Cera una volta… In My Mailbox!

Cera una volta… In My Mailbox!

Storia di un progetto folle.

 

Visto che sono anche io un membro dello staff del progetto In My Mailbox, ho deciso di dire la mia. In tutta sincerità, ragazzi, dipendesse da me non ci sarebbe proprio niente da dire al riguardo ma, dato che le alcune mie colleghe si sono sentite toccate da queste “voci”, ho ritenuto giusto intervenire. Forse la questione è che non so stare zitta quando qualcosa non mi va giù quindi ho deciso di raccontarvi qualcosa in proposito di questo benedetto e controverso progetto.

In My Mailbox è un progetto AMERICANO che alcune blogger Italiane hanno deciso di riportare qua, da noi, nella speranza di smuovere un po’ i rapporti, fino ad allora piuttosto rigidi, con le Case Editrici (CE). In America le CE hanno compreso da tempo quanto potere ci sia nel coltivare l’amicizia dei blogger. Quanta pubblicità gratuita! Quanto potere c’è nel passaparola!

Anche in Italia alcune case editrici hanno tentato alcuni timidi passi per venire incontro ai blogger, noi non pretendiamo di avere tutti i meriti in questione. Il nostro scopo era quello di coltivare, con calma, la fiducia delle CE e dimostrare con il lavoro e la precisione che sì, di noi Blogger si può fidare!

E’ stato per questo motivo che abbiamo deciso di unirci in un unico grande staff formato da sette blogger il 31 Agosto 2010 e di lanciare questo progetto. Abbiamo costruito un sito, una casella comune, comunicati, banner… Insomma, ci siamo date da fare! La sottoscritta per una settimana ha fatto mattina (nel vero senso della parola) per costruire un sito decente, per stendere dei regolamenti. Anita Book, Keira, Yuko contattavano, invece, le CE presentando il progetto, rispondendo a domande e delucidazioni… Insomma per farla breve ci siamo fatte un mazzo tanto per renderlo “operativo entro settembre”.

Siamo andate alla cieca, abbiamo pensato che visto che le CE sembravano un po’ diffidenti dovevamo offrire qualcosa di più, rispetto all’America, per conquistarle. L’abbiamo fatto, ci abbiamo provato e abbiamo atteso con il serio intento di far accedere al nostro staff altri membri non appena le cose avessero preso la giusta piega.

Perché tutta questa storia? Semplicemente perché sono costernata dalla piega che hanno preso le cose NON con le Case editrici ma con le nostre stesse colleghe Bloggher! E’ inaudito!

L’Invidia dilaga, è un dato di fatto, e tutte noi siamo perplesse di fronte a questi atteggiamenti.

C’è chi ci ha accusato di essere delle monopoliste, di essere una classe d’élite, di essere egoiste… E la risposta che ho sempre dato alle mie colleghe è: Ignoratele. Non sanno, non conoscono e aprono bocca solo per darle fiato.

Poi ci ho riflettuto e il “ritiro” di Anita Book dopo alcuni spiacevoli scambi di opinioni sul suo blog mi ha dato da pensare. Vogliamo scommettere che il progetto affonderà proprio perchè la gente apre bocca e gli da fiato?

Vorrei dire due cose a queste persone che, tanto per la cronaca, prima di emettere anidride carbonica inutilmente (o muovere il mouse come in questo caso) è bene essere informati. Ma dato che qua, informarsi, sembra un optional, ci penso io, va bene?

1) Cosa più importante in assoluto. Il progetto NON E’ STATO INVENTATO DA NOI, è di una blogger Americana che, ovviamente, è stata informata del nostro tentativo e che ci ha fatto tanti auguri, felice che la sua idea sia arrivata in Italia. Cosa consegue da questa cosa? Semplice. TUTTI voi potete prendere, aprire un post e chiamarlo “IN MY MAILBOX”. Nessuno vi tronca le manine, nessuno vi urlerebbe contro e, anzi, era proprio questo lo scopo del progetto! Sperare che altre blogger decidessero di seguirci!

2) Da settembre a oggi sapete quanti libri “gratis” ci sono arrivati? Facciamo una media, forse 15? Esagero? Non so, non ho tenuto i conti. Di fatto, però, vorrei che tutte voi vi ficcaste in testa che NON E’ un vezzo per avere libri gratis!!! Chiaro il messaggio? Avete idea di quanto sacrificio ci voglia per organizzare Giveaways, recensire, rispettare le scadenze, fare interviste, progetti, comunicare con le case editrici… Un blog non è un “prendo un libro e quando ho voglia leggo e recensisco”. Un blog è impegno, è passione ed è amore per i libri; a volte è capitato perfino di dover leggere un libro che, in quel momento, proprio non ci andava giù. Chi è un vero lettore sa che vuol dire, a volte capita che un libro, benché bellissimo, non sia nelle nostre corde. Ripeto, capita. Quindi no, non siamo stronzette egoiste che voglio tutto per loro!

3) Il progetto era in rodaggio e qualcuno ha avuto il coraggio di dire “Ah! Dopo BEN due mesi non hanno ancora aperto l’accesso alle altre!”. Ah, che carine! La vostra ingenuità mi fa quasi commuovere! Ma credete davvero che io e le altre non abbiamo una vita al di fuori del PC? Ma dove avete nascosto l’ultimo neurone che abitava nei vostri adorabili cervellini? Abbiamo una vita e, per chi non lo sapesse, Ottobre e Novembre è mese d’esami! Io lavoro, studio e seguo il blog e sì, lo ammetto, mangio e dormo pure, qualche volta! Cosa credevate? Che nel giro di 15 giorni avremmo avuto le caselle strapiene e il progetto avrebbe preso a correre sui binari dell’Infinito? Beh, ho una brutta notizia per tutte: non è così che vanno le cose nel mondo. Ci vuole pazienza e perseveranza. Come ha detto anche Keira, ci siamo rese conto che alcune cose non andavano bene e ci siamo messe al lavoro appena possibile per semplificare il progetto che stava risultando troppo complicato. Conseguenza? Non abbiamo ammesso altre persone, non potevamo, non ancora. Ma dobbiamo rendere conto a voi? No, in effetti non dobbiamo. Ma una domanda: vi abbiamo nel frattempo impedito di muovervi liberamente e attuare la vostra rubrica? NO. MAI. NESSUNO DI NOI. Che sia chiaro una volta per tutte! Non siamo qua alla ricerca del Monopolio del progetto. Non è nostro diritto come non è nostro desiderio.

4) Anita Book, come avete potuto notare, ha la sua rubrica, tranquillamente. NON E’ UNA CONCESSIONE CHE LE ABBIAMO FATTO. Era suo DIRITTO fare la rubrica come più le andava e l’ha fatto. Chiaro? Come potete fare anche tutte voi. TUTTE. Prendete le vostre manine, aprite la vostra casella e-mail e contattate le case editrici, vi presentate, presentate il vostro blog e sperate che vi rispondano. Perchè, non è che noi scocchiamo le dita e i libri si materializzano da noi! E che cavolo!

5) Tengo a precisare anche un’altra cosa: in America ogni blogger FA PER SE. Non sono una comitiva o una staff. Noi, dato che dovevamo portare questo progetto in Italia e, come spiegato, non eravamo pienamente consapevoli della mole di lavoro che avremmo dovuto sobbarcarci (visto che, ripeto, abbiamo una vita), abbiamo deciso di fare un gruppo staff. Ma è una nostra scelta personale, chiaro? E, spero, sia altrettanto chiaro il motivo per cui non possiamo prendere gente a casaccio e farla accedere! Condividiamo file con i nostri indirizzi, condividiamo account di Anobii ecc ecc… Ma, ripeto, è stata una nostra scelta ed è altrettanto ovvio che è nostro diritto decidere chi, come, quando e se ammettere nuova gente.

Accusarci di fare del classismo, come se ci sentissimo Dio solo perchè abbiamo dei blog (ma per favore!), non è piacevole visto che abbiamo lavorato e faticato ANCHE per tutti voi nella speranza di muovere le cose in Italia. Ci abbiamo provato e ci abbiamo creduto e vedere questa acredine, l’invidia e blogger che dicono di “sentirsi esclusi” (da cosa poi?) non è piacevole, non ci piace e sì, nel mio caso, mi fa arrabbiare!

E’ più facile criticare e attaccare piuttosto che muoversi e cercare di attuare il progetto per conto proprio? Forse, anzi, sicuramente.

Un ultima cosa e poi chiudo questo post chilometrico perchè, detta in tutta sincerità, ho di meglio da fare che ricucire l’ego ferito di chi critica e NON HA NEANCHE LA FACCIA DI FIRMARSI. Le cose non si fanno da sole ragazze e attaccare chi si muove per fare qualcosa, indirettamente anche a vostro vantaggio, è quanto di più idiota potreste fare.

Buona Domenica

Tante Care Cose

Nasreen

 

 

P.s. E per tutti coloro che vedono Anita Book come una “nuova martire”… Crescete! Nessuno vi ha vietato e/o negato nulla! Il fatto che VOI peccate di ignoranza non dipende da noi. Chiunque con un po’ di conoscenze e logica avrebbe saputo che POTEVATE SEMPRE e comunque fare una propria rubrica.

 

Tags:

Lascia un commento

21 risposte a “Cera una volta… In My Mailbox!”

  1. AnitaBook ha detto:

    A tutti coloro che leggeranno questo post.

    A te, Nas, per la pazienza e lo spirito combattivo.

    A chi già sa e a chi saprà.

    Io, Anita Book, sono pienamente e indiscutibilmente a favore di ogni singola parola, di ogni singola virgola, presente in questo articolo. Il progetto In My Mailbox è frutto di intensa collaborazione, di passione e dedizione, di sacrificio e responsabilità. Non abbiamo mai osato imporre legge; semplicemente, cercavamo di valutare idee con scrupolosa attenzione, per non commettere, poi, imprecisioni o generare maggiori complicazioni. Io sono uscita per ragioni che escludono il progetto e lo staff. Sono uscita per mie scelte e mie difficoltà. Non è mai stata mia intenzione quella di screditare il lavoro delle altre, e che ha coinvolto anche me fino a poche settimane addietro; non è mai stata mia intenzione salire su piedistalli o accaparrarmi meriti che non mi appartengono.

    Ecco, ci tenevo a spiegarvi.

    Anita

    • Nasreen ha detto:

      Grazie tesoro! Ah, per la precisione… Non ho minacciato Anita Book con un coltello per questo commento. Sia chiaro!
      A te, Anita, ti dico di farti coraggio… <3<3<3<3<3

  2. Margaret Gaiottina ha detto:

    Che amarezza leggere queste parole, il racconto delle tante difficoltà che deve incontrare chi ha un minimo di iniziativa a questo mondo!Io trovo che sia un gran lavoro quello che fai ty Nasreer e come te tante altre ragazze…

    • Nasreen ha detto:

      Grazie cara! Noi ci proviamo, facciamo del nostro meglio. Ma a volte viene voglia di scuotere le persone nel tentativo di sentir suonare un briciolo di materia grigia. E' demoralizzante. Davvero O_O

  3. Sabina ha detto:

    Ciao, io non vi conosco tutte ma ritengo che la vostra iniziativa sia veramente lodevole per diversi motivi: l'impegno, il tempo che dedicate, i premi che mettete a disposizione, le anteprime sulle uscite, etc etc etc. Ritengo che prima di muovere accuse o recriminare sulle iniziative altrui le persone dovrebbero farsi un piccolo e forse non tanto piccolo esame di coscienza. Detto questo il consiglio che vi posso dare è continuate per la vostra strada come diceva Dante "non ti curar di loro ma guarda e passa".

    Per quanto mi riguarda vi dico solo questo: GRAZIE!!!

    Sabina

    • Nasreen ha detto:

      Ti ringrazio del sostegno Sabrina, è un gran conforto vedere che non tutti sono partiti per la tangenza dell'invidia. Che poi, sinceramente, invidia è una parolona secondo me. Alla fine basta rimboccarsi le maniche e impegnarsi… Non è che noi riceviamo qualcosa (preciso, da valutare) perchè siamo belle! Cioè, le ragazze sono belle, ma le CE le contattano perchè sono brave, si impegnano tanto e sono sempre pronte a collaborare. ^_^

  4. Arianna1989 ha detto:

    Ciao Nasreen ^_^

    Come ben sai sono stata subito dalla vostra parte appena avete propagandato questa iniziativa e una tra le tante a chiedervi di farne parte 😀

    Come all'epoca reputo che questa vostra iniziativa sia davvero lodevole, un'impegno costante sia da parte vostra che un comportamento davvero lodevole da parte delle Case Editrici che vi sostengono o dagli stessi autori dei libri che vi propongono i loro libri…

    Io non sono tra le persone che hanno commentato perchè se voglio dire una cosa la dico parlandone apertamente e facendo visualizzare il mio nome come in questo caso… sbandierare nel modo in cui hanno fatto loro (privatamente e come un gregge di pecore impazzite) mi sembra eccessivo e per niente educato…

    Nonostante tutto sono anche io tra le persone che provano invidia per il vostro lavoro… chi non lo proverebbe… ma non invidia perchè voi si e noi no… forse in parte si.. dopotutto siamo umani 😀 ma invidia anche per il bellissimo progetto che siete riuscite a realizzare…

    Anche a me hanno commentato in modo brutto e non pubblicamente su recensioni che ho scritto, anteprime che ho pubblicato o magari anche solo per il mio modo di esporre le cose… infatti non riesco a completare le frasi senza delle faccine 😀 è più forte di me che ci devo fare… ma sinceramente un tale accanimento è del tutto insensato…

    Quindi, dopo questo piccolo mio poema sotto il tuo grande poema xP la mia impressione è questa… va bene che i commenti fanno male, va bene che le offese gratuite danno fastidio… ma se voi credete fermamente nel vostro progetto e non vi lasciate scoraggiare siete delle vincitrici… e questo non solo per quanto riguarda il blog o altro… ma anche per la vita reale ^_^

    Complimenti ancora a tutte voi per la bella iniziativa… Nasreen, Anita Book, Yuko86, Alessandra e Keira

    Continuate così che siete fantastiche… non fatevi scoraggiare ^_^

    Un bacio e un forte abbraccio a tutte

    Arianna

    • Nasreen ha detto:

      Ari! Tesoro mio! Ma te sei praticamente una sorella blogger per tutte noi ormai! Sappiamo bene che se hai qualcosa da dire ce lo dici, i canali di comunicazione non ci mancano! Capisco cosa vuoi dire quando parli di "invidia", credimi, ed io infatti personalmente me ne sarei bellamente fregata MA, dopo le offese, non mi sono più trattenuta. Non mi lascio insultare gratuitamente.
      Fra noi non ci sono problemi, solo che non sono per subire con la testa china questi atteggiamenti. Immagina poi arrivare a giustificarli! Io non giustifico, mai. Ed è innegabile che tu, in qualunque momento potresti aprire la tua rubrica e, un domani, anche entrare a far parte dello staff… Ma quello che non capiscono è che non è entrando a far parte dello staff che li porterà a crescere o a poter fare In My Mailbox. E' tutto il contrario! La Rubrica settimanale e il Progetto "In My Mailbox Staff" è un'altra.
      Il progetto esiste per essere individuale… Noi ce lo siamo organizzato così, per scelta personale.
      Ma nessuno ha mai proibito nulla e, scusa la presunzione, ma se si apre un blog un minimo di conoscenza di ciò che si può fare o meno si dovrebbe avere, no?

      Ecco perchè a nessuna di noi venuto in mente di dire "Oh, potete aprire la vostra eh…"
      Sarebbe stato come dire "Per andare al bagno alzate la mano e chiedete il permesso alla maestra…" Certe cose si sanno…

  5. tanabrus ha detto:

    Persone idiote e invidiose di chi si sbatte, si impegna e arriva a ottenere qualcosa ci sono sempre state e sempre ci saranno.

    Se sono arrivati questi commenti anonimi, vuol dire che state facendo un ottimo lavoro: fosse stato una fesseria non vi avrebbero degnato del loro tempo, mica possono fare le ochette invidiose (o i troll invidiosi) con chiunque!

    Tenete duro, fregatevene e andate dritte per la vostra strada. Che mi sembra si stia rivelando una bella strada 🙂

    (Tra l'altro, pure io in fondo in fondo sono invidioso del progetto. Ma visto che tanto non riesco nemmeno a star dietro alla mia coda di lettura, nemmeno ci ho pensato a chiedere l'annessione… ci vuole un bello spirito di sacrificio per mettere da parte magari la lettura che si vuole fare per leggere e recensire il libro inviato dalla CE o dall'autore, sopratutto se magari non è neanche il tipo di libro che ci interessa o che si addice al momento che si sta passando. Magari è questo che certa gente non capisce: il tempo a disposizione è poco, e non è da tutti decidere di spenderlo con alcuni libri inviati invece che con quelli che si stanno puntando magari da tempo.

    Io mi limito a fare il "fan" dell'iniziativa e ad augurarvi in bocca al lupo per il proseguio dell'operazione… avanti così che state andando forte!)

    • Nasreen ha detto:

      tanabrus! Ma grazie per il tuo sostegno! e' innegabile che abbiamo commesso degli errori, il progetto ha un paio di mesi (fino a metà settembre inoltrata le case editrici erano in vacanza…) e che vada "raddrizzato". Ma da lì ad arrivare alle offese ce ne passa. Grazie per le belle parole, per la fiducia e la sincerità! L'invidia è umana… Succede a tutti xD
      Crepi il lupaccio maledetto 😉

  6. girasonia76 ha detto:

    Non ho capito bene cosa sia successo, però sento di dire una cosa. Il vostro progetto non crea invidia, ma AMMIRAZIONE.

    Se vi invidio è nel senso buono, cioè che vi ammiro per quello che riuscite a fare da voler essere in grado anch'io di farlo, e per me questo vuol di ammirarv. Giro tra i vostri blog e ne esco sempre colpita, affascinata, incuriosita.

    Siete in gamba e chi dice diversamente lo fa per cattiveria. Continuate così!!!

  7. Arianna1989 ha detto:

    Oramai mi conosci bene xP

    Ma si 😉 lasciali rosicare… quando si sono stufati o la cosa non gli interessa più perchè dopo tempo come si dice per i vestiti "passa di moda" inizieranno a sparlare su altro…

    • Nasreen ha detto:

      Dici? xD vuol dire che ora siamo di moda?°___° IO non ho mai seguito la moda da quando sono nata ed ora sono di moda XD ahahaha dai, è stupendamente paradossale! ^^

  8. Vocedelsilenzio ha detto:

    Mi sto accorgendo ora del polverone nato in quest'ultimo periodo e, beh, non so bene cosa dire.

    io sono assolutamente contrario alla maleducazione, ai cattivi comportamenti, ecc. Credo che parlare educatamente sia sempre la soluzione migliore, anche perché è più facile capirsi.

    Detto questo, credo anche che, per quanto la cosa debba essere assolutamente libera, come hai più volte sottolineato, ritengo anche che un certo 'ordine' ci debba essere, nel senso che se tutti lo facessero per conto proprio, le CE sarebbero invase da richieste e presentazioni da ogni tipo di blog, facendo così affondare tutto. Per questo io ho inoltrato una richiesta al vostro progetto, per esempio. Credo sia importante, ma è un mio punto di vista, che il tutto non sia un mare di caos…

    Credo che capire questo sia importante per il lavoro di tutti.

    Poi, ripeto, la maleducazione va sempre contrastata. A volte basta porre delle domande per ricevere delle delucidazioni.

    Io non posso che ringraziare Nasreen, Anita, Yuko, Keira e Alessandra che sono sempre state gentilissime nei miei confronti per qualsiasi tipo di richiesta avanzata. Fanno un lavoro magnifico.

    • Nasreen ha detto:

      Ciao Voce!!! Che bello leggerti ^_^ SOno felice che tu la pensi come me. Nessuno ha proibito niente a nessuno ma, di fatto, l'assalto che le CE riceveranno da bimbe più o meno capaci non faranno altro che rovinare tutto e farle chiudere di nuovo a riccio. In America una novità costa 9/11 $, c'è proprio un'altra mentalità. Sono disposti a collaborare perchè ne riconoscono l'utilità ma, sinceramente, anche perchè sono gli stessi blogger a darsi una regolata. Per questo abbiamo cercato, all'inizio di dare un'impronta più organizzata… Perchè sappiamo che da noi tutta questa consapevolezza non c'è. Non c'è perchè un libro nuovo costa 25€ (di un esordiente, che sciocchi!), perchè le CE facendo così hanno reso i libri un bene di lusso spingendo i lettori ad essere "affamati" e proprio perchè, come abbiamo visto, se è possibile saltare alla gola senza riflettere i nostri adorati connazionali lo fanno.
      Che peccato.

      Grazie per la fiducia Voce! *_____* Ma alla fine siamo ragazze non "padroni", è bello sapere che alcuni si vedono come esempi ma, davvero, noi siamo proprio alla mano xD

  9. Vocedelsilenzio ha detto:

    La mia paura è proprio questa, che le case editrici vengano sommerse e quindi decidano di smettere a fare quello che stanno iniziando a fare.

    Certo, hai perfettamente ragione sulal questione prezzi, però, appunto, non si può assaltare con prepotenza…

    So che siete ragazze normalissime ma appassionate. Siete esempi per questo.

    • Nasreen ha detto:

      Già, Voce, ma di fatto non possiamo proprio fare nulla. Ci abbiamo provato a tenere le cose sotto controllo, e non per egoismo. Si sono rivoltate contro. A questo punto non abbiamo di fatto mai avuto nessun potere ma ora ancor meno. Come Rubrica non possiamo far valere nessun diritto. Come ideatrici del Progetto In My Mailbox Staff sì, e non serve a molto.

      Non ci resta che sperare. Che peccato.

      Che poi, a ben pensare, anche mesi fa c'erano comunque ragazze e ragazzi che comunicavano con le Case Editrici e che ricevevano romanzi da valutare…. Non è che abbiamo MAI avuto nessuna forma di monopolio XD

      Bah… Speriamo, che ne dici?

  10. Vocedelsilenzio ha detto:

    Beh, ovviamente io spero che le CE accontentino tutti e il mondo divenga un luogo più felice! 😀

    Lo so, capisco cosa vuoi dire… speriamo…

  11. MaryG90 ha detto:

    I vostri bellissimi progetti e blog mi hanno ispirato a creare il mio personale, se pur giovane e non ricco come il vostro, piccolo blog e non potrei esservene più che grata. L'invidia, quella negativa che non è di stimolo per fare qualcosa in più, è una brutta bestia! Ribadisco il mio pieno appoggio per questa bellissima iniziativa In My Mailbox, pur non facendone parte direttamente, ma solo come sostenitrice 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi