Fai finta che io non ci sia di Meg Rosoff

Fai finta che io non ci sia

di Meg Rosoff

separatore1

15839976Titolo: Fai finta che io non ci sia
Autore: Meg Rosoff
Edito da: Rizzoli
Prezzo: €15.00 cartaceo
Genere: Narrativa
Pagine: 250 p.

Good-Reads-iconamazon-iconTrama: Mila ha dodici anni e vive a Londra con il papà, Gil, e la mamma, Marieka. Sono una famiglia felice, affiatata. Per le vacanze di Pasqua Mila andrà con il padre negli Stati Uniti da un vecchio amico di Gil, Matthew. È tutto pronto, ma alla vigilia della partenza arriva inattesa la telefonata di Suzanne, la moglie di Matthew, che li informa che l’uomo è sparito. Padre e figlia partono lo stesso, decisi a ritrovarlo. Mila, che ha fiuto per i misteri e fa sempre domande, tanto da essersi guadagnata il soprannome di Perguntadora, pregusta il sapore dell’avventura, senza immaginare che ad aspettarla, oltre l’oceano, c’è un enigma troppo intricato e oscuro per lei, un puzzle smontato da troppo tempo, le cui tessere forse non si ricomporranno mai. Intrecciato a una vicenda tesa e carica di suspense, un romanzo di formazione affilato, che segue lo sguardo speciale della sua protagonista, Mila, nella sconcertante scoperta delle ombre e le bugie degli adulti.

SegnalazioneQUI

Immagine5

Recensioneùdi Claudy

Mila è una ragazzina di 12 anni, intelligente e attenta.

Durante le vacanze di Pasqua segue il padre in un viaggio che dovrebbe essere di piacere, ma che si rivelerà pieno di angoscianti rivelazioni.

La mente di una ragazzina non si spiega il perchè il mondo degli adulti sia così complicato e perché “da grandi” si possano commettere così tanti errori.

Da una parte il lettore vive lo sconforto e lo sconvolgimento di Mila, dall’altra la quasi indifferenza di Gil, suo padre. Sembra proprio che “da adulti” le cose si lasciano andare come devono. Questo è quello che appare agli occhi di Mila.

Mila ha un bellissimo rapporto con i genitori, è cresciuta in una famiglia unita, senza traumi… ma intorno a lei le cose sono ben diverse: la sua amica del cuore, Catlin, deve assistere ai continui litigi tra i genitori, mentre Jack, un simpatico ragazzo conosciuto proprio durante il viaggio a New  York, vive con la madre e a stento riesce a parlare del proprio padre, che vede raramente e di nascosto.

Questo libro è ben scritto, scorre via veloce. È una boccata di aria fresca, un viaggio nell’affascinante e travagliata adolescenza.

Mi ci sono tuffata con piacere. L’attenzione sui fatti aumenta progressivamente, fino a quando però tutto si sgonfia. Insomma, sembra che i misteri siano tanti e terribili, in realtà nella mente del lettore (adulto) succede proprio quello che accade nella mente degli adulti protagonisti del libro: certo, la situazione è complicata, ma non è poi la fine del mondo.

Mila non è di questo avvisoEd è giusto che sia così, perché l’adolescenza è il periodo della formazione, del lento divenire; questi sono gli anni delle grandi convinzioni e dei forti princìpi. Molto significativo a questo proposito il passo in cui Mila si interroga sul futuro, su quel che sarà di lei, su quali saranno le sue scelte e quali errori inevitabilmente farà.

Un libro leggero, sincero, che ci riporta tutti alla genuinità delle cose e dei sentimenti. Ogni tanto fa bene fare un viaggio di questo tipo.

VOTO:

meg rosoffMeg Rosoff ha lavorato per anni in pubblicità e nell’editoria. A quarantasei anni ha scritto Come vivo ora (pubblicato in Italia da Feltrinelli), che in breve ha scalato le classifiche internazionali e vinto i più prestigiosi premi letterari, tra cui la Carnegie Medal e il Michael L. Printz Award. Fai finta che io non ci sia è stato selezionato dal Publishers Weekly tra i migliori libri per ragazzi del 2013.

Blogger-iconTwitter-iconGoodreads

 

∼ by Claudy
editing by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi