Half Lost di Sally Green [Half Life Trilogy #3]

Half Lost

Half Life Trilogy #3

di Sally Green

 

Titolo: Half Lost
Autore: Sally Green
Serie: Trilogia Half Life #3
Edito da: Rizzoli
Prezzo: 8,99 € ebook, cartaceo € 12,75
Genere: Young Adult, Paranormal
Pagine: 412 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-iconTrama:Nathan è ancora una volta in lotta contro il tempo. Soul, il tirannico Incanto Bianco che con un colpo di mano ha assunto il pieno controllo del Consiglio, ha preso di mira l’Alleanza degli Incanti Liberi, ormai ridotta a pochi elementi, in perenne fuga e pericolo di vita. L’unico modo per uscire dall’impasse è sorprendere il nemico, e attaccarlo dove meno se lo aspetta: nel suo cuore strategico, quel palazzo del Giudizio a cui Nathan è legato da tristi ricordi. Per entrarci però non bastano i nuovi Doni che Nathan sta faticosamente tentando di padroneggiare: occorre qualcosa di più, un leggendario amuleto con il potere di rendere invincibile chi lo indossa. Il prezioso artefatto è però nelle mani di Ledger, un Incanto Nero che gioca da battitore libero. Nathan parte per gli Stati Uniti portando con sé le speranze dei ribelli, ma anche le sue ferite.

Half Life Trilogy:

1. Half Bad
2. Half Wild
3. Half Lost

Immagine5

Recensioneùdi Persefone

“Non sei uno psicopatico e non sei un assassino. Tu non sei cattivo. Non sei neanche lontanamente malvagio. Tu sei qualcuno intrappolato in una guerra sanguinosa che ti sta divorando.”

L’ultimo volume della saga di Sally Green mi ha straziato il cuore ed è per questo che ho aspettato qualche giorno prima di mettermi a scrivere.

Come era capitato in Half Wild, la storia riprende esattamente dove era stata interrotta senza balzi temporali: troviamo un Nathan dilaniato dalla morte del padre e accecato dall’addio ad Annalise, dato che è stata proprio lei ha sparare a Marcus.

tumblr_nnfi5eyndp1u4dnm9o1_1280Nathan è distrutto, perso, ferito e deve assumere sulle sue spalle il peso di una guerra che sta sterminando gli Incanti di tutta Europa. La prima parte del romanzo infatti si concentra sulle azioni dell’Alleanza, l’addestramento di nuove reclute e la ricerca di più alleati possibili per sconfiggere Soul. In questa sezione abbiamo la possibilità di approfondire la conoscenza del personaggio di Celia, così centrale in questo romanzo e in generale nella vita di Nathan: oltre a Gabriel, lei è l’unica che lo conosce nel profondo e sa come gestirlo.

Durante il periodo di addestramento scopriamo il lato del protagonista divorato dall’odio e dalla vendetta che lo porteranno ad allontanarsi da tutti, persino da Gabriel. Infatti l’unico scopo per Nathan è la vendetta per il padre assassinato.

Tuttavia dopo aver rischiato la vita e compreso di non poter vivere per sempre nel rancore, Nathan parte alla ricerca di Ledger, un potentissimo e antichissimo incanto nero, il quale possiede la seconda metà dell’amuleto che permetterà all’Allenza di vincere la guerra. In questo luogo remoto e immerso nella natura, con l’aiuto del potente Incanto, Nathan imparerà ad utilizzare i doni ereditati dal padre e a conoscere se stesso.

In questa seconda parte del libro l’autrice si focalizza con maestria e delicatezza sulla relazione tra Gabriel e Nathan: entrambi dichiareranno i loro sentimenti e potranno vivere appieno il loro legame. Grazie all’appoggio di Gabriel e al suo amore incondizionato Nathan pian piano riesce ad abbandonare i suoi sentimenti più negativi e progettare una vita dopo la guerra.

Ho adorato il modo in cui Sally Green ci descrive i sentimenti dei due ragazzi, il percorso che hanno intrapreso per diventare una coppia che si sostiene e che si supporta a vicenda. L’autrice è stata molto abile ad introdurre in questa trilogia la questione dell’omosessualità senza parlarne direttamente, diffondendo l’unico messaggio che conta davvero: non importa quale sia il tuo genere o la tua sessualità, se incontri una persona che ti comprende incondizionatamente, amala. Infatti nessuno dei personaggi viene “etichettato” gay o bisessuale, semplicemente i due giovani accettano ciò che provano senza fare domande.

“Quello che ti rende così speciale Nathan è che sei sia Incanto Bianco che Incanto Nero, sia oscuro che pieno di luce. È ciò che amo di te, ciò che ho sempre amato. E ti amo ancora, Nathan, so che ti amerò sempre. Ma tu stai cambiando.”

wiki-backgroundGli ultimi quattro capitoli sono una pugnalata nel cuore e narrano la battaglia conclusiva di una guerra ingiusta e sanguinosa. Nathan grazie all’invincibilità dell’amuleto riesce a portare a termine il suo compito, ma ne uscirà distrutto. Ciò che ho apprezzato è il modo in cui l’autrice descrive il cambiamento e l’evoluzione dei personaggi, mostrandoci come la violenza e l’odio cambino per sempre le persone. Infatti tutti i personaggi usciranno da questa guerra diversi, cambiati e stanchi.

Nathan è solo un ragazzo di 17 anni che è stato costretto a vivere in una gabbia a causa della sua metà nera, che ha dovuto lottare per la sua sopravvivenza e guardarsi sempre le spalle. È un personaggio complesso, sfaccettato e così umano con tutto il suo dolore.

“Voglio essere un Mezzo Sangue. Voglio essere Nero e Bianco, il meglio di entrambi.”

Preparate la scorta maxi di fazzoletti perché la morte di un personaggio durante la battaglia vi farà versare molte lacrime.

Inutile dire che ho adorato questa trilogia e i suoi personaggi. Ho amato questo mondo che rispecchia molto il nostro pieno di odio e di rancore, dove vieni etichettato senza la possibilità di dimostrare chi sei. Sicuramente la saga rientra nella mia top five.

Vi invito a dare un’occhiata al blog dell’autrice su tumblr, dove in un post spiega le ragioni di quella morte così dolorosa: dopo aver concluso il romanzo ho avuto davvero la necessità di capire di più. Inoltre l’autrice posta sovente piccole storie nelle quali racconta la sua vita quotidiana con Gabriel, Nathan e gli altri personaggi, un modo per continuare a vivere in questo mondo.

“Una visione. C’è un fiume e alberi e dolci pendii e suono di uccelli e sole sulla mia pelle. È un posto bellissimo. Un posto dove ho sempre sognato di essere. E sono con Gabriel e lui è con me.”

VOTO:

Immagine5

Sally Green, vive in Inghilterra. Dopo aver fatto molti lavori (pagati e non), finalmente ha trovato il tempo di scrivere le storie che prima riusciva solo a immaginare. Le piace leggere e fare passeggiate in campagna, ma vorrebbe bere meno caffè. Half Bad è stato il suo primo romanzo.

Goodreads_iconTwitter-icon

Blogger-icon

 

∼ by Persefone
Editing by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi