I Diari delle Tenebre di Joss Ware alias Colleen Gleason [Il Bacio della Notte #2]

Joss Ware alias Colleen Gleason;

colleen gleasonColleen Gleason, vive vicino Ann Arbor, nel Michigan, insieme al marito Steve e alle tre figlie. Ha una laurea in Inglese e un MBA della University of Michigan. Comincia a scrivere alle elementari, continuando fino al college, e scrive nove storie complete prima di vendere il primo libro di ‘L’eredità dei Gardella, ciclo di romanzi fantasy che tratta le avventure della cacciatrice di vampiri Victoria Gardella Grantworth, a una divisione della casa editrice Penguin Books, che lo pubblica a gennaio 2007. Nei due anni successivi escono gli altri quattro libri del ciclo, che si conclude a marzo 2009. Nel 2008 scrive un racconto breve, prequel alla serie, dal titolo In Which a Masquerade Ball Unmasks an Undead, pubblicato prima nella raccolta Mammoth Book of Vampire Romance, arrivata in Italia come L’ora dei vampiri, e poi singolarmente come Victoria Gardella: Vampire Slayer. Prima di diventare una scrittrice a tempo pieno, lavora nel campo delle vendite e del marketing per diverse aziende e comincia anche una propria attività nel campo delle assicurazioni. Nel 2010 comincia la pubblicazione della serie I diari delle tenebre, scritta con lo pseudonimo Joss Ware, della quale l’autrice ha pianificato sei libri. Nel 2011 pubblica la trilogia Regency Draculia. Scrive anche alcuni racconti brevi: nel 2010 si unisce a Mary Balogh, Susan Krinard e Janet Mullany in un tributo paranormale a Jane Austen, scrivendo il racconto Northanger Castle, con protagonista Victoria Gardella, per il libro Bespelling Jane Austen, che viene pubblicato il 1º ottobre.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

 

I Diari delle Tenebre;

1. I diari delle tenebre. La lunga Notte (isbn:9788854123953)
2. I diari delle tenebre. Il Bacio della Notte (isbn:9788854131385)
3. Abandon the Night
4. Night Betrayed
5. Night Forbidden
6. un altro romanzo, a seguire

 

Titolo: I diari delle tenebre. La lunga notte
Autore: Joss Ware alis Colleen Gleason
Serie: I Diari delle Tenebre, vol.1
Edito da: Newton&Compton
Prezzo: 6,60 €
Genere: Adult Fantasy, Distopico, Post-Apocalittico, Fantascientifico
Pagine: 384 p.
Voto:4Astelle.png

 

Trama: Durante un terremoto, il dottor Elliott Drake e i suoi amici perdono i sensi e rimangono intrappolati in una caverna, nelle viscere della terra. Al loro risveglio sono passati cinquant’anni e il mondo non è più lo stesso: mostri assetati di sangue infestano le strade e una stirpe di immortali – gli Stranieri – ha assoggettato la razza umana. Ma anche Elliott e gli altri non sono più gli stessi: il dottore, in particolare, scopre di avere degli strani poteri soprannaturali… E chi è Jade, l’enigmatica donna assetata di vendetta che una notte, all’improvviso, si unisce a loro nella lotta contro le creature del male? Da dove viene, e da chi sta scappando? Quali oscuri segreti nasconde? Jade ed Elliott dovranno combattere fianco a fianco per sconfiggere le forze misteriose che minacciano la loro esistenza e quella del genere umano. E nell’inferno che li circonda, saranno costretti a riscoprire le loro emozioni più profonde, da tempo rimaste sopite…

Qualsiasi vita è preferibile alla morte, secondo me. Perché si può sempre migliorare. Una volta che sei morto, sei morto. Fine della storia.

 

Recensioneù

La Lunga Notte” è il primo romanzo della serie post-apocalittica fortemente distopica di Colleen Gleason che, per l’occasione, ha assunto l’identità di Joss Ware.

Come già accaduto con “Cacciatori di Vampiri” (Cronache dei Gardella, vol.1), anche questo primo volume della serie “I diari della mezzanotte” The Envy Chronicles in originaleè partito in sordina, quasi stupendo il lettore che si è trovato di fronte uno stile narrativo ben lontano dalle avventure di Vittoria Gardella, ma non per questo qualitativamente inferiore. Dopo aver affrontato i primi capitoli di questo romanzo appare lampante il motivo per cui l’autrice abbia deciso di assumere lo pseudonimo di Joss Ware, semplicemente perché lo stile adottato (volutamente?) è diverso, quasi incomparabile.

L’ambientazione risulta immediatamente accattivante e abbastanza cupa da colpire l’immaginario del lettore che si ritrova a condividere la confusione ed il senso di ansia dei personaggi principali che, risvegliatisi dopo un coma lungo 50 anni, si ritrovano a vagare in un mondo a loro completamente sconosciuto. Ottantenni nei corpi di trentenni, Elliott Drake, Quent, Wyatt, Simon e Fence si “scongelano” e si ritrovano a gironzolare per l’America post Armageddon che ha causato la morte di quasi il 90% della popolazione mondiale e la scomparsa di tutto ciò che fino a quel momento avevano conosciuto come “civiltà”, “tecnologia” e “progresso”. Come se non bastasse, calata la notte, i cinque uomini vengono attaccati da delle creature che non hanno nulla di umano e sembrano incredibilmente attratti dagli umani dai capelli biondi.

Stiamo parlando, come già detto, di un romanzo distopico (Per distopìa si intende una società indesiderabile sotto tutti i punti di vista. Il termine è stato coniato come opposto di utopia ed è soprattutto utilizzato in riferimento alla rappresentazione di una società fittizia, spesso ambientata in un futuro prossimo, nella quale le tendenze sociali sono portate ad estremi apocalittici. – Wikipedia) e post-apocalittico dalle sfumature fantascientifiche, forse perfino più “maschile” rispetto all’elegante e femminile – seppur sempre avvincente – serie dei Gardella. Colleen Gleason,  però, ci colpisce nuovamente dando al romanzo anche un’impronta fortemente romance. Sono presenti, infatti, alcuni elementi che riconducono immediatamente il lettore alla prassi romance, come ad esempio l’amore a prima vista fra i due protagonisti  principali della vicenda (in questo caso, crediamo, verrà riproposto lo schema “una coppia-un libro”), la presentazione dei colpi di fulmine della coppia protagonista del prossimo romanzo, l’amore ineluttabile ed esclusivo fra i protagonisti (per fortuna niente triangoli! Sia lodato!) e il lieto fine del romanzo che coincide anche con il lieto fine della coppia.

Stilisticamente parlando, alcuni punti sono risultati un po’ carenti, almeno inizialmente. Lo scontro fra un’impronta più “maschile” e l’immediato scoccare del colpo di fulmine (prettamente in stile romance) ha scosso un po’ il lettore, rendendolo un po’ diffidente. Nonostante ciò, dopo qualche capitolo, il romanzo prende il via e progredisce, sempre più speditamente, verso un finale decisamente inaspettato e interessante che vedrà coinvolta, anche se non vi spiegheremo in quale modo, perfino Atlantide.

In un certo senso potremmo dire di aver fra le mani un romanzo “a diesel”: parte lentamente ed ha bisogno di far scaldare il motore, ma quando parte non c’è molto in grado di arrestarlo. Di fatto “La Lunga Notte” si dimostra proprio un romanzo di questo stampo visto che, inizialmente, è fin troppo facile scambiarlo per il solito romance dai tratti post-apocalittici per poi sconvolgerci con un background curato, colpi di scena via via sempre più interessanti e personaggi vari e ben caratterizzati.

Conoscendo i precedenti di Colleen Gleason ci sentiamo di dare fiducia a questa serie e non ci resta che attendere il seguito per poter veder confermate o meno queste impressioni.

 


 

Titolo: I diari delle tenebre. Il bacio della notte Autore: Joss Ware alis Colleen Gleason
Serie: I Diari delle Tenebre, vol.2
Edito da: Newton&Compton
Prezzo: 9,90 €
Genere: Adult Fantasy, Distopico, Post-Apocalittico, Fantascientifico
Pagine: 377 p.
Voto:4Astelle.png

Trama: Simon Japp è tra i pochi superstiti di una catastrofe dalle proporzioni immani: una forza oscura ha distrutto la civiltà umana e gli Stranieri, una stirpe di immortali assetati di sangue, vagano nel mondo assoggettando le popolazioni al loro potere. Simon è stato una persona inaffidabile, violenta, e sa che non potrà mai fare abbastanza per redimersi e ritrovare la fiducia in se stesso. Eppure ha un dono, lo straordinario potere di rendersi invisibile, ed è l’unico che può tentare di salvare l’umanità. Insieme a lui, decisa a combattere al suo fianco, c’è una donna splendida e misteriosa, Sage Corrigan. E quando cercheranno di infiltrarsi in un gruppo nemico fingendo di essere amanti, tra i due si accenderà una bruciante passione…

Recensioneù
by Simog55

Il precedente “I Diari delle tenebre – La lunga notte” iniziava con la scoperta di un piccolo gruppo di uomini, che avevano perso i sensi in una caverna durante un terremoto e che al loro risveglio erano passati cinquant’anni, e nulla era più come prima.

Niente più città, civiltà, tantissime persone erano morte e, oltre ad aver acquistato dei mostri cannibali, i Ganga, che la notte uccidevano ogni essere vivente, era comparsa anche una stirpe di immortali, gli Stranieri, che forti di poteri superiori avevano sottomesso al loro volere l’intera razza umana.

In questo contesto, estremamente drammatico, il nostro piccolo gruppetto scopriva di aver acquisito ognuno dei poteri paranormali e, con moltissime cautele, entravano in contatto con i nuovi abitanti di questa Terra così diversa.

La lettura di questo libro mi aveva lasciato insoddisfatta perché ritenevo che la scrittrice non avesse approfondito a sufficienza l’impatto emotivo e psicologico di questi uomini che si erano risvegliati all’improvviso in un mondo così diverso e dove tutto quello che conoscevano, persone e cose, non esisteva più. Insomma mi ero riservata il giudizio su questa opera alla lettura del secondo libro.

Ed infatti in questo c’è un grosso salto di qualità, con questo secondo libro finalmente la serie decolla!

Questa volta approfondiamo la conoscenza di Simon, un uomo molto affascinante e letale che, nella sua vita precedente, era una guardia del corpo ed un killer. Un uomo profondamente solo e pieno di rimpianti, per le scelte e le azioni fatte nella sua vita precedente, che vive oggi una nuova occasione per essere un uomo migliore.

E’ profondamente attratto da Sage, una giovane donna che è nata in questa nuova realtà e che non sa rapportarsi bene con l’universo “uomo”. E’ stata allevata in una società estremamente chiusa, una vera e propria setta, dove vigeva la poligamia e tutto era finalizzato alla procreazione. Giovanissima era fuggita ed aveva trovato riparo e protezione nella piccola città di Envy.

Anche Sage, in modo confuso, sente una forte attrazione verso Simon e vedremo come, piano piano, imparerà a leggere nelle sue emozioni e nei suoi sentimenti, fino ad avere ben chiaro quello che vuole per la sua vita.

Insieme cercheranno di scoprire, infiltrandosi tra i vecchi compagni di Sage, notizie utili a capire da chi e come fosse stata pilotata la catastrofe che aveva azzerato buona parte dell’umanità.

Si troveranno a lottare ed a collaborare. Dovranno imparare a conoscersi ed a fidarsi reciprocamente. Impareranno ad amarsi ed ad accettare questo sentimento così inaspettato.

Pur essendo un libro pieno di azione e denso di suspense, la parte relativa alla storia d’amore tra Simon e Sage è sicuramente preponderante. L’accuratezza con la quale, questa volta, la Gleason scruta nelle menti e nei cuori fa pendere la bilancia, secondo me, sulla parte romance della storia.

Essendo, però, tutto perfettamente giustificato e scorrevole, non perdendo mai di vista la storia nel suo complesso, il risultato è sicuramente soddisfacente.

Particolarmente “disturbante”, per la sua verosimiglianza, la descrizione della comunità di Falling Creek, dove ogni gesto ed ogni azione è finalizzato alla procreazione; procreare facendo sesso e non generare facendo l’amore. Una differenza sostanziale che ci tocca, anche per la crudezza di certe scene, e che ci regala la possibilità di approfondire aspetti della vita che, apparentemente, sono molto lontani da noi.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi