra
Prezzo: 12,90€
Genere: Adult Fantasy, Vampiri, Urban Fantasy, Magia
Pagine: 320 p.
Voto: 3Astelle.png

Trama: Un recente lascito ha reso Cassandra Palmer l’erede al titolo di Pitia, la chiaroveggente che con i suoi poteri occulti sta a capo del mondo. È una posizione che di solito viene acquisita con anni di formazione, ma le circostanze in cui si ritrova Cassandra sono quantomeno insolite: ha tra le mani una quantità enorme di potere che ogni vampiro e mago in città vorrebbe monopolizzare o annullare, e che lei stessa non osa usare. Come se non bastasse, Cassandra ha appena scoperto che un capo vampiro davvero arrogante sta esercitando delle pretese su di lei, grazie a un potere dirompente che mette in guardia eventuali altri pretendenti, e che potrebbe anche essere all’origine dell’intensa attrazione che sente scorrere tra di loro. Ma Cassie non ne può più di essere trattata come un oggetto, e chiunque ci proverà, da ora in poi, scoprirà che lei sa essere un nemico davvero temibile…

Recensione:

“Rivendicata dalle tenebre” è il secondo romanzo della saga di Cassandra Palmer, la chiaroveggente dai poteri instabili,  amica dei fantasmi e allevata dai vampiri. Un urban fantasy per adulti senza dubbio, dove l’intrigo si mescola perfettamente con il paranormale e qualche accenno di erotico-sentimentale. Una lettura sensuale e adrenalinica.

Come nel primo romanzo, lo stile di Karen Chance risulta un po’ confusionario e decisamente veloce, nonché imprevedibile, potendolo definire impetuoso e burrascoso, dove gli eventi si avvicendano vorticosamente senza un attimo di tregua portando il lettore e rincorrere i personaggi pagina dopo pagina.

Dato che la gran parte dei personaggi e l’ambientazione è stata scrupolosamente descritta in “Toccata dalle tenebre”, il romanzo riesce a ingranare immediatamente, gettandoci immediamente negli eventi che ripartono praticamente da una manciata di giorni dopo la fine del precedente romanzo. La Chance, nonostante ciò, non abbandona l’uso snodato dell’infodump ed è piuttosto facile finire catapultati in uno dei lunghi monologhi interiori della protagonista che finisce per assomigliare sempre di più alla “vecchia” Anita Blake dei primi libri della saga di L. K. Hamilton in quanto a sfacciataggine e autoironia; molti avevano riscontrato tale somiglianza nel primo capitolo della saga, decisamente più lungimiranti e attenti.

Cassandra Palmen, ventitreenne, si ritrova letteralmente “fra capo e collo” l’immenso potere della precedente Pitia, morta subito dopo averle affidato il potere. Nessuno si sarebbe mai immaginato che la poco dotata Cassandra, allevata dai vampiri e del tutto ignara dei compiti di una Pitia, potesse essere l’erede di un Potere del genere e questo non va assolutamente giù a molta gente, lei per prima. C’è chi vorrebbe manipolarla, chi conquistarne i favori e chi semplicemente ucciderla, come nel caso di Myra, la precedente Sibilla candidata e addestrata al ruolo di Pitia.

L’unica alternativa per Cass è scappare da tutti e non fidarsi di nessuno, nemmeno del suo stesso Potere visto che, come la vita stessa le ha insegnato, nulla è gratis e di certo non lo è un potere di quelle dimensioni.

Fra un salto e l’altro nel passato, continui tradimenti e sentimeni contrastanti che continuano a confonderla e irritarla, alla nuova Pitia non resterà che affidarsi all’ultima persona che avrebbe mai preso in considerazione, Pritkin il mago incaricato dal Cerchio di trovarla e ucciderla.

Decisamente migliore rispetto al primo romanzo, nonché più interessante grazie alla centralità assoluta che hanno avuto i “viaggi nel passato” al fine della risoluzione della trama, anche se alcuni elementi sono semplicemente troppo confusi per essere esatti, forse qualche incoerenza dettata dai salti temporali c’è o, molto semplicemente, l’autrice ha ancora degli assi da giocare…

Sempre più ricco di personaggi, creature soprannaturali (perfino mitologiche!), poteri e vicende, in questo secondo romanzo l’autrice sembra aver trovato un ritmo migliore e decisamente più delineato diminuendo alcuni dei difetti presenti e rendendo il libro decisamente più interessante e accattivante.

Lascia qualche perplessità il titolo che, per quanto azzeccato, risultava sicuramente più gradevole in inglese, mentre la copertina è a tutti gli effetti una delle migliori copertine di adult fantasy fra le ultime uscite. Probabilmente non spiccherà per originalità ma è senza dubbio elegante, sensuale e misteriosa, adatta al genere e ad un romanzo per adulti!

Titolo: L’abbraccio delle Tenebre
Autore: Karen Chance
Serie: La Serie di Cassandra Palmer, 3
Edito da: Fanucci editore – TIF Extra
Prezzo: 12,90€
Genere: Adult Fantasy, Vampiri, Urban Fantasy, Magia
Pagine: 448 p.
Voto: 4Astelle.png

Trama: Serie Cassie Palmer n.3

Cassie Palmer ha ormai conquistato il ruolo di Pitia e ora, per riuscire a liberarsi una volta per tutte dal nefasto incantesimo che la lega al vampiro Mircea, deve trovare il Codex Merlini, un antico manoscritto compilato da Merlino in persona. Trovare il Codex non è un’impresa facile: tra mappe false, labirinti sotterranei e maghi che le danno la caccia, Cassie capirà che l’unico modo per raggiungere il manoscritto è tornare nel passato. Finirà così nella Parigi del 1793 in compagnia di Mircea e, tra combattimenti mozzafiato e fughe rocambolesche, farà la propria comparsa anche il mago più potente di tutti i tempi, che reclama per sé l’antico codice magico. Una volta trovato il codice però, la strada è tutt’altro che in discesa: il controincantesimo al geis non funziona affatto, e tutti quanti sembrano dannatamente determinati a mettere le mani su quel manoscritto, non ultimi la Console del Senato dei vampiri, un demone furioso e lo stesso Apollo. E quando la situazione sembra tornare alla normalità, ecco pronte nuove schiere di nemici che si preparano ad affrontare la Pitia…

Recensione

Cassandra è finalmente diventata Pitia a tutti gli effetti, anche se a quanto pare continua a faticare un po’ nel gestire i suoi incredibili nuovi poteri, e continua ad essere nel mirino di quasi tutto il mondo soprannaturale.

Il Senato, il Cerchio, un demone che sembra volerla morta, Apollo che dopo averle promesso di aiutarla continua ad evitare di darle lezioni e il sovrano del popolo fatato, continuano ad ostacolarla in ogni modo possibile ed immaginabile.

Da parte sua, Cassandra ha come unico scopo liberare lei e l’affascinante Mircea dal “doppio geis” che sembra essersi formato legandoli in maniera definitiva e distruttiva l’uno all’altra. Cassandra sa perfettamente che, se cedesse alle lusinghe dell’incantesimo e diventasse “la Pitia di Mircea”, non solo cadrebbe definitivamente ai piedi e alla mercè dei capricci del vampiro, ma finirebbe per fare di loro un bersaglio da annientare visto che il Cerchio non ammetterebbe mai una Pitia dalla parte dei vampiri.

Da parte loro, i Vampiri del Senato sembrano convinti che Cassandra non libererà mai Mircea e che il solo scopo della donna è di attendere la follia del vampiro e quindi la liberazione derivante dalla sua morte definitiva.

Infatti, il geis sembra aver portato Mircea alla pura e semplice follia visto che il precedente salto temporale (secondo libro) ha  permesso a Cassandra di incontrare Mircea 100 anni prima innescando doppiamente il geis che, riconoscendolo, si è nuovamente attivato. Così, Mircea si è trovato a dover convivere con un doppio incantesimo che, allo stato attuale delle cose, lo sta letteralmente consumando e portando alla follia.

Anche se tutti sembrano convinti che Cass debba compiere l’ultima fase dell’incantesimo, lei sa perfettamente che né lei né Mircea sono realmente desiderosi di completarlo. Infatti, Cass sembra essere diventata fin troppo forte grazie alla sua carica di Pitia e questo renderebbe incerto il completamento dell’incantesimo. Chi diverrebbe schiavo e chi padrone? Certamente neanche Mircea è interessato a scoprirlo a sue spese.

Inizia così una corsa contro il tempo (nel vero senso della parola) che porterà Cass indietro negli anni, alla ricerca del famosissimo – e scomparso – Codex Merlini, unico testo che sembra in grado di fornirle il controincantesimo.

Affiancata – o contrastata – dal fedele (ma ne siamo davvero sicuri?) Pritkin nonché da “un Mircea del passato”, Cass finirà nel 1793 con l’unico e vitale scopo di rubare il Codex e apprendere il fantomatico incantesimo prima che il suo Mircea decida di arrendersi alla morte.

I viaggi nel tempo, i combattimenti e i continui “trip mentali” della protagonista avranno lo scopo, questa volta, di rendere il romanzo il più avvincente possibile. Nei precedenti romanzi, l’autrice aveva più volte finito per rendere le interazioni di Cass, con il suo potere e con i viaggi nel tempo, troppo confuse e insensate; questa volta, invece, riesce a non perdere mai il controllo della narrazione e perfino i monologhi interiori della protagonista sono stati lievemente ridotti.

Sicuramente divertente e migliore dei precedenti, sotto tutti i punti vista. A questo punto non ci resta che attendere con ansia il prossimo romanzo per scoprire come andrà a finire fra Cass e Mircea, ora che sono liberi dal fantomatico geis. Sarà amore? Odio? Finiranno per uccidersi a vicenda o l’attrazione esercitata dal geis non era stata altro che l’amplificarsi di un sentimento già esistente? Non ci resta, purtroppo, che attendere.

Titolo: La Maledizione delle Tenebre
Autore: Karen Chance
Serie: La Serie di Cassandra Palmer, n°4
Edito da: Fanucci editore – TIF Extra
Prezzo: 12,90€
Genere: Adult Fantasy, Vampiri, Urban Fantasy, Magia
Pagine: 320 p.
Voto: 4Astelle.png

Trama: Cassandra Palmer ha acquisito l’ambito potere della Pizia ed è ora una potente chiaroveggente, dotata di poteri straordinari, come quello di viaggiare nel tempo e nello spazio. Tuttavia, i suoi nemici non hanno smesso di contrastarla e di desiderarne la morte. La maggior parte dei suoi oppositori dotati di poteri sovrannaturali non vogliono che Cassie agisca in modo indipendente da capo-veggente e non si fermeranno davanti a nulla pur di ostacolarla. Il Senato dei vampiri ha tutta l’intenzione di sostenere Cassie nella sua posizione, ma la loro protezione ha un prezzo molto caro: l’alleanza con il sexy vampiro Mircea, che rivendica il diritto di fare sua Cassie. Ma anche i vampiri hanno difficoltà a proteggere Cassie ora che il sedicente dio Apollo, la fonte del potere della Pizia, ha in mente per lei un piano ben definito. Per salvare la sua vita e il mondo, Cassie sarà costretta a chiudere i conti con il suo creatore una volta per tutte.

Recensione
by Nasreen

È arrivato nelle nostre librerie il quarto libro della serie urban fantasy dedicata alla veggente più potente e sfigata del mondo: Cassandra Palmer.

La nostra povera Pitia, trascinata in questo ruolo complesso dalla precedente Pitia in carica senza uno straccio di addestramento, si ritrova a dover fronteggiare niente meno che il crudele Dio Apollo. Infatti, nel precedente volume, se da una parte riusciamo finalmente ad avere per la prima volta un quadro abbastanza chiaro delle forze in gioco in campo (scopriamo la vera natura del Dio, delle origini di Pritikin, dell’equilibrio del potere delle pitie…), dall’altra ci ritroviamo condividere lo scetticismo della giovane Cassandra: come può una Pitia priva di addestramento vedersela con Apollo?

Cassandra infatti, in barba ad ogni istinto di sopravvivenza, rifiuta di sottomettersi al Dio Apollo e si ritroverà, ovviamente, ad infoltire il suo carnet di nemici. Povera ragazza!

Da una parte riuscirà ad avere un po’ di tregua, infatti il geis con Lord Mircea è stato rotto e il Senato dei Vampiri è dalla sua parte, dall’altra la sua instabilità come Pitia non fa altro che crearle problemi, questa consapevolezza la spingerà a cercare qualche risposta nel passato…

Il romanzo riparte proprio da qui, infatti vedremo la nostra Cass, a spasso nel tempo, alla ricerca della Pitia che l’ha messa nei casini. L’idea sarebbe stata quella di farsi dare qualche risposta, se non altro un piccolo corso accelerato sui compiti, i poteri ed i trucchetti delle pitie, peccato che Agnes non sembra particolarmente felice di conoscere la sua futura (almeno per la ragazza) designata e si limita a spararle. Nel didietro, letteralmente.

Cassandra si ritroverà ad affrontare anche in questo libro una vasta gamma di rocambolesche avventure che la porteranno un passo più vicina all’annientamento di Apollo, anche se con molte difficoltà.

Partner di questa avventura è Pritikin e Lord Mircea verrà relegato nelle retrovie per quanti tutto il romanzo; appare piuttosto chiaro che il triangolo fra questi tre complessi personaggi è ormai ben amalgamato con l’intreccio fantasy. Cassandra risulta essere sposata – almeno per il mondo dei vampiri – con Lord Mircea ma il suo rapporto con Pritikin continua a crescere e, fra un salvataggio e un deliziosamente ilare siparietto (ne leggerete davvero, davvero delle belle!), non potremo non chiederci chi avrà la meglio fra i due uomini. L’autrice per adesso non sembra essersi sbilanciata verso nessuno dei due, ma è ancora presto.

C’è da dire che, nonostante la scarsa presenza, ancora una volta Lord Mircea si dimostra manipolatore e decisamente incline ai sotterfugi, è tutt’ora molto difficile comprendere i suoi veri sentimenti. Se di “sentimenti” si parla, ovviamente.

Ad ogni modo, come abbiamo detto, questa volta tocca a Pritikin ad affiancare Cassandra e l’aiuterà a sfuggire ad una trappola particolarmente ben congeniata del Cerchio, convinto di poter mettere le mani sulla Pitia per farla fuori ed eleggere una ragazza più “controllabile”. Salvataggio che si concluderà con la catastrofica distruzione della sede della MAGIC, con il rapimento dei bambini speciali che Cass aveva portato al Dante’s, strane crisi di gelosia nei confronti di Mircea, Apollo che torna sulla terra, il Senato che sembra – stranamente! – collaborare e tanto altro.

Un altro volume che, confermando l’impennata positiva del terzo libro, riconferma la validità di questa serie. Se nei primi due libri la confusione regna sovrana e annienta un po’ la determinazione del lettore, in questi due romanzi, seppur sempre sensibili agli infodump e allo stile poco concreto dell’autrice, il lettore riuscirà comunque a destreggiarsi fra gli svariati personaggi (che vanno a delinearsi sempre maggiormente), gli schieramenti ed i vari salti spazio-temporali.

Sarà un volume decisamente rivelativo, questa volta, per quanto riguarda la famiglia e la natura stessa di Cassandra Palmer. Le risposte saranno molte e, alla fine, molti nodi verranno al pettine lasciandoci, per una volta, soddisfatti.

La serie può senza dubbio migliorare e, viste le premesse, le conferme non tarderanno ad arrivare; da leggere ed apprezzare. Un plauso particolare va alla casa editrice Fanucci per il prezzo incredibilmente vantaggioso e la copertina molto “matura” dai toni più americani e sicuramente lontana dalle banalotte  e spesso imbarazzanti cover italiane. Ottimo!

***In Aggiornamento***

Lascia un commento

0 risposte a “Serie di Cassandra Palmer di Karen Chance [agg.4°libro]”

  1. […] di Cassandra Palmer – [Adulti] – [Recensioni Libri] – [ […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi