CinemaMania: oggi parliamo di ‘Cinquanta sfumature di Nero’

cinemamania

Immagine5

CinemaMania

le pellicole che – dicono – stanno sbancando al botteghino

Cinquanta sfumature di Nero

 

cinquanta sfumature di nero

Titolo: Cinquanta sfumature di Nero
Regia: James Foley
Sceneggiatura:  Niall Leonard
Genere: Erotico, Romantici
Durata: 1 ora, 58 minuti
Interpreti:
Jamie Dornan
  Christian Grey
Dakota Johnson Anastasia Steele
Kim Basinger Elena Lincoln
Bella Heathcote Leila Williams

Nelle sale italiane dal: 9 febbraio 2017

Trama: Jamie Dornan e Dakota Johnson tornano nei ruoli di Christian Grey e Anastasia Steele in Cinquanta sfumature di nero, il secondo capitolo tratto dalla serie di successo e fenomeno mondiale “Cinquanta sfumature”. Quando un addolorato Christian Grey cerca di persuadere una cauta Ana Steele a tornare nella sua vita, lei esige un nuovo accordo in cambio di un’altra possibilità. I due iniziano così a ricostruire un rapporto basato sulla fiducia e a trovare un equilibrio, ma alcune figure misteriose provenienti dal passato di Christian accerchiano la coppia, decise ad annientare le loro speranze di un futuro insieme.

Immagine5

Recensioneùdi Reika Sanjio

 

È inutile che ce la raccontiamo, quando si tratta delle cinquanta sfumature che siano grigie nere rosse o giù di lì, soprattutto noi donne ma anche qualche maschietto, arricciamo il naso in segno di disgusto ma alla fine ci caschiamo. Ebbene sì, anch’io ho arricciato il nasino, ma un tedioso sabato pomeriggio sono andata al cinema a vedere il  secondo capitolo di questa trilogia letteraria tanto discussa. Lo ammetto i libri non sono così male come i film. Anzi il primo libro mi è piaciuto, il secondo l’ho trovato accettabile il terzo, mi dispiace, orribile.

Nella versione cinematografica mi aspettavo qualcosa di più, invece anche in questo secondo film la delusione è stata cocente.

Il film è terrificante, meno del precedente, ma pur sempre terrificante.

Chiariamo, chi va a vedere questo genere di film sa che questo non vedrà mai un oscar neanche col cannocchiale. Non ci sono attori degni di tal nome, neppure una Kim Basinger nel ruolo di Elena Lincoln, alias Misses Robinson, riuscirà ad alzare il tono della pessima interpretazione degli attori, dei pessimi dialoghi e dell’espressività praticamente inesistente. Allora che cosa ci spinge ad andare a vedere questo film? La poltrona comoda? L’opportunità di potersi ingozzare di pop corn? No,

 è la favola quella che andiamo a vedere.

Il sogno di ogni ragazza della porta accanto. In questo film ci viene mostrata (male) la realizzazione del sogno che ognuna di noi ha, quello di riuscire a guarire l’uomo dai propri mostri interiori. Se poi l’uomo è un giovane strafigo milionario, con un elicottero tutto suo, una flotta aerea e un attico per cui ucciderei, la cosa si fa ancora più interessante. Per la maggior parte delle donne si intende, gli uomini secondo me ci vanno solamente perché costretti dalla loro compagna o per vedere un paio di tette e due schiaffi sul culo.

cinquanta sfumature di nero

“Tu mi hai insegnato a scopare, ma lei mi ha insegnato ad amare.”

Questo film piace perché è banale,

perché è incentrato sul sesso, quello che segretamente vorremmo fare tutte, che ti viene spacciato come bdsm, ma che di fatto non ha niente di tutto ciò, che Mr. Grey non si sa bene in quale punto del film, passa dal sadomaso (si fa per dire) al sesso vaniglia senza colpo ferire.

cinquanta sfumature di grigio

Primo: io non faccio l’amore; io fotto… senza pietà. Secondo: ci sono molte altre scartoffie da firmare. Terzo: non sai cosa ti aspetta. Sei ancora in tempo per dartela a gambe. Vieni, voglio mostrarti la mia stanza dei giochi.”  Cinquanta sfumature di Grigio

cinquanta sfumature di nero 1

Anastasia Steele. Ti amo. Voglio amarti, curarti e proteggerti per il resto della mia vita. Sii mia. Sempre. Condividi la tua vita con me. Sposami.” Cinquanta sfumature di Nero

Per il resto che dire, Ana Steele, in questo secondo film mi sembra lievemente ingrassata rispetto al film precedente, la pettinatura resta sempre quella terrificante del primo, ma va messo in evidenza che almeno in questo film le è stata fatta una ceretta alle gambe e ci viene risparmiato il triste spettacolo di vedere una scena erotica con l’attrice coi peli nelle gambe, e comunque concordo in pieno con un commento trovato in rete: Anastil, la pronuncia italianizzata del nome della protagonista ricorda una crema antiemorroidaria.

Detto ciò sono sicura che anche questo secondo film avrà la sua fetta di pubblico. Attendiamo con ansia (si fa per di dire), la conclusione di questa trilogia che tutti dicono di disprezzare ma che in fondo piace.

Curiosità

Niall Leonard sceneggiatore del film è il marito di E.L.James, autrice dei romanzi

– Reika Sanjio

Editing by CriCra

Lascia un commento

Una replica a “CinemaMania: oggi parliamo di ‘Cinquanta sfumature di Nero’”

  1. *_Nasreen_* ha detto:

    Penso che vivrò benissimo senza vederlo XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi