Giveaways. Spinosa questione.

 

Giveaways. Spinosa Quesione

Era tempo che noi di Sognando Leggendo ponderavamo sulla questione dei Giveaways. È una questione spinosa, sentita moltissimo dagli utenti e difficile da gestire sotto ogni punto di vista.

Forse non tutti voi sapranno ma, per noi dello staff, aprire un Giveaways è sempre un rischio e di vantaggi, a conti fatti, ce ne vengono molto pochi in tasca, se non la soddisfazione di aver permesso ad uno dei nostri utenti più affezionati di leggere un buon libro.

Purtroppo secondo le leggi italiane aprire dei concorsi, anche a livello casareccio come i nostri, senza aver prima adempiuto ad una serie di obblighi nei confronti del Ministero per lo Sviluppo Economico, è senza dubbio sanzionabile fino a 500.000 €. E non son corbezzoli.

La questione dell’illegalità dei Giveaways, così come abbiamo preso a strutturarli abitualmente in Italia (moduli di partecipazione, richiesta di following obbligatoria per i partecipanti…), è un argomento che era stato già sollevato tempo fa ma, dopo numerose discussioni, eravamo giusti alla convinzione che avremmo potuto continuare a rischiare, per il bene dei nostri utenti.

Ad oggi le cose sono un po’ cambiate, purtroppo. Quelli che prima erano dei “cavilli” che ci permettevano di continuare ad aprire Giveaways oggi sono delle armi in mano a chi, per invidia o noia, non ha niente di meglio da fare che andare in giro a segnalare blog altrui. Presumo sia piuttosto evidente che non possiamo continuare a “rischiare” e sperare che vada tutto bene, mi spiace per i nostri fedelissimi utenti ma non possiamo. Senza contare il gran polverone che – poco furbamente – è stato alzato e quindi che ha attirato sempre più l’attenzione su questi benedetti concorsi.

Cos’è un Giveaways?

I giveaway sono usualmente organizzati da soggetti che non svolgono attività d’impresa allo scopo di richiamare l’attenzione di terzi rispetto alle attività da essi svolte.

Ad esempio, il titolare di un blog potrebbe decidere di organizzare un giveaway per motivare i propri lettori, ricompensando gli stessi per l’affezione dimostrata, o al fine di attrarre nuovi e diversi lettori.

Si tratta d’iniziative che, pur non essendo di per sé illegali, al ricorrere di determinate circostanze possono esporre coloro che le organizzano al rischio di subire pesanti sanzioni amministrative.

Come abbiamo già detto è evidente che i Giveaways possono avere vari scopi, tutto dipende di fatto da come vengono organizzati, ma è altrettanto vero che la natura non commerciale del blog, lo scopo non commerciale del giveaways ecc ecc… devono essere tutti “dimostrati” se veniamo chiamati in causa da chi di dovere (di fronte ad accusa bisogna difenderci, no?), cosa non sempre semplice visto il grado di nebulosità che avvolge la natura stessa dei blog (basta ricordare la spinosa questione dei Trailer e della SIAE che tendeva a considerare “commerciali” tutti i blog che percepivano diritti pubblicitari attraverso, ad esempio, Google Adsense).

In parole povere la giurisprudenza non ci contempla, le leggi sono piuttosto “interpretabili” in materia (e aggiungeremmo anche un “purtroppo”) quindi ritenersi al sicuro non è certo, soprattutto visto che il blog, a conti fatti, è e resta, per il momento, un servizio gratuito che offriamo ai nostri lettori che va avanti solo grazie alla nostra passione e niente altro. Per chi si riempie la bocca con “pubblicità”, “google adsense” e i fantomatici guadagni che noi blogger otterremmo dai nostri sacrifici rispondiamo: ma dove?

Le pubblicità di Google in due anni hanno reso qualcosa come 20€ di utile, con un utenza fissa di 1000 presenze giornaliere, non ci diventiamo certo ricchi!

Tornando alla questione Giveaways, vorremmo aggiungere che secondo la disposizione vigente

Qualora, infatti, un giveaway sia organizzato allo scopo “di favorire, nel territorio dello Stato, la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi o la vendita di determinati prodotti o la prestazione di servizi” ed abbia un “fine anche in parte commerciale”, esso diverrebbe soggetto alle disposizioni del D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430 (Regolamento concernente la revisione organica della disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, nonché delle manifestazioni di sorte locali, ai sensi dell’articolo 19, comma 4, della legge 27 dicembre 1997, n. 449), che disciplina lo svolgimento di concorsi a premio nel territorio dello Stato.

Tale decreto prevede una serie di obblighi in capo ai soggetti che intendono organizzare un concorso a premio in Italia, quali, ad esempio, gli obblighi di redigere un regolamento della manifestazione contenente determinate informazioni, di inviare al Ministero per lo Sviluppo Economico talune comunicazioni di avvio e di chiusura della manifestazione, di prestare in favore del Ministero una fideiussione di valore pari a quello dei premi messi in palio nonché di estrarre o altrimenti individuare i vincitori del concorso alla presenza di un notaio o di un funzionario della Camera di Commercio.

Quindi non è importante solamente l’aspetto commerciale del Giveaways ma anche l’aspetto “concorso”. Qualora si parli di concorso il Giveaways rientra quasi automaticamente nelle disposizioni del D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430.

Andando ad analizzare l’articolo 2 del decreto appare evidente che anche solo richiedere, a voi utenti, di partecipare tramite “Modulo” (come moltissimi blogger fanno) con un estrazione casuale con il sito Random.org costituisce di fatto degli estremi per poter considerare il Giveaways un “concorso a tutti gli effetti”.

Art.2 Concorsi a premio

1. Sono considerati concorsi a premio le manifestazioni pubblicitarie in cui l’attribuzione dei premi offerti, ad uno o più partecipanti ovvero a terzi, anche senza alcuna condizione di acquisto o vendita di prodotti o servizi, dipende:

a) dalla sorte, sia che l’estrazione dei vincitori sia organizzata appositamente, sia che si faccia riferimento ad altra estrazione o ad altra designazione che dipende comunque dalla sorte;

b) da qualsiasi congegno, macchina od altro, le cui caratteristiche consentano di affidare unicamente all’alea la designazione del vincitore o dei vincitori dei premi promessi;

c) dall’abilità o dalla capacità dei concorrenti chiamati ad esprimere giudizi o pronostici relativi a determinate manifestazioni sportive, letterarie, culturali in genere o a rispondere a quesiti o ad eseguire lavori la cui valutazione è riservata a terze persone o a speciali commissioni;

d) dall’abilità o dalla capacità dei concorrenti di adempiere per primi alle condizioni stabilite dal regolamento, purché le modalità dell’assegnazione dei premi siano oggettivamente riscontrabili e i concorrenti che non risultino vincitori possano partecipare all’assegnazione di ulteriori premi.”.

Molti blogger credono che siccome LORO (o il loro blog) non hanno interessi di natura commerciale e/o non abbia il Giveaways stesso natura commerciale, queste leggi non possano essere loro applicate e tirano avanti così, sperando che nessuno li noti nel mare infinito che è il Web.

Tutto sommato sarebbe plausibile ritenere che il Ministero non venga a “rompere le scatole” ad un blog che ha palesemente natura non commerciale per un copia di un libro (20€) che regala. Ma dato che siamo in Italia questa speranza non è detto che venga esaudita e il rischio che noi blogger si venga assimilati a “campagne pubblicitarie non autorizzate delle Case Editrici”, “blog di natura commerciale” (per via degli annunci pubblicitari) o peggio non è così inconsistente come vorremmo tutti noi illuderci.

In poche parole: la legge non è chiara, non ci sono norme che liberano i blogger dalle responsabilità legali, non ci sono norme che, viceversa, imputino ai blogger specifiche responsabilità e le stesse interpretazioni in materia sono tutt’altro che univoche.

Lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico, a seguito di alcune richieste da parte di alcune blogger, non ha potuto far altro che rispondere sfruttando il principio di analogia e – a nostro modesto parere – piuttosto imprecise e incerte.

Vi consigliamo di leggere qua, se volete farvi un’idea delle domande (e delle risposte) che son state ottenute: http://romanticamentefantasy.blogspot.it/2012/03/argomento-giveaway-si-possono-fare.html

Conclusioni

A cosa porta tutto questo papiro? Ebbene, ecco a cosa ci porta, su Sognando Leggendo: i Giveaways che avete conosciuto fino ad ora scompariranno.

Abbiamo riflettuto molto, valutato i pro e i contro, pensato ad alternative, scappatoie e discusso fra blogger per ore intere ma la soluzione della questione non è cambiata di una virgola.

Dobbiamo cambiare metodo, in fretta, e ciò avverrà non appena avremo concluso gli attuali Giveaways in corso senza possibilità di tornare indietro perché, ad essere onesti, vorremmo dormire sogni tranquilli.

Purtroppo si sono verificati alcuni eventi incresciosi che ci hanno portato a maturare questa decisione, dopo che per mesi siamo andati avanti a furia di “speriamo che vada tutto bene”.

Di fatto alcuni blog di “FaiDaTe” (o bricolage come dir si voglia) si sono ritrovati SEGNALATI al Ministero da parte di qualche utente. Un utente invidioso? Un utente annoiato? Non lo sappiamo e non sono fatti che ci riguardano, ma che ci han fatto riflettere.

E se un domani un utente, che si annoia o che non vince mai su SL, si autoconvinca che lo abbiamo fatto per chissà quale sadico motivo e ci segnali? E se un giorno uno degli utenti che abbiamo escluso dai sorteggi per motivi, per loro, apparentemente ingiusti ci segnalasse? Sappiamo che il web, come il mondo, è fatto da molti tipi di persone e noi non ce la sentiamo di scommettere sulla correttezza incontrastata di un’utenza che, a parte i nostri fedelissimi, non possiamo umanamente conoscere e garantire.

Quindi la scelta sta a voi e vi lasciamo due alternative che convalideremo con un sondaggio, incluso qua nel post.

Possiamo smettere completamente di fare Giveaways su Sognando Leggendo rifiutando da qui in avanti le offerte delle Case Editrici oppure potete fidarvi di noi, come avete fatto fino ad ora, o accettare un nuovo metodo assegnazione del Giveaways che si baserà sull’autonoma decisione dell’amministrazione fra i vari utenti fissi e attivi del blog.

Non possiamo far altrimenti, e i particolari andranno affinati con la pratica, ma di fatto si tratterebbe di “informarvi” della presenza di una copia del libro che abbiamo in più nelle nostre librerie, che abbiamo deciso deciso di regalarvi, e che lo faremo scegliendo autonomamente uno degli utenti che ci faranno sapere tramite commento nel post se il libro è di loro interesse.

Cercheremo di tenere un archivio in Excel in cui registreremo i vari utenti che hanno già ricevuto un regalo per evitare doppie assegnazioni e valuteremo la presenza, i commenti lasciati dagli utenti in quel periodo… Insomma lo decideremo senza estrazioni, senza giurie, senza indire NESSUN CONCORSO ma cercando di essere il più giusti possibile. Saranno dei REGALI, senza nessun legame con le nuove uscite (quindi non riconducibili a eventuali promozioni di Case Editrici), liberi da criteri di partecipazioni e basati solamente sulla nostra indiscussa volontà e scelta di rendere felici uno dei nostri utenti perché, invece di “buttare” il libro in questione vogliamo regalarlo. Il regalo, almeno fino ad ora, non è vietato.

Non siamo riusciti a trovare alternative e, ripetiamo, l’alternativa è NON avere più Giveaways su SognandoLeggendo come stanno facendo moltissimi blog. Senza contare che, se “l’idea” non dovesse andare bene potremmo semplicemente ritrovarci costretti a evitare i giveaways. Cosa ne pensate? Cosa voterete nel Sondaggio?

Le alternative sono queste e solo queste e, anche se avremmo voluto continuare con il sicuramente meno problematico Random.org, come speriamo avrete capito, non è proprio possibile.

Per scrivere questo articolo ci siamo avvalsi delle seguenti fonti:

–          http://www.alfaplanner.it/archives/category/giveaway
–          www.sviluppoeconomico.gov.it
–          http://romanticamentefantasy.blogspot.it/2012/03/argomento-giveaway-si-possono-fare.html

 

 

Lascia un commento

14 risposte a “Giveaways. Spinosa questione.”

  1. Giada Celeste ha detto:

    Ragazze mi fido di voi e nella vostra correttezza…quindi mi va bene se regalate i libri solo a tutti gli utenti attivi.

    • Nasreen ha detto:

      Sono felice che ci sia qualcuno che si fida XD Qualcuno è passato direttamente alle offese, sulla TAG del blog, quindi… vedere un messaggio come il tuo, tira su il morale ^^

  2. Elena Feltri ha detto:

    E' una vergogna che la legge si occupi di questioni come questa quando ci sono tanti problemi da risolvere… Comunque fate bene a tutelarvi, rischiare in questo caso non ha senso. :), a presto!

    • Nasreen ha detto:

      Il problema è che non si sono affatto accupati della questione GA, ma che hanno fatto delle leggi A PRIORI assurde…

  3. Arwen ha detto:

    La questione dei giveaway purtroppo è davvero spinosa e credo che per un blogger la secelta a questo punto sia una scelta obbligata.

    Nemmeno io rischierei di dover pagare la cifra spropositata che hanno messo come sanzione 🙂

    Addio giveaways ……. certo che con tutti i problemi che ci sono in Italia prima di questa cosa potevano pensare a sistemare problemi pià seri !

    Io continuerò a seguire il blog come sempre

    • Nasreen ha detto:

      Grazie Arwen per la tua fiducia ^___^ In effetti i GA, di per se, non sono un problema vero e proprio, ma siamo in Italia…ADORANO complicarci la vita.
      Se non altro, forse, ora torneremo ad avere delle premiazioni effettive per tutti coloro che passano, leggono, commentano e ci seguono realmente… Speriamo bene. Gli utenti affezionati, alla fine, ci sono sempr stati ed è ora che vengano premiati!

  4. katia860 ha detto:

    Ciao, io tra le opzioni opterei sicuramente per i libri regalati a sorpresa. Mi piacerebbe addottare lo stesso sistema anche per il mio blog… ma se in un post, non dedicato eslusivamente a questo, inserendo semplicemente un banner di un libro comunque non attuale, dicendo che da ora a data che deciderò io assegno tal libro seguendo miei criteri che non rivelo… sono sempre in regola. Mi piacerebbe qualche consiglio perchè anchio ho lo stesso problema e la vostra idea è davvero molto interessante.

    Che leggi, però… anchio sono contraria a tutto questo polverone, a volte stare zitti è la cosa più saggia ma ormai la miccia è stata accesa.

    • Nasreen ha detto:

      Io non ho davvero idea di come strtturare la cosa… Sto aspettando qualche giorno per riordinare le idee. Anche per noi è tutt'altro che semplice…

      Stare zitti. Più che altro avremmo dovuto discuterne fra blogger e arrivare ad un punto comune di azione prima di aprire petizioni e blog che sparano cacchiate a sestra e manga interpretando leggi che perfino avvocati con anni di esperienza hanno fatto fatica a interpretare. Non c'è stata molta saggezza in questa cosa, sono d'accordo.

  5. Micia ha detto:

    Io mi fido, se la fortuna non sceglie una determinata persona con chi vogliamo prendersela?

    Mi metto nei panni di voi blogger, giusta decisione.

    • Nasreen ha detto:

      Ti ringrazio per la comprensione che, di questi tempi, è una cosa piuttosto rara ^^ Speriamo che non si scatenino isterismi di massa …

  6. sofi97 ha detto:

    sicuramente questa è la decisone più giusta…

    • Nasreen ha detto:

      Diciamo che, più che altro, non sappiamo più pesci prendere. Noi ci proviamo a rendere felici tutti e, spero sia chiaro, per noi è solo del lavoro in più XD Ci fa piacere ma, in termini di visualizzazioni (come alcuni hanno malignato) i blog più grandi non ci guadagnano davvero un gran che perchè abbiamo degli utenti davvero affezionati che ci seguono a priori ^___^

  7. make up deer ha detto:

    Blogger a rapporto!! Anche io non so come fare…. Se scrivo un post con titolo "Regalo alle followers" ad esempio, dico qual è il premio, che bisogna essere iscritte al blog e che sceglierò io la vincitrice sulla base dei commenti sotto al post non è alla fine uguale ad un giveaway? è comunque sanzionabile?

    • Nasreen ha detto:

      io sto aspettando che finisca il periodo del sondaggio (pasqua) per poi fare il primo NUOVO Giveaways. Vedremo come verrà accolto dal pubblico

  8. […] Vi invito tutti a leggere (o rileggere) le motivazioni che ci hanno spinto a cambiare metodo di scelta del vincitore (ovvero non c’è più estrazione ma viene scelto – a rotazione – da me in base alla frequenza e presenza su SL) prima di alzare polveroni inutili. [Clic]  […]

  9. […] Come sempre vi linko la pagina web che vi spiegherà la politica Giveaways del nostro sito: Clic […]

  10. […] Come sempre vi linko la pagina web che vi spiegherà la politica Giveaways del nostro sito: Clic […]

  11. […] Vi invito tutti a leggere (o rileggere) le motivazioni che ci hanno spinto a cambiare metodo di scelta del vincitore (ovvero non c’è più estrazione ma viene scelto – a rotazione – da me in base alla frequenza e presenza su SL) prima di alzare polveroni inutili. [Clic]  […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi