Fumetteria: Oggi si parla di ‘Bungou Stray Dogs’

Fumetteria

Fumetteria
Recensioni Fumetti&Manga
separatore2

Bungou Stray Dogs
di Kafka Asagiri

699783

Il manga e l’anime

bungo-stray-dogs-4840255Manga

Titolo: Bungo Stray Dogs
Autore: Kafka Asagiri
Editore: Kadokawa Shoten
Genere: azione, giallo, mistero, superpoteri
Volumi: 11 (in corso)

Voto: 8

Ancora inedito in Italia

Anime16

Titolo: Bungo Stray Dogs
Studi d’animazione: Bones
Regista: Shinichiro Watanabe
Anno di trasmissione: 2016
Rete televisiva: Tokyo MX, SUN, TVQ, CTC, tvk, TVS, BS11
Episodi: 24

Voto: 9

.

separatore2

Trama

 Atsushi Nakajima è stato cacciato fuori dall orfanotrofio in cui viveva e ora non ha né cibo né un posto dove dormire. Mentre sta sul ciglio di un fiume salva un uomo che tenta di suicidarsi, costui si chiama Osamu Dazai e insieme al suo partner Kunikida fanno parte di un’agenzia di detective davvero particolare.

Entrambi sono dotati di poteri soprannaturali e si occupano di casi troppo rischiosi per la polizia o i militari. Al momento stanno dando la caccia a una tigre apparsa recentemente nell’area, la quale sembra avere una sorta di connessione con Atsushi. Una volta concluso il caso è chiaro che ora il destino di Atsushi è collegato a quello dei due detective.

 

 

Recensioneù

di Persefone

.

Bungou Stray Dogs è l’anime rivelazione di questo 2016. Intenso, divertente, oscuro, enigmatico, coinvolgente. Cattura lo spettatore sin dalla prima puntata.

La storia è ambientata in una città portuale del Giappone, Yokohama, nella quale si scontrano due organizzazioni opposte: la Port Mafia e l’Agenzia dei Detective Armati. Entrambi i gruppi sono composti da persone con poteri straordinariamente speciali che permettono di vivere al di sopra della legge. La Port Mafia, come lascia intedere il nome, è un’organizzazione criminale che si occupa di traffico d’armi, omicidi e ha le mani in pasta in tutti i livelli dello Stato. Il capo di questo gruppo è Mori, un medico spietato e crudele, che non ha pietà neanche per i suoi sottoposti.

A combattere la violenza della Port Mafia è l’Agenzia dei Detective Armati, la quale ha il compito di proteggere la città e di occuparsi di questioni che sarebbero troppo inconvenienti per la polizia.

L’anime mi è piaciuto molto in quanto mescola generi e toni diversi: infatti le puntate intrecciano in modo magistrale mistero, azione e comicità. L’azione è trasmessa grazie agli scontri tra i due gruppi, le esplosioni e l’uso dei poteri dei personaggi, mentre la comicità macabra è resa attraverso il personaggio di Dazai Osamu, un aspirante suicida, il quale apparentemente ha come unico scopo quello di trovare una compagna bellissima con la quale commettere un doppio suicidio.

Nonostante l’ironia e la comicità di alcune scene, l’anime è pervaso dalla violenza in ogni sua forma: la violenza della Port Mafia, l’indifferenza dello Stato, i sopprusi che alcuni personaggi, tra cui Atsushi e Akutagawa, hanno dovuto subire da bambini e la brutalità che segna il passato di tutti i protagonisti.

L’aspetto che mi ha veramente colpito è la caratterizzazione dei personaggi, i quali vengono delineati sapientemente da Asagiri. Ognuno di essi ha un passato oscuro, un segreto inconfessabile da scoprire puntata dopo puntata. I protagonisti di questo anime sono personalità uniche, personaggi a tutto tondo che cambiano e si svelano pian piano, così come i loro poteri.

Ho apprezzato il fatto che l’autore si ispirasse per i suoi personaggi a famosi autori letterari, sia della tradizione giapponese sia di quella europea; Atsushi Nakajima, Osamu Dazai, Ryūnosuke Akutagawa ma anche Fëdor Dostoevskij e Agatha Christie e che i poteri soprannaturali siano tratti dalle loro opere più famose.

L’anime è una strasposizione fedele del manga e tutti gli aspetti che vengono trattati nei capitoli cartacei vengono anche affrontati in video. Ho adorato la grafica, così ben curata, l’animazione e la cura del dettaglio.

Bungou Stray Dogs è stato capace di affascinarmi con la profondità dei suoi personaggi, le atmosfere cupe e una storia appassionante.

“Flowers that bloom in the darkness can only be at ease in the darkness”

 

separatore2

autoreKafka Asagiri: Le notizie ufficialmente rilasciate al pubblico che riguardano l’autore sono sfortunatamente molto poche. Debutta nel 2013 con il manga in tre volumi Shionomiya Ayane wa Machigaenai.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi