Entra nella mia vita di Clara Sánchez

Clara Sanchez

Clara Sánchez

Clara Sánchez vive a Madrid. Ha pubblicato alcuni romanzi inediti in Italia, ma tradotti in molti altri paesi, e ha vinto il Premio Alfaguara nel 2000 con Últimas noticias del paraíso. Con Il profumo delle foglie di limone, in cima alle classifiche di vendita spagnole per oltre un anno, ha raggiunto la fama mondiale.

Sito: Clara Sánchez

 

Titolo: Entra nella mia vita
Autore: Clara Sánchez (Traduttore: E. Budetta)
Serie: //
Edito da: Garzanti (Collana: Narratori Moderni)
Prezzo: 18.60€
Genere: Romanzo
Pagine: 448 p.
Voto:

Trama: Madrid. Il sole estivo illumina la casa piena di fiori. È pomeriggio e la piccola Veronica approfitta di un breve momento di solitudine per spiare tra le cose dei genitori. Apre una cartella piena di documenti, e scorge una foto. La estrae con la punta delle dita, come se bruciasse. Non l’ha mai vista prima. Ritrae una ragazzina poco più grande di lei, con un caschetto biondo, una salopette di jeans e un pallone tra le mani. Veronica è confusa, ma il suo intuito le suggerisce che è meglio non fare domande, non adesso che la mamma è sempre triste. Anno dopo anno, Veronica si convince sempre più che le discussioni e i malumori in casa sua nascondano qualcosa di cui nessuno vuole parlare. E che l’enigma di quella foto, di quella bambina sconosciuta, c’entri in qualche modo. Ma quando Veronica diventa una donna, decisa e tenace, non può più fare finta di niente. La malattia della madre la costringe a fare i conti con un passato di cui non sa nulla, un passato rubato che la avvicina sempre di più alla bambina misteriosa della fotografia. Ritrovarla è l’unica strada per raggiungere la verità. Una verità che, forse, ha un prezzo troppo alto. E quando Veronica trova la bambina, ormai una donna anche lei, capisce che la strada è tutt’altro che percorsa, che il mistero è tutt’altro che svelato. Ma soprattutto capisce che c’è qualcuno disposto a tutto pur di ostacolarla nella sua ricerca. Non le rimane che affidarsi a sé stessa, al suo intuito e al suo coraggio. Perché districare il groviglio di bugie e manipolazioni sarà molto, molto pericoloso.

Recensione
by Talia

“Poco prima di iniziare a scrivere queste righe ho letto su un famoso quotidiano spagnolo una notizia curiosa e inquietante: era appena stata scoperta la tomba vuota di una bambina data per morta appena nata, nel 1984. Un ennesimo caso di «rapimento in culla»: un crimine molto diffuso a quell’epoca ma che ha iniziato a venire alla luce solo nell’ultimo decennio. Notizie come questa hanno dato vita alle immagini e alle suggestioni che costituiscono il mondo di Entra nella mia vita.” Estratto di: “Entra nella mia vita.” 

Entra nella mia vita è una storia forte, che ha come protagonista Betty, la madre di Veronica. Poco più che adolescente resta incinta della sua prima figlia, Laura, una bambina sanissima che però le viene sottratta, facendole credere che sia morta. Betty si ferma e con lei il mondo e il tempo. Anche dando alla vita altri due bambini, il suo penClara Sanchezsiero torna sempre alla prima figlia, che per lei invece è viva, perché è sua madre e lo sente. Ingaggia un ispettore privato e i primi risultati iniziano ad arrivare. Ha tra le mani la foto di una bambina biondissima con una palla in mano, che gioca in un cortiletto di una scuola. Betty non ha dubbi: lei è sua figlia Laura.

Il libro inizia quando la piccola Veronica, curiosa e irrequieta come può essere una qualunque bambina, un giorno scopre nella cartellina dei genitori la foto di una bambina che sembra essere sua coetanea. Veronica ancora non può sapere che è a causa di quella foto che sua madre sembra stare male e che la sua infanzia e quella di suo fratello sono strettamente legate alla sua. Veronica cresce, e vede sua madre deperire e stare male, impegnata tra le sedute del suo psicologo, tutte le sue ricerche e le conversazioni con la sua amica Ana, che cerca di darle la forza per andare avanti.

È quando Betty si ammala veramente che Veronica decide di intraprendere le ricerche che ha lasciato sua madre, ormai annientata dal dolore. Perché Veronica deve sapere chi è quella bambina e perché la sua infanzia sia stata così strettamente influenzata da quella foto. Deve solo trovare un filo conduttore che riesca a portarla a lei e seguire gli indizi come fece sua madre prima di lei. Ma chi è veramente Laura? Sicuramente è una ragazza adolescente nel pieno della sua bellezza. Ma non spensieratezza, perché nonostante voglia molto bene a sua madre e a sua nonna, dentro di sé sa che c’è qualcosa che non va, ma non riesce a capire cosa.

Personalmente ritengo la trama del libro veramente bella, anche se per quanto riguarda la sua realizzazione ho qualche dubbio. Mi spiego meglio: volendo è possibile dividerlo in due parti. La prima metà e veramente ben fatta, ricca di dettagli, molto introspettiva e veramente accattivante. La seconda metà perde nella realizzazione. Le scene si fanno più macchinose e ad un certo punto, quando l’autrice sembra non saper più progredire nel racconto, è come se inventasse dei veri Deus ex Machina per risolvere la situazione. Clara Sanchez

È come se i suoi editor non le abbiano dato i tempi giusti per poter continuare il lavoro intrapreso nella prima metà. Un vero peccato. Comunque bella la copertina che la casa editrice Nord propone. I colori e l’immagine richiamano anche quella utilizzata nel precedente libro della stessa autrice, Il profumo delle foglie di limone. Non ci sono errori di battitura, ma solo qualche lieve svista nell’utilizzo degli ausiliari. Il prezzo sempre un po’ sopra le righe. Onestamente non mi sento di dare una valutazione pienamente positiva al libro ma nemmeno di stroncarlo. Semplicemente mi limito a rimettere agli interessati la decisione di leggerlo o meno.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi