E Sondaggio sia!

I Risultati dei Sondaggi di Sognando Leggendo ci mostrano che i lettori –  almeno i nostri lettori –  sono responsabili, coerenti e attenti a molti particolari che fanno di un normale lettore un Appassionato.

Alla domanda: Quale autrice di Adult Fantasy preferite?

Gli utenti hanno rispoto e votato nomi “meno” famosi ma sicuramente di alto livello dimostrando di non seguire le modi o le campagne marketing ma di preferire libri, magari di nicchia, ma di valore.

Jacqueline Carey, Patricia Briggs, Lara Adrian, Charlaine Harris, Colleen Gleason… Queste sono state le autrici più votate del sondaggio.

Alla domanda: Quanti autori esordienti/emergenti italiani conoscete?

Gli utenti hanno invece risposto “1-5“. Questa risposta è un chiaro sintomo che tutt’ora preferiscono rivolgere la loro attenzione all’estero. Un vero peccato visto che anche in Italia abbiamo dei narratori di grande valore che nulla hanno da invidiare ai cantastorie forestieri.

Alla domanda: Autore Italiano che apprezzate di più?

Sorprendentemente a questa domanda gli utenti hanno dimostrato veramente buon gusto. Nonostante non conoscano molti autori italiani, evidentemente conoscono i migliori perchè hanno votato autori del calibro di  Cecilia Randall e Francesco Falconi.

Infine, alla domanda: Quanto influisce il prezzo sui vostri acquisti librosi?

Un ritorno d’orgoglio e desolazione ha spinto i lettori a rispondere rispettivamente:

Abbastanza, spesso non posso prendere quello che vorrei per via del prezzo

Decisamente. Spesso non VOGLIO comprare un libro dal prezzo esagerato.

Queste due risposte evidenziano un particola importante: molti lettori stanno diventando i cosiddetti “Lettori Intelligenti”. Non perchè gli altri siano stupidi, questa definizione viene data a tutti i consumatori che riescono a comprendere che, volendo, possono far leva sui prezzi (ovviamente spingendoli verso il basso) astenendosi dal comprare un determinato prodotto comunemente ritenuto troppo – e inutilmente – caro. Finalmente le acque si muovono!

Ora non ci resta che attendere che le CE (Case Editrici) finiscano per scottarsi – oppure no, dipende da quanto impiegheranno a comprendere – a causa degli EBOOK. Per il momento i prezzi (anche 8€ ad ebook) e il cosiddetto DRM non promettono niente di buono, a quanto pare le logiche marketing brancolano ancora nel buio mentre, acquattati nell’angolo, i Pirati Informatici si sfregano le mani.

Per il momento chiudiamo qua le polemiche in attesa dei prossimi risultati dei sondaggi!

Buone Letture a tutti!


Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi