Dopo di te di Jojo Moyes

Dopo di te

di Jojo Moyes

separatore2

 

Titolo:  Dopo di te 
Autore: Jojo Moses
Edito da: Mondadori
Serie: Sequel di Io prima di te
Prezzo: 15,30 €
Genere: Drammatico, romantico
Pagine: 380 pag.

anobii-iconGood-Reads-icon amazon-iconTrama: Quando finisce una storia, ne inizia un’altra. Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama? Come si può ricostruire la propria vita, voltare pagina? Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata. È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l’hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita. A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive in un appartamento anonimo dove non le piace stare e recupera il rapporto con la sua famiglia senza avere delle reali prospettive. Soprattutto si domanda ogni giorno se mai riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare. Quando una sera una persona sconosciuta si presenta sulla soglia di casa, Lou deve prendere in fretta una decisione. Se chiude la porta, la sua vita continuerà così com’è: semplice, ordinaria, rassegnata. Se la apre, rischierà tutto. Ma lei ha promesso a se stessa e a Will di vivere, e se vuole mantenere la promessa deve lasciar entrare ciò che è nuovo.

Immagine5

Recensioneùdi Morgane Le Faye

Sono passati diciotto mesi da quando Will se ne è andato e Louisa Clark sta provando a fare i conti con la sua nuova vita. Vive a Londra, in un appartamento tutto suo e lavora in un pub dell’aeroporto dove vestita da elfo deve fare i conti con un capo pressoché impossibile e con una vita che sente di non vivere appieno mentre il mondo intorno a lei sembra continuare ad andare avanti in pieno fermento.

Tornata in Inghilterra dopo una parentesi parigina alquanto da dimenticare e dopo qualche viaggio in giro per l’Europa, nel vano tentativo di mantenere la promessa fatta a Will, Louisa vivacchia alla giornata lavorando al bar e la sera facendo delle lunghe camminate sul cornicione del suo appartamento, facendo i conti con una vocina che non fa altro che ripetere di come stia disattendendo tutte le istruzioni che l’uomo che amava, e che sempre amerà, le aveva lasciato in punto di morte.

after-youLouisa infatti non sta vivendo, sta sopravvivendo lasciandosi logorare dai ricordi, autoconvincendosi, di tanto in tanto, di aver fatto dei progressi ma soprattutto sentendosi a disagio ogni minuto che passa in quell’appartamento comprato col lascito di Will che per lei non è altro che la prova di come sia ritornata alla sua solita vita, di come si stia di nuovo annullando.

Ma una sera dopo un brutto episodio che l’ha lasciata segnata anche nel fisico oltre che nell’animo, uno sconosciuto si trova a bussare alla sua porta e a chiederle aiuto. Uno sconosciuto che porterà scompiglio nella sua già problematica vita ma che potrebbe anche portarla a vivere quella vita che Will desiderava per lei.

Così, senza pensarci su due volte, consapevole che quella nuova entrata comunque le farà sentire ancora vicino il suo Will, Louisa aprirà quella porta e affronterà le conseguenze del suo gesto, ancora una volta non capita dalla sua famiglia sempre più convinta che lei sia decisa a buttare al vento la sua vita, ancora una volta sola, o così pare.

Già dico pare perché il cuore di Louisa potrebbe battere di nuovo se solo lei lo volesse, se solo si liberasse dalla paura di perdere le persone care e se solo si decidesse a mettere in atto l’ultima precisa istruzione di Will: «Semplicemente, vivi!»

Perché è questa la paura che ha Louisa, quella di vivere e si sente in ogni pagina del libro, in ogni suo pensiero, in ogni riflessione e gesto. In ogni conversazione che ha nella sua testa con Will a cui ripete spesso: «Ti ho deluso vero?»

Ed il lettore non può far altro che partecipare all’angoscia ed al dolore di lei, con pianti e momenti di rabbia, perché il dolore di Louisa è un dolore che nella vita capita a tutti di provare prima o poi, il dolore per una perdita e la consapevolezza di non sapere più come andare avanti, la voglia di non andare avanti che rimane lì, a volte più o meno palese e che impedisce di vivere realmente la vita.

Louisa non è sicuramente l’eroina romantica che ci si aspetterebbe da romanzi così, ma forse è proprio il suo non voler ricoprire quel ruolo che la rende una ragazza come tutte noi, con un passato ingombrante alle spalle ed una poca fiducia nel proprio futuro.

Ma alla fine anche per lei ci sarà un riscatto, quando alla fine rimetterà in sesto il caos che le è piombato in casa da quella visita alla porta, quando riuscirà a lasciare a Will il ruolo che merita, quello di un meraviglioso amore che l’accompagnerà per sempre ma che vuole che volti pagina. Quando troverà il coraggio di rimettersi in gioco con un nuovo lavoro allora Louisa ammetterà di essere finalmente felice.

Dolce, malinconico, vero. Per chi ha amato il romanzo precedente “Io prima di te”, non può lasciarsi scappare anche questo, assolutamente!

VOTO:

 

jojo moyes

Jojo Moyes (1969) è nata e cresciuta a Londra. Scrittrice e giornalista, ha lavorato per l’Independent per dieci anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Attualmente è una delle più affermate scrittrici inglesi, e i suoi romanzi sono sempre in testa alle classifiche. Grande successo di critica e di pubblico ha riscosso in Italia Io prima di te, che in Inghilterra è risultato il libro più votato nella storia del Richard and Judy Book Club.

goodreads_icon_1000x1000-bed183559c02a417861f930e33e157d1.pngbtwfb

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi