I casi del tenente Eve Dallas di J.D. Robb [Soltanto un sorriso #4]

Serie Eve Dallas

di J.D. Robb

autrice

J.D. Robb è lo pseudonimo creato dalla notissima scrittrice Nora Roberts per “staccare” e scrivere romanzi fuori dal genere sentimentale per i quali era conosciuta. Con questo nome ha firmato una serie interessante di thriller particolari che mescolano fantascienza, giallo, romance e noir creando qualcosa di veramente unico. Codice cinque, pubblicato nel 2004 dalla Editrice Nord, è il primo della serie a firma Robb.

Sito: J.D.Robb

serie1. Codice Cinque (isbn: 978-8842913191)
2. Doppio delitto (ibsn: 9788842913757)
3. Il fascino dell’inganno (isbn: 9788842914266 )
4. Soltanto un sorriso (isbn: 9788842914921)

Clicca sui link sovrastanti per leggere le altre recensioni dei libri della serie.

datilibro

Il Corsaro NeroTitolo: Soltanto un sorriso
Autore: J. D. Robb (Traduttore: Cerutti Pini D.)
Serie: Eve Dallas #4
Edito da: TEA/NORD
Prezzo: 8,90€/18.60 €
Genere: Rosa Crime, Mystery, Sci-Fi, romantic suspence
Pagine: 359 p.
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/2Astelle.png

Trama: Eve Dallas, tenente della squadra Omicidi di New York, ha coronato l’appassionata relazione con Roarke, miliardario affascinante ed enigmatico: i due si sono sposati e si trovano ora in luna di miele. Ma l’idillio viene bruscamente interrotto: un giovane impiegato dell’albergo presso il quale Eve e Roarke soggiornano viene trovato impiccato. Sembrava una persona serena, con una vita ricca di soddisfazioni, eppure gli indizi sono inequivocabili: si è trattato di suicidio. Poco tempo dopo, una sorte analoga tocca anche a un avvocato di successo e a un importante uomo politico. Nessuno dei tre ha lasciato lettere, biglietti o indizi che possano far luce sul loro gesto estremo. Tre suicidi inspiegabili, commessi da uomini apparentemente felici: troppi per essere una semplice coincidenza. Eve si getta a capofitto nell’indagine che si presenta particolarmente complessa perché le vittime non sembrano avere nessun legame, nessun elemento comune. A parte uno strano indecifrabile dettaglio rivelato dalle autopsie: una piccola bruciatura nella corteccia cerebrale.

Recensioneùby RoRò

«Va bene, cerchiamo di fare il possibile. Dallas, tenente Eve, Dipartimento di polizia criminale di New York, responsabile delle indagini finché la preposta autorità interspaziale non sarà stata contattata e non giungerà sul posto. Strano e improvviso decesso. Mathias, Drew, Olympus Grand Hotel, decimo piano, stanza trentasei, ventun agosto 2058, una del mattino.»

Il Corsaro NeroA New York, anno 2058, una serie di suicidi inspiegabili attirano l’attenzione di Dallas, tenente Eve. Agli occhi dei più sembrerebbero delle morti incomprensibili, persone normali, all’apice del successo, che senza un reale motivo decidono di togliersi la vita… ma non per il miglior poliziotto della squadra omicidi. Cos’hanno in comune un genio dell’Autotronica, un brillante avvocato penalista, un senatore degli Stati Uniti e la direttrice di una nota rivista scandalistica? All’apparenza nulla, solo una fine cruenta, tutti e quattro, infatti, sono morti suicidi con un macabro sorriso sulla faccia, e… nessun movente conosciuto. Alcuni inquietanti dettagli, però, stuzzicano la vigile mente di Eve, fugare ogni dubbio, per lei, diviene parte fondamentale del suo dovere. Il tenente Dallas indagherà senza arrendersi, non prima d’aver scoperto cosa c’è di strano in tutta questa storia.

Ancora una volta affiancata dall’ormai inseparabile agente Peabody, promossa come sua assistente, da Feneey, il genio informatico, e Roarke, il suo affascinante e milionario marito, Eve Dallas ci trascina nelle sue frenetiche indagini alla ricerca dell’anello mancante che potrebbe trasformare quattro semplici casi di suicidio in uno di omicidio plurimo. Anche questo quarto episodio della serie In Death si può annoverare tra i fuoriclasse del genere. Ogni romanzo è un piccolo gioiello che aggiunge nuovi e preziosi tasselli alle storie dei nostri beniamini, rendendo sempre più appassionante e intensa la storia d’amore di Eve e Roarke.

Persino il lettore più esigente non potrebbe rimanerne deluso, perché la Roberts si dimostra un vero asso in questo genere e raramente sbaglia un colpo; scandisce una trama mystery minuziosa e incalzante e infuoca le pagine con la passione e il romanticismo che soddisferebbero anche i palati delle più sentimentali. Questa volta, l’autrice ci addentrerà nei misteriosi anfratti della realtà virtuale, nei pericoli dei messaggi subliminali e i segreti della mente umana; giochi di ruolo più che mai realistici, tecnologie all’avanguardia che permettono le esperienze più disparate… ma tutto questo può rappresentare un pericolo per la vita umana? Il tenente Dallas intende appurarlo.

Un poliziesco perfetto e calibrato, come solo la penna della Roberts sa delineare, con una irresistibile vena Romantic come nella migliore tradizione della letteratura Rosa Crime. Scopriremo che la Roberts ha ancora molte cose da raccontarci su questa coppia. Eve si troverà nel suo nuovo ruolo di moglie non senza i disagi di una donna problematica qual è, ferita dalle violenze e dagli abusi di un padre alcolista. E, nonostante tutto, l’amore e il sostegno di un compagno fedele e generoso la scuoteranno giorno dopo giorno rendendo sempre più dolce il suono delle parole “moglie e marito“.

Piegata quasi in due dalle risate, Eve gli gettò le braccia al collo e premette il proprio torace contro la sua schiena. «Oh, ti amo.»
Roarke s’irrigidì di colpo, mentre l’emozione lo colpiva al cuore, con forza. Sconvolto, si voltò e l’afferrò per le braccia.
«Che cosa c’è?» Eve smise bruscamente di ridere, nel vederlo così stralunato, con gli occhi incupiti e selvaggi. «Che cos’è successo?»
«Non lo dici mai.» Travolto dalla gioia, Roarke la strinse a sé e nascose il viso nei suoi capelli. «Non lo dici mai», ripeté.

L’effetto finale è, come sempre, di grande soddisfazione e per l’ennesima volta non posso che ringraziare il cielo per la recente decisione della TimeCrime di riprenderne la pubblicazione. Ci siamo ragazzi, manca poco! Ancora qualche settimana e, finalmente, potremo leggere il quinto episodio de I casi del tenente Dallas: Cerimonia di morte.

A prestissimo  🙂


Glilatri

Titolo: Codice Cinque
Autore: J. D. Robb (Traduttore: Cerutti Pini D.)
Serie: Eve Dallas #1
Edito da: TEA/NORD
Prezzo: 10.00€/16.50 €
Genere: Rosa Crime, Mystery, Sci-Fi, romantic suspence
Pagine: 351 p.
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/2Astelle.png

 

Trama: New York, anno 2058. Cresciuta ed educata dall’uomo che l’aveva trovata quando era solo una bambina, Eve Dallas è una detective della squadra omicidi molto abile e intelligente. Dopo dieci anni di carriera, si trova a indagare su una serie di delitti in cui le vittime, tutte donne, vengono uccise con un’arma ormai fuori legge. L’indiziato numero uno è un miliardario affascinante e ambiguo, uno dei pochissimi collezionisti di armi antiche della città. Sebbene la passione non rispetti le regole della logica, Eve è consapevole che soccombere al fascino di un uomo che conosce appena potrebbe essere molto pericoloso…

Recensione
by RoRò

La morta era ancora bellissima, un viso da cammeo con una cascata di capelli di un rosso fiammante, occhi color smeraldo che fissavano vitrei il soffitto rivestito da uno specchio e lunghe braccia e gambe, bianche come il latte, che richiamavano alla mente scene del Lago dei cigni ogni volta che il movimento del letto le spostava dolcemente.

Se amate il romantic suspence, se vi piace la fantascienza e il genere rosa crime, non potete non leggere questa meravigliosa serie. J.D. Robb, al secolo Nora Roberts, già autrice famosissima consacrata al genere romantico, si reinventa con uno pseudonimo per dare vita ad una serie poliziesca, ambientata nel futuro, davvero imperdibile.

In patria ha riscosso un successo talmente enorme che l’autrice ha scritto ben 48 episodi, qui in Italia, invece, è stata snobbata. Ci aveva provato la Nord a dar luce a questo filone veramente avvincente ma purtroppo si è fermata, macchiandosi di questa manchevolezza ancora una volta, al quarto episodio.

La protagonista è Eve Dallas, una detective della polizia della New York del 2058. Eve è un poliziotto consacrato al proprio lavoro, tenace come un mastino e tormentata da un passato talmente doloroso che la sua mente lo ha rimosso. Il mondo in cui vive Eve è un mondo in cui le macchine volano, i libri non sono più di carta, i computer parlano e interagiscono con le persone e le armi da fuoco sono ormai fuori legge, nonché considerate violente ed obsolete.

Una notte Eve viene contatta dal suo distretto per occuparsi di un caso dall’enorme peso politico e dai risvolti piuttosto macabri: una giovane professionista del sesso, come vengono chiamate nel futuro le prostitute, è stata uccisa con una pistola e messa in una posa volgare e perversa sul letto del proprio appartamento.

È un codice cinque. Eve dedicherà anima e corpo al caso, anche perché l’assassino non intende fermarsi, la sua sembra una lotta contro il tempo o forse, addirittura, proprio contro Eve.

Eve pensò: Un tipo davvero impegnato… Poi chiese:
«Livello d’istruzione».
Sconosciuto.
«Fedina penale?»
Pulita.
«Roarke, Dublino.»
Nessun dato aggiuntivo.
«Merda. Mr Mistero. Descrizione e immagine visiva.»
Roarke. Capelli neri, occhi azzurri, altezza m 1,86, peso kg 78,5.
Quando sul computer apparve la descrizione, Eve emise un grugnito. Dovette ammettere che, nel caso di Roarke, neanche duecento parole avrebbero potuto gareggiare con un’immagine.

La Roberts tratteggia alle perfezione la sua eroina e intreccia una trama semplice, senza pretese ma elegante e che sta in piedi, senza falle o buchi. Il classico poliziesco arricchito però da un’ambientazione futuristica che dona un clima alla Blade Runner e/o Minority Report, in cui è sempre più raro mangiare cibi genuini e dove bere del vero caffè è un lusso, che solo in pochissimi possono permettersi. E proprio uno di essi sembra essere coinvolto nelle indagini che conducono Eve sulle tracce dell’assassino: Roarke. Un irlandese vecchia maniera, dal fascino misterioso, che possiede mezzo pianeta Terra e molti progetti su tanti altri pianeti del sistema solare.

La Roberts farcisce di un carisma elegante e virile i suoi personaggi maschili e io trovo che Roarke sia uno dei più riusciti. L’inevitabile attrazione che legherà i due protagonisti sarà davvero emozionante e sensuale, ma mai volgare, come capita spesso nei romanzi che vanno tanto in voga in questo momento, senza mai prevaricare la componente mystery, anzi arricchendola.

Insomma una storia perfettamente dosata in tutti i suoi elementi narrativi, che ha i numeri giusti per essere annoverata tra i “Cult” del genere. Da non perdere assolutamente.

Titolo: Doppio Delitto
Autore: J. D. Robb (Traduttore: Cerutti Pini D.)
Serie: Eve Dallas #2
Edito da: TEA/NORD
Prezzo: 8,40€/17.50 €
Genere: Rosa Crime, Mystery, Sci-Fi, romantic suspence
Pagine: 370 p.
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/2Astelle.png

Trama: La prima vittima è stata trovata su un marciapiede spazzato dalla pioggia; la seconda, invece, è stata assassinata nel suo appartamento. Comunque Eve Dallas, tenente della polizia di New York, non ci mette molto a scoprire che i due delitti sono strettamente collegati. Entrambe le vittime, infatti, erano bellissime donne di successo, che finivano regolarmente sulle copertine dei tabloid a causa dei loro amori chiacchierati. E proprio le loro relazioni intime con gli uomini più ricchi e potenti della città, forniscono a Eve un lungo elenco di indiziati eccellenti. Ma c’è un problema: in quell’elenco figura anche Roarke, l’enigmatico miliardario di origine irlandese con cui lei sta vivendo un appassionato rapporto sentimentale.

Recensione
by RoRò

Ogni morte violenta era affar suo. Lei conviveva con le vittime, ci lavorava, le studiava. Le sognava. E poiché tutto questo non sembrava bastarle, in un oscuro recesso della sua mente provava per loro una profonda pena.

Doppio Delitto, un altro caso per il Tenente Eve Dallas, polizia di New York, anno 2058. La vittima: Cicely Tower, donna, di colore, benestante, integerrimo e irreprensibile procuratore distrettuale, sgozzata nei bassifondi di New York. C’è solo un agente adatto a questo lavoro e il comandante della Polizia Whitney, legato alla Tower da una amicizia di vecchia data, lo sa: soltanto la tenacia e l’imparzialità di Dallas potranno fare luce sull’omicidio della sua amica.
Ad affiancare Eve nell’indagine ci saranno Feeney, suo fidato amico e collega, il genio informatico del distretto di N.Y e l’ambiziosa poliziotta Peabody.

La Roberts non si smentisce neanche questa volta, con questo secondo episodio anche più prezioso del precedente, costruendo un intreccio tutt’altro che pretenzioso, ma sempre raffinatamente intricato, come un puzzle in cui tutti i tasselli combaceranno alla perfezione soltanto alla fine, senza nessuna sbavatura. Nonostante venga dato maggiore spazio all’elemento romance, il mix che ne viene fuori non risulterà deludente nemmeno per quanto concerne la componente strettamente poliziesca, perché c’è sempre una grandissima attenzione per la descrizione degli ambienti, atmosfere futuristiche, tecnologie d’avanguardia, viaggi nello spazio, colonie terrestri su altri pianeti, arricchite da affreschi di una New York oscura e degradata, coi suoi vicoli lerci, i locali malfamati, dove ci si può ubriacare fino a bruciarsi le budella con alcolici da quattro soldi, abbigliamenti curiosi e acconciature stravaganti.

Il caso sembra piuttosto spinoso, e a renderlo più difficile è la pressione mediatica della stampa e della tv, descritte con attinenza alla nostra realtà raggelante. Eve Dallas, da bravo sbirro qual è, non molla l’osso e segue l’indagine senza tralasciare nessuna pista, nemmeno quelle più scomode, ed è per questo che il suo capitano le ha affidato proprio questo caso. Ancora una volta, in cima alla lista dei sospettati c’è lui, l’uomo del mistero, il suo amante appassionato, il potente Roarke. Il suo coinvolgimento emotivo complicherà ulteriormente le cose, mettendo a dura prova l’obiettività della stessa Eve, perché nonostante tutte le resistenze che lei prova ad opporre, la passione che la lega al suo sospettato numero uno sarà troppo travolgente.

L’infallibile Roberts riesce a regalarci grandissime emozioni, di grande pathos e intenso romanticismo, attraverso personaggi ogni volta più sfaccettati e interessanti, due persone complesse, divorate da un passato difficile. I demoni di Eve torneranno a tormentarla attraverso incubi che, grazie all’aiuto della Dottoressa Mira, già presente nel primo episodio, piano piano riaffioreranno, rendendo sempre più vivido e umano il suo personaggio.

«Non ho bisogno del tuo fantastico cibo o dei tuoi meravigliosi regali o delle tue affascinanti frasi. Ho capito il tuo gioco, Roarke. Diciamole di amarla, a intervalli regolari, finché lei non impara a reagire nel modo giusto. Come un cagnolino ben addestrato.»
  «Come un cagnolino», ripeté Roarke, mentre la sua collera si tramutava in un blocco di ghiaccio. «Ora capisco di aver commesso un errore, ritenendo che tu non fossi stupida. Credi davvero che io nutra desideri di potere e controllo? Pensala come vuoi. Sono stanco di sentirmi rinfacciare i miei sentimenti. È colpa mia, se te l’ho finora permesso, ma la situazione può mutare.»

Una donna complessa, forte e fragile, un poliziotto tenace e insieme una creatura indifesa e incapace di gestire l’intimità. A scioglierla ci penserà Roarke, deciso ad averla a tutti i costi. L’uomo che tutte noi sogniamo, forte e romantico, perché sarà il primo dei due a cedere all’amore e a non poterne più fare a meno.

«Io non ho mai…»
«No, mai», la interruppe lui in tono gelido. «Mai una volta hai messo in gioco il tuo orgoglio dicendo a me quelle parole. Ti sei tenuta questo appartamento come via di fuga invece di impegnarti a stare con me. Io ho lasciato che fossi tu, Eve, a stabilire le regole, ma adesso intendo cambiarle.» Ormai a farlo parlare così non era più semplicemente la rabbia, non era il dolore che provava. Era la consapevolezza che quella era la verità. «Voglio tutto», aggiunse con voce piatta, «o nulla.»

Non manca davvero nulla a questo avvincente episodio della serie In death, come è nota in patria la lunghissima sfilza di romanzi su Eve Dallas. Il mio preferito, in assoluto, tra quelli fin’ora pubblicati in Italia.

Il Corsaro NeroTitolo: Il fascino dell’inganno
Autore: J. D. Robb (Traduttore: Cerutti Pini D.)
Serie: Eve Dallas #3
Edito da: TEA/NORD
Prezzo: 8,60€/17.50 €
Genere: Rosa Crime, Mystery, Sci-Fi, romantic suspence
Pagine: 386 p.
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/2Astelle.png

Trama: Gli indiziati sono tutti ben noti a Eve Dallas. La prima è Mavis, la sua amica del cuore, l’unica che, negli anni, ha saputo capire le difficoltà e le incertezze di una donna complessa, dura eppure fragile come lei. Il secondo è Leonardo, celeberrimo stilista di moda, l’uomo cui Eve ha affidato il compito di disegnare e realizzare il suo vestito da sposa (Eve ha infatti accettato la proposta di matrimonio di Roarke). A complicare le cose, c’è poi il fatto che Mavis è innamorata di Leonardo e che la vittima è Pandora, una delle top-model più ricche e ammirate. Nascosta l’amica nella magione newyorkese di Roarke, Eve si impegna nelle indagini sulla morte di Pandora, affrontando un ambiente a lei del tutto estraneo.

Recensione
by RoRò

Sposarsi era un delitto. Eve non si capacitava di come fosse potuto accadere. Era un poliziotto e, durante i suoi dieci anni di servizio nelle forze dell’ordine, era sempre stata fermamente convinta che chiunque portasse un distintivo doveva restare single, senza legami sentimentali, per potersi focalizzare interamente sul lavoro. Era folle credere che una persona potesse dividere il proprio tempo, le proprie energie e i propri sentimenti tra la legge, con tutte le sue luci e le sue ombre, e la famiglia, con tutte le sue esigenze e i suoi compromessi caratteriali.

Un’altra avvincente avventura di questa lunghissima e apprezzatissima serie, targata J.D. Robb, che ribadisco per l’ennesima volta, consiglio vivamente a tutti gli amanti del genere romantic suspense. Ancora una volta la Roberts riesce a sfornare una perfetta trama thriller contornata da taaaaanto romanticismo 😀 in una magnifica e accattivante atmosfera futuristica. Finalmente il nostro sexy e fascinoso Roarke è riuscito a demolire le barriere innalzate da Eve e fare breccia definitivamente nel suo cuore e, insieme al suo, in quello di tutte le fans, me compresa, della Serie In Death!

Il poliziotto tutto d’un pezzo che è in lei è capitolato di fronte ad un amore tanto potente come quello che la lega a Roarke. In questo terzo episodio Eve è alle prese con i preparativi delle nozze, per lei, poco avvezza alle frivolezze tipiche delle donne, risulta un’impresa assai più difficoltosa che stanare un feroce assassino. Abiti, stoffe, accessori, trucco, partecipazioni… è semplicemente troppo. Fortunatamente ad aiutarla ci sarà la sua amica del cuore, Mave, l’adorabile e squinternata cantante dei night-club di New York che incredibilmente è riuscita là dove Eve ha fallito miseramente: conquistare il burbero e irritante maggiordomo di Roarke. Impareremo a conoscere meglio anche i personaggi secondari, conosceremo la storia passata di Summerset, e comprenderemo meglio la natura del suo legame con Roarke. E ancora apprenderemo dettagli importantissimi sul passato di Eve e Roarke arricchendo quello che già è un perfetto background di questi personaggi, e che la Roberts rende sempre vividi e emozionanti, umani.

Questa volta però metterà a dura prova la sua eroina perché il caso su cui Eve dovrà lavorare coinvolge proprio la sua migliore amica Mave, che per Eve, dopo il proprio lavoro, ha rappresentato per tanto tempo, prima dell’arrivo di Roarke, l’unica parvenza di famiglia.  Mantenere la calma e la mente lucida non sarà facile, e nonostante tutto Eve si troverà ad indagare sul caso di omicidio di una rinomata e litigiosa modella, Pandora, trovata in una pozza di sangue nell’atelier di Leonardo, promettente stilista  d’alta moda, nonché promesso sposo di Mave. Unici sospettati proprio Leonardo e Mave.

Comunque vada la sua migliore amica sembra destinata a soffrire ed Eve questo non può permetterlo, il suo compito è quello di proteggere gli innocenti, e lei, ne è certa, la sua amica Mave lo è, ma come dimostrarlo? L’unica alternativa che ha è quella di scovare il vero assassino. Inizierà una serrata e fittissima indagine, Eve non conoscerà riposo finché non avrà scagionato la sua amica e il suo fidanzato. Ci saranno lotte, sfide, ricerche su altri pianeti di piante esotiche, inseguimenti, e l’indagine sembrerà collimare con quella su un traffico di droga illegale sulla terra, Eve dovrà collaborare con l’attraente ed avvenente tenente Casto della Narcotici. Al suo fianco immancabili Peabody, Feeney, il capitano Whitney e naturalmente Roarke.

Roarke le rivolse uno sguardo fermo. «Hai intenzione di piantarmi la notte prima delle nozze?»
«Non sto cercando di piantarti. Sei stato tu a proporre il matrimonio e, da quel momento in poi, questa è stata una delle cose che mi hanno distratto dal mio lavoro. È un punto che intendo chiarire. Un rapporto matrimoniale pone domande razionali, che meritano risposte razionali.»
Lo sguardo di Roarke si rabbuiò. Eve riconobbe il segnale e si preparò ad affrontare la burrasca che stava per scoppiare. Lui invece si alzò e parlò con una calma così gelida da farla quasi rabbrividire. «Fai marcia indietro, tenente?»
«No. Ti ho detto che ti sposerò. Penso soltanto che dovremmo… ragionarci sopra», replicò Eve in tono lamentoso, e si odiò per quello.
«Bene, allora ragionaci sopra e trova le tue risposte razionali. Io ho già le mie.»

Non saprete resistere a questa corsa contro il tempo che vi condurrà dritti dritti all’altare dove ad attendere la propria sposa troverete uno dei personaggi maschile più sexy di tutti i tempi. 😉
Vi lascio con la splendida notizia che la serie tornerà ad essere pubblicata (in aprile/maggio 2014) dalla Leggereditore sotto il marchio TimeCrime, ed io già non sto più nella pelle!

Lascia un commento

Una replica a “I casi del tenente Eve Dallas di J.D. Robb [Soltanto un sorriso #4]”

  1. Nasreen ha detto:

    io ho iniziato il quarto qualche tempo da, ora è in sospensione per cause di forza maggiore… ma ADORO questa serie!

  2. […] Codice Cinque (isbn: 978-8842913191) 2. Doppio delitto (ibsn: 9788842913757) 3. Il fascino dell’inganno (isbn: 9788842914266 ) 4. Soltanto un sorriso (isbn: […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi