Gothic Book Party! Alla scoperta della serie RVH di Lucia Guglielminetti e del Vampiro Lestat de Lioncourt, scelto da Sognando Leggendo

 

Sognando Leggendo è lieto di partecipare al Gothic Book Party dedicato alla serie urban fantasy, horror, RVH di Lucia Guglielminetti. Fatevi conquistare da Raistan Van Hoeck e venite a scoprire la sua storia.

Per il rilancio della serie RVH, di Lucia Guglielminetti, oltre a regalare un corposo estratto di ben 86 pagine del 1° volume, Ascesa alle tenebre, scaricabile gratuitamente sui maggiori store online, l’autrice rende disponibili i primi due libri a un prezzo scontato a cui sarà difficile resistere! Fino al 29 settembre potrete infatti acquistarli a soli 0,99 €!

Ecco in dettaglio i primi due libri:

Titolo: RVH. Ascesa alle Tenebre
Autore: Lucia Guglielminetti
Prezzo: Ebook 0.99 € (fino al 29 Settembre)
Genere: Urban Fantasy, horror
Acquistabile: QUI

TRAMA: Se stai leggendo qui, vuol dire che sei in cerca di qualcosa fuori dall’ordinario. Io sono un vampiro, di quelli che non si fanno problemi a nutrirsi di sangue umano e che bruciano al sole. Raramente sono gentile, ma forse farò un’eccezione per te. E allora vieni con me, avventato lettore, voglio raccontarti la mia storia. Voglio che tu viva insieme a me il momento in cui sono morto, lasciando una moglie che trascuravo ormai da tempo e una donna che mi ha dato un tetto sotto cui dormire e l’affetto di una madre. Sospetti che fossi un uomo terribile in vita? È solo perché ancora non sai cosa ho fatto dopo la morte. Lasciati condurre in un viaggio nel passato per conoscere ciò che ha trasformato un ragazzino pallido e fragile in un vampiro vendicativo. Vieni a provare il dolore di una fiamma che brucia ma non consuma, vieni a sentirti vivo mentre uccidi tutti in una taverna, e vieni a scoprire che i mostri a volte non hanno le zanne, ma sono proprio come te. E seguimi anche nel presente, perché non mi sto divertendo per niente. Sono Raistan Van Hoeck, conosciuto anche come l’Olandese. Ho più di trecento anni. E ho una storia da raccontarti. 

Estratto:  «Che cosa sei, tu? Che razza di scherzo di natura sei? E che cazzo hai da ridere?» Parlava in fiammingo, una lingua molto simile alla mia, sebbene con un accento diverso. Patetico che non avessero ancora capito di fronte a chi si trovavano e quale sarebbe stato l’esito di quell’incontro. Scoprii finalmente i canini e la fiaccola gli cadde di mano.
«Sono qualcuno che avreste fatto bene a lasciare in pace» risposi.

Titolo: RVH. Sette Giorni per i Lupi
Autore: Lucia Guglielminetti
Prezzo: Ebook 0.99 € (fino al 29 Settembre)
Genere: Urban Fantasy, horror
Acquistabile: QUI

TRAMA: Salve, caro lettore, sorpreso di rivedermi? Credevi ti avrei lasciato all’oscuro sul seguito della storia? Meriteresti di essere punito per la tua mancanza di fiducia. Mantengo sempre le promesse, e questo dovresti ormai saperlo. Andiamo, accompagnami ancora una volta, ti racconterò storie di battaglie, amori travolgenti, amicizie che portano a commettere follie e a rischiare la vita. Ti ritroverai al centro di eventi storici come le fasi salienti della Rivoluzione Francese. Non ci credi? Allora seguimi, te lo dimostrerò, perché io ero lì. Shibeen e i suoi fratelli, Stefan, Greylord ed Ellie con la sua famiglia sono qui ad aspettarti, ma conoscerai anche nuovi personaggi. Alcuni resteranno fino alla fine, altri se ne andranno, ma non ti pentirai di averli incontrati. Vedi di non tardare, però, l’alba giunge in fretta e il mio tempo per raccontare non è infinito. Corri con me caro lettore, e vediamo dove ci condurrà questo nostro viaggio insieme.

Estratto: «Ci fai rivedere come corri veloce?» chiese il biondino.
«Sparisci biondo, ho da fare.»
«Stai aspettando la tua bella, eh?»
Abbassai lo sguardo su di lui: se la stava ridendo assieme ai suoi ruspanti amici.
«E tu che diavolo ne vuoi sapere? Fila, non ho ancora mangiato, stasera.»
«Aha, non penserai che crediamo alla favola dell’orco che mangia i bambini, vero?»
Mi piegai sulle ginocchia e portai il viso all’altezza del suo, in modo che potesse osservare da vicino i miei occhi. «Oh, ma io non li mangio. Succhio solo il loro sangue…» dissi, regalandogli un raccapricciante sorriso zannuto.

Volete scoprire qualcosa in più di questa serie urban fantasy che racchiude in sé le tinte cupe di un buon horror e quelle più delicate di una storia d’amore e d’amicizia? Allora seguite l’evento in corso su Facebook (QUI) e avrete la possibilità di vincere una copia ebook di Ascesa alle tenebre e Sette giorni per i lupi!

Partecipate al Gothic Book Party! e votate il vampiro che preferite fra quelli più famosi della letteratura mondiale!

I Blog che partecipano sono: 

Regin La Radiosa ~ Jean-Claude

Su Il gufo lettore ~ Dracula

Su Emozioni fra le pagine ~ Rhage

Su Sognando tra le righe ~ Carmilla

Su Sognando Leggendo ~ Lestat

Avete tempo fino al 27 settembre!

Le regole del giveaway sono semplici:

1. Votare

2. Un LIKE alla pagina di Lucia Guglielminetti sarebbe gradito

3.  Aiutateci a condividere l’evento.

Giorno 28 Settembre saranno annunciati i vincitori.


E adesso vi parliamo del Vampiro che abbiamo scelto qui su Sognando Leggendo: LESTAT  

Forse uno tra i vampiri moderni più famoso in assoluto: Lestat de Lioncourt, protagonista indiscusso delle Cronache dei Vampiri, scritte da Anne Rice. Le Cronache dei Vampiri iniziano nel lontano 1976, con probabilmente il suo libro più celebre, Intervista con il vampiro, e si “concludono” per ora con Prince Lestat and the Realms of Atlantis, ancora inedito in Italia – sigh! – pubblicato nel 2016. Insomma, 30 anni vissuti accanto al Nostro Vampiro, fra alti e bassi, momenti di stop e deliri cristianoidi dell’autrice (che per un periodo ha rinnegato il lavoro considerandolo una sorta di opera del Demonio, gulp!).

Ma parliamo del caro vampiro. Chi era Lestat? E Chi è oggi? Nel susseguirsi dei libri sappiamo molte cose su di lui prima del Dono oscuro, ovvero la trasformazione in non morto. Conosciamo ovviamente i suoi natali, la sua appartenenza ad una famiglia di aristocratici francesi pre rivoluzione e che oltre sua madre Gabrielle non aveva grandi legami con nessuno dei suoi famigliari. Verrà scelto da uno degli Antichi, Magnus, per divenire un suo figlio ma nel giro di pochissimi anni, Lestat il Vampiro diventerà un vero e proprio Immortale ed Onnipotente, grazie all’assunzione di sangue di diversi Antichi. Al contrario degli altri quindi, Lestat è in grado anche di mostrarsi alla luce del sole ed il suo immenso potere gli permette di non bere più sangue per lunghi periodi, come se ormai non avesse nemmeno più necessità del nutrimento umano.

Ma perché Lestat è così famoso? Fondamentalmente nel primo libro dove egli appare, che è anche il più celebre, Lestat è il “villain”. Louis de Pointe du Lac è il protagonista nonché narratore della vicenda. Come può il Nostro Vampiro avergli rubato la scena vedendosi in una manciata di capitoli? Facile! Perché il “farfallone amoroso” è un personaggio splendido. La sua vita pre e post oscurità, sono magistralmente gestite da una Rice che nonostante i suoi alti e bassi, riesce sempre a mantenere focalizzate le sue capacità di scrittura sul Nostro Eroe. Perché si, alla fine Lestat è un eroe, è un principe vampiro che sfiora la Santità, ragiona in modo filosofico toccando i punti più importanti del sapere umano, ergendosi a Profeta Religioso ad un certo punto della sua vita. Insomma non siamo di fronte al classico vampiro che pensa solo al sangue e al sesso, siamo lontani anni luce da tutto questo. Affrontare le Cronache dei Vampiri pensando di leggere le classiche storielle di creature della notte sessualizzate è sbagliato quando disturbante. La Rice crea un mondo popolato di esseri soprannaturali che parlano e pensano come fossero dei. I loro discorsi sono complessi. Dio, la morte, la vita, l’amore, il desiderio, niente è più umano, nemmeno le loro parole. Ed è per questa profondità che a mio avviso, la Rice tocca le vette di Stoker, lei è una sua erede, Lestat è il perfetto figlio di Dracula (non a caso abbiamo anche una piccola apparizione in un romanzo di Kim Newman, Anno Dracula).

Nonostante siamo ormai a 31 anni dalla nascita di questo personaggio e nonostante una serie che nel tempo ha perso mordente a causa di scelte assurde dell’autrice (la Rice oggi vedova, da tempo non accetta più un editore per i suoi libri) il clamore non sembra ancora volersi spegnere. Lestat the vampire è divenuto un musical, dopo due film e diversi tentativi di riprendere la saga su pellicola, cinema e tv. Fondamentalmente il successo lo si deve anche allo splendido movie “Intervista con il vampiro” del 1994 diretto da Neil Jordan. Film contrastato dalla stessa Rice a causa delle scelta degli attori, anzi di un unico attore, Lestat. Ebbene si, il suo figlio prediletto, la sua creatura nata e modellata sul marito come omaggio al suo grande amore, è anche quello che lei più ha odiato su pellicola. A quel tempo gli diede forma, fascino e carisma un giovane Tom Cruise in totale stato di grazia. Guardando il film non si capisce bene dove finisca Tom e dove inizi il vampiro. La sua bellezza, il suo carisma, la sua perversione, sono magistralmente interpretati dall’americano. Ma incredibilmente osteggiati dalla Rice, che solo negli ultimi anni recenti ha capito di aver allora toppato (bloccando i successivi seguiti a causa della presenza di Cruise) cercando di sostituirlo con lo sciapo Stuart Townshed nel terzo libro della serie “Le regina dei Dannati”, un film dimenticabile tanto quanto il libro purtroppo.

Cosa possiamo ancora dire sul vampiro da noi scelto? Che assolutamente va recuperato qualora non lo si conosca, ma va letto con attenzione e devozione. Non siamo di fronte a libri semplici, siamo quasi davanti a trattati filosofici, ma signori, ne vale la pena, sempre. Lestat è il Principe dei Vampiri. È nostro dovere entrare e porgere il Collo alla sua Corte.
😉 

Seguite l’evento sulla pagina Facebook, (sempre QUI) leggete e votate!
Forza gente! Partecipate numerosi… vi aspettiamo! 

Articolo a cura di CriCra e MissMarilux

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi