Discussione: Lothaire by Kresley Cole

Outlandish rewiews

kresley coleKresley Cole è la scrittrice famosa a livello mondiale per la serie Immortal After Dark, ma anche di 5 altri romanzi storici pluripremiati. Prima di dedicarsi alla scrittura è stata un’atleta di livello mondiale, una coach, e una studentessa universitaria. Vive in Florida con la sua famiglia e “fin troppi animali”. Spende il suo tempo libero viaggiando e ama tutto ciò che è in relazione con le barche e l’acqua. Ha recentemente annunciato che nel 2012 inizierà una nuova serie, The Dacian: Realm of Blood and Mist, che alcuni considerano una serie spin-off di Immortal After Dark.

Sito dell’autrice: http://kresleycole.com

 

Immortal After Dark Series:

  • The Warlord Wants Forever
  • A Hunger Like no Other
  • No Rest for the Wicked
  • Wicked Deeds on a Winter’s Night
  • Dark Needs at Night’s Edge
  • Dark Desires After Dusk
  • Kiss of a Demon King
  • Deep Kiss of Winter
  • Pleasure of a Dark Prince
  • Demon From the Dark
  • Dreams of a Dark Warrior
  • Lothaire

The Man. The Myth. The Monster.

Evil finally has a name.

L’autrice bestselling Kresley Cole continua la sua elettrizzante Immortal After Dark Series con questa storia mozzafiato, che rivela numerosi segreti sul Lore, il selvaggio regno degli immortali…

TUTTI TEMONO L’ENEMY OF OLD.

Guidato dalla sua insaziabile sete di vendetta, Lothaire, il vampiro più spietato del Lore, ha intenzione di conquistare la corona dell’Orda. Ma la sete di sangue e le torture l’hanno lasciato sulla soglia della pazzia, fino a quando non incontra Elizabeth Peirce, e la chiave per la sua vittoria. Lothaire cattura la giovane mortale, con l’intenzione di offrire quella stessa anima in cambio di potere, eppure Elizabeth calma la sua mente tormentata e risveglia in lui emozioni che credeva da lungo perdute.

DENTRO DI LEI RISIEDE UNA FORZA LETALE.

Crescendo in disperata povertà, Ellie Peirce desidera una vita migliore, senza immaginare che sarà incarcerata per omicidio, o che un malvagio immortale la sequestrerà direttamente dal ramo della morte. Ma Lothaire non è un salvatore, visto che lui stesso ha in mente di sacrificare Ellie in un mese di tempo. Eppure il vampiro sembra desiderare il suo tocco, circondandola di lusso e piacere sensuale. Per cercare di salvare la sua anima, Elli decide di arrendersi con il proprio corpo al malizioso vampiro, giurando a sè stessa di non cedere anche il proprio cuore.

SECOLI DI FREDDA INDIFFERENZA DISTRUTTI.

Elizabeth tenta Lothaire oltre i limiti della ragione, come solo la sua compagna predestinata può fare. Ma mentre la fine del mese si avvicina, dovrà decidere fra la sua vendetta (e un millennio di debiti di sangue) e la sua irresistibile prigioniera. Lothaire soccomberà alle miserie del suo passato… o rischierà tutto per avere un futuro con lei?

Ci asciughiamo la bava, prendiamo carta e penna e ci apprestiamo ad incominciare la nostra…

Discussione!

Lidia: Mai come questa volta la copertina ha fatto promesse che poi la storia non ha mantenuto. Il bel tenebroso della copertina non corrisponde al Lothaire della storia, un personaggio che se non piange e si tortura con il suo passato è un vampiro capriccioso e viziato, pieno di pregiudizi e piccole manie. Ecco sono delusa, questo Lothaire non è quello che abbiamo conosciuto nei libri precedenti… lui si che era un figo (è ancora in voga questo termine?)

Ayliss: Troppa promozione=fregatura. Le aspettative che la Cole ha creato in noi erano veramente alte, e non è riuscita a creare una storia che potesse soddisfare la nostra personale immagine di Lothaire. Il mistero creato intorno a The Enemy of Old è miseramente crollato di fronte ad un racconto non dico banale, ma che ha diverse lacune. Io salverei il prologo iniziale e la parte finale. Ragazze fossi stata Elly gli avrei dato fuoco. Figo? Era proprio Hot il ragazzo, e ce l’hanno spento con l’estintore! 
Gonza: Non posso che essere d’accordo, erano anni che aspettavamo questo libro che poi si è risolto in una bolla di sapone e pure piccola! Non solo Lothaire si è rivelato un vampiretto petulante e puerile, pure Elly passava delle ore nell’autocompatimento, ok che la vita fino a quel momento gli si era ritorta contro, però dai era tutto sommato un libro di pure entertainment e io sinceramente ho anche fatto fatica a finirlo; fortuna che sul finale sono intervenute le valchirie che come al solito hanno salvato la situazione, almeno per quanto riguarda un paio di risatine ogni tanto.
Amyra: Concordo in tutto, ma soprattutto che le Valchirie hanno salvato il libro. Le scene fra Nix e Lothaire sono state fra le più toccanti. Anche secondo me c’è stata troppa aspettativa, con la Cole che andava in giro da mesi a dire che era il suo libro migliore, e aggiungerei, diceva anche che era quello più “hot”… ma dove??? Scusatemi ma Sebastian e Kaderin, ma anche tutti gli altri personaggi, insieme facevano molte più scintille!!! Che delusione…
Lidia: Soffermandoci sulla trama, ho trovato interessante il fatto che Ellie fosse stata impossessata da Saroya e che per questo fosse stata arrestata. Personalmente avrei preferito che la Cole avesse ambientato la storia in carcere e reso più intrigante la lotte per il predominio tra l’anima di Ellie e quella di Saroya.  
Ayliss: Personalmente Saroya mi ha fatto venire l’orticaria ad ogni sua apparizione, ma in compenso ha “menato per il naso” discretamente Lothaire. Mi è piaciuta molto Hag, ho trovato adorabile Thad e la famiglia di Elly è stata fantastica, con la loro capacità di amarla e accettarla nonostante tutto. E che dire di Nix?! Amazing! Averla un’amica/nemica così, è la vera perla racchiusa in questo racconto in cui ci sono poche idee e ben confuse. Trovo che questa storia sia di un livello inferiore rispetto agli altri.
Gonza: Avete detto tutto voi, il salvabile: Nix, Hag e Thad (pensandoci credo che non sarà lui il mate di Nix anche se si può sempre sperare) e il pietoso, tra cui mi sembra davvero doveroso sottolineare che il sesso con L’enemy of old tende a ricordare l’età del maschio in questione (booooring). Saroya poteva essere usata meglio secondo me…
Amyra: Sono d’accordo, la trama aveva potenzialità mal sfruttate. Certo, dopo dodici libri alla Cole è anche permesso fare un mezzo buco nell’acqua e continuerò comunque a continuare a leggere la serie, d’altronde se l’è meritato, spero solo che non sia un trend che continuerà anche in futuro. Insomma, una pausa gliela concediamo, ma non di più *tira fuori i coltelli*
Lidia: Come ricordava Amyra, Lothaire è il dodicesimo libro della serie, e la Cole ha tenuto sempre alto  il livello della saga tra storie belle e bellissime. Quella di Lothaire non era male ma non era quella promessa o comunque quella che ci aspettavamo. Il mio voto è  perché la Cole è sempre la Cole. 
Ayliss: Il mio giudizio per questo libro è da montagne russe avete presente? ^^ Su e giù… Pensando a Nix il mio cuore direbbe 5 stelle, ma visto che il libro era di Lothaire e sono vampirofila non posso che esprimere la mia insoddisfazione e sperare che la Cole venga pungolata da recensioni che la spingano a tornare ai suoi livelli. Voto:
Gonza: Eh no, la Cole sarà sempre la Cole, ma quando scrive solo per il dovere di farlo va altamente cazziata e quindi nonostante le valchirie e Hag per me questo libro non supera , anzi fortuna che ci arriva!
Amyra: Ammetto che la scrittura è scorrevole, la Cole scrive sempre divinamente, ma per la grande delusione della trama, dovuta tutta al marketing che ha pompato chissà quali grandiose aspettative (disulluse), non posso dargli più di  . Speriamo che con il prossimo si ritorni ai soliti livelli di qualità.

 

Titolo: Lothaire
Autore: Kresley Cole
Serie: Immortals After Dark
Edito da: Gallery Books
Prezzo: 9.99 euro
Genere: paranormal romance
Pagine: 506 pag.
Data uscita
: 10 gennaio 2012

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi