Hybrid. Quel che resta di me di Kat Zhang

Kat Zhang

Kat Zhang è poco più che ventenne, è nata in Texas, studia medicina ed è sino-americana. Questo è il suo esordio che si svilupperà in una trilogia.

SitoKat Zhang

 

The Hybrid Chronicles:
1. What’s Left of me, 2012 (Hybrid. Quel che resta di me, 2013)
2. Once We Were, previsto per Settembre 2013
3. Previsto per il 2014

Titolo: Hybrid. Quel che resta di me
Autore: Kat Zhang (Traduttore: C. De Caro)
Serie: The Hybrid Chronicles, vol. 1
Edito da: Giunti (Collana: A)
Prezzo: 14.5o € 
Genere: Distopic romance
Pagine: 416 p.
Votohttp://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/5Astelle.png
   

Trama: “NON DOVREI PIU’ ESISTERE MA SONO ANCORA QUI”. In un mondo alternativo, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l’anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell’infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un’aberrazione da correggere. Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l’altra parte di sé: come due vere sorelle si amano, si proteggono, ma possono diventare anche gelose l’una dell’altra. Nonostante tutti i tentativi per difende­re e nascondere l’esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto.

Recensione
di CriCra

Hybrid, quel che resta di me scritto dall’esordiente Kat Zhang, è il primo libro che dà il via alla trilogia “The Hybrid Chronicles”. Siamo in un ipotetico futuro. Il mondo intero è stato soggetto a numerose guerre. Una lotta rivoluzionaria che ha visto decadere pian piano tutti quegli esseri viventi accusati di essere ibridi, umani dalla doppia anima. Un solo corpo, una doppia entità. Reietti messi al bando da una società illusa di essere nel giusto,vantandosi di essere perfetta.

La protagonista narrante di questa avventura è Eva e il suo alter ego Addie. Eva è quella parte di anima chiamata remissiva. Colei che al passaggio in età adulta, dovrà scomparire e lasciare il posto unicamente all’anima di Addie, di modo che non possa mai essere accusata di essere un’ibrida. Ma cosa succede se questo corpo abitato da due anime, continuasse a farlo all’insaputa di tutti? Se volesse sopravvivere invece di soccombere, in un mondo dove questo non è ammissibile?

… anche se mi ero sentita ripetere da sempre
che era del tutto naturale che l’anima remissiva
svanisse, io non volevo andarmene. Volevo vedere
altre ventimila albe, vivere altre tremila giornate
d’estate in piscina, sotto il calore del sole.
Volevo sapere cosa si provava a dare il primo bacio.
Volevo disperatamente vivere. Mi sono rifiutata
di cedere. Non sono mai svanita del tutto.

Un corpo. Due anime sorelle intrecciate. Due entità esistenti che lottano continuamente per mantenere questo segreto, con la sola speranza e desiderio di vivere così, semplicemente. Addie ed Eva malgrado tutto, sanno che al mondo esistonohybrid ancora esseri viventi ibridi come loro. Conosceranno meglio questa verità tramite l’amicizia che si creerà con una loro compagna di scuola, Hally e di suo fratello Devon.

Eva e Addie affronteranno insieme questa lotta interiore. Non per vedere prevaricare l’una sull’altra ma per riuscire a conquistare il diritto di essere se stesse. Un’unica entità con due menti consapevoli e senzienti. Senza barriere. Senza nascondigli.

Questa battaglia sarà davvero molto ardua in un mondo alternativo come quello in cui vivono. Dove gli adulti conducono in modo frenetico la loro vita sociale e quella lavorativa, lasciando trasparire nell’ambiente famigliare disordini e mancanze affettive necessarie ai figli. O ancora si potrebbe definire come un mondo assurdo, fatto di regole dettate da leggi dove non è ammessa l’esistenza di tutto ciò che appare diverso. Indiscutibile, non opinabile. L’ibridità è vista come un abominio e di conseguenza deve essere corretta o cancellata con ogni mezzo possibile.

Avrei voluto sparire, scivolare in quel nulla
che avevo scoperto nell’inverno del nostro
tredicesimo compleanno, dove non c’era niente
di brutto, niente che potesse far male,
solo un flusso di sogni che mi avvolgeva fino
a portarmi via. Ma non potevo.
Adesso avevo troppo da perdere.

I confini finora imposti dalla società sul predomino di quella o quest’altra anima, verranno spazzati via. Conoscenza e coscienza interiore. Conflittualità. Caduta. Coraggio. Questi sono sentimenti che Eva e Addie affronteranno in questhybrida corsa alla sopravvivenza.

La prima impressione che ho avuto solo dopo aver letto il prologo è stata quella di avere tra le mani un libro inquietante. Poi mentre proseguivo con la lettura, ho trovato contenuti a dir poco maniacali. Badate bene non in senso negativo. Ho usato questi aggettivi proprio per cercare di rendere bene l’idea di come sia rimasta affascinata da questa trama che ai miei occhi è risultata interessante e intensa.

Nel libro, il senso distopico alternato ad una carica di vera suspense, è così evidente da riuscire a circondare l’intera vicenda in un abbraccio di sensazioni. Dall’irrequietezza al senso di colpa, dal tormento all’inadeguatezza. Cosa è giusto, cosa è sbagliato. Una storia seria e severa, ricca di dettagli e descrizioni, precisi e approfonditi, resa dalle giovani mani dell’autrice di facile comprensione.

Ad un certo punto forse si avrà la sensazione che la trama giri intorno a se stessa, senza mai prendere un ritmo o una direzione diversa. Questo fino a quando la protagonista, Eva/Addie, riuscirà a scrollarsi di dosso gli ultimi dubbi che tormentano ancora la sua mente. Una nuova luce brillerà dentro di sé mutando in una vera fiamma che la condurrà sulla strada della ribellione e poi verso la fuga. Fino a quando poi non si ritroverà a varcare porte su una realtà differente e totalmente nuova.

La cosa interessante infine che mi viene da dire è che anche se si tratta di una trilogia, la storia in sé mi ha lasciata pienamente soddisfatta. Il libro si legge senza alcuna difficoltà facendo storia già per conto suo. Davvero una bella storia e non ho bisogno di aggiungere altro. Amanti delle trame distopiche dunque fatevi sotto. Buona lettura a tutti!

Booktrailer

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi