Dispetti di Famiglia di Jill Sooley

Dispetti di famiglia

di Jill Sooley

separatore2

 

Titolo: Dispetti di famiglia
Autore: Jill Sooley
Edito da: Giunti
Prezzo: 12,90 €
Genere: Romanzo comedy
Pagine: 384 pag.

anobii-iconGood-Reads-icon amazon-iconTrama: Un marito che se la dà a gambe ed una figlia da crescere da sola: a quarqant’anni Marie non si aspetta certo altre sorprese dalla vita, e la piccola Floss è tutto quello che le rimane. Almeno fino al giorno in cui, su un autobus, non incontra Ray, un giovane vedovo dai folti capelli neri, e Lolly, una ragazzina ribelle di undici anni che ha appena perso la mamma. Ed ecco che in un batter d’occhio la famiglia si allarga, perché Marie e Ray, travolti dalla passione, convolano a seconde nozze e tutti si trovano a vivere amorevolmente -o quasi- sotto lo stesso tetto. Un autentico manicomio, e saranno le voci di Marie, Floss e Lolly a raccontarlo, ognuna dal suo particolarissimo punto di vista. Marie sempre più impegnata nel suo doppio ruolo di madre-matrigna, Floss ai ferri corti con il patrigno, e Lolly che non riesce proprio a mandar giù il secondo matrimonio di papà. Tra dispetti, malintesi e riconciliazioni, in una miscela a dir poco esplosiva chi sarà alla fine a trionfare: l’amore o i legami di sangue?

Immagine5

Recensioneùdi Morgane Le Faye

Non conoscevo l’autrice sebbene il titolo del suo primo libro “Circolo delle giovani vedove” lo avessi già visto in giro, per cui appena uscito questo suo secondo romanzo, incuriosita dal titolo e dalla trama l’ho preso e ho cominciato la lettura. Il tema della famiglia allargata non si trova spessissimo nei romanzi ed io ero curiosa di vedere in che modo questo argomento venisse trattato.

Tutta la vicenda è narrata dai vari punti di vista delle tre donne di famiglia: Marie la madre, Floss o Florence la figlia e Lolly o Laura la figliastra.

Fin dalle prime pagine si capisce come anche dopo anni il rapporto tra le tre donne non sia del tutto idilliaco, sebbene le circostanze della vita le portino di nuovo a vivere tutte e tre sotto lo stesso tetto, cosa che non era più successa dalla morte del secondo marito e padre di Lolly, Ray.

baggage-dispetti-di-famigliaLo stile dell’autrice è molto scorrevole ma la scelta della narrazione non è tra le più felici. Infatti specie all’inizio quando i punti di vista delle tre donne occupano poco più di una pagina a testa, la descrizione dei fatti risulta molto frammentata e si rischia che il lettore perda il filo degli avvenimenti.

Lo stesso dicasi per i numerosi richiami che le protagoniste fanno ad avvenimenti passati e presenti senza alcun legame temporale tra loro ma presentati come flashback.

Man mano che si procede con la lettura i racconti delle tre protagoniste sulle loro vicende passate e presenti si allungano di qualche pagina consentendo al lettore di entrare meglio nelle loro vite per capire più a fondo.

Mentre vengono raccontate le loro vite, al lettore si palesa ancor prima che alle protagoniste stesse la cruda realtà del fallimento anche del secondo matrimonio di Marie.

Infatti sia lei che Ray sono assolutamente inadatti a ricoprire il ruolo di matrigna e patrigno verso il figlio dell’altro, senza contare che Ray ha delle fissazioni in merito alla gestione del bilancio familiare che pretende di imporre a tutti rendendo la convivenza non sempre facile.

Pagina dopo pagina il racconto va avanti e con esso le parti dedicate alle protagoniste. Leggendo si capisce come la loro sia una framiglia problematica a tutti gli effetti ma purtroppo la scrittrice non entra mai molto dentro le questioni psicologiche. Sì, le protagoniste parlano dei loro stati d’animo, dei loro problemi ma determinate scelte, frutto soprattutto del carattere di Ray e della sua indole, non vengono mai spiegate del tutto e forse quel che manca a chiudere il cerchio è proprio un punto di vista di Ray che metta un punto e che chiarisca il perché di certe sue azioni.

La lettura è più che godibile ma manca di alcuni punti chiave che a parer mio l’avrebbero resa più completa. Tutto sommato il tema della famiglia allargata non è centrato appieno per me.

 

VOTO:

 

jill-sooleyJill Sooley scrittrice canadese, ha lavorato per anni a New York nel campo delle pubbliche relazioni. Vive a Long Island con la famiglia. Per Giunti è uscito con successo Il circolo delle giovani vedove (2012). Dispetti di famiglia è il suo ultimo romanzo (2016).

Blogger-icongoodreads.png

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi