I nostri cuori chimici di Krystal Sutherland

I nostri cuori chimici

di Krystal Sutherland


Titolo
: I nostri cuori chimici
Autore: Krystal Sutherland
Traduttrice: Cristina Proto
Edito da: Rizzoli
Prezzo: 14,90 €
Genere: YA drammatico, romantico, di formazione.
Pagine: 238 p.

amazon-icon goodreads-badge-featured-2.pngTrama: Henry Page ha 17 anni e non si è mai innamorato. Paradossalmente, la colpa è del suo inguaribile romanticismo: Henry è da sempre così aggrappato al sogno del Grande Amore a non aver lasciato spazio alle cotte che da anni elettrizzano le vite dei suoi amici. Non è una scena da film nemmeno il primo incontro con Grace Town: Grace cammina con il bastone, porta vestiti da ragazzo troppo grandi per lei, ha sempre lo sguardo basso. Complice il giornale della scuola, Henry se la ritrova vicina di scrivania, e presto precipita nella rete gravitazionale di Grace, che più conosce, e più diventa un mistero. Grace ha ovviamente qualcosa di spezzato e questo non fa che attirare Henry, convinto di poterle ridonare quel sorriso che fino a pochi mesi prima la accompagnava ovunque. Ma forse il Grande Amore è più amaro di quanto i romantici credano.

Immagine5

Recensioneùdi La Chain Allie

L’altro lato dell’amore…

Premetto che cercherò di anticiparvi il meno possibile. Se leggerete I nostri cuori chimici”, voglio che lo facciate senza sapere cosa aspettarvi e senza essere condizionati, o almeno non del tutto.

Henry Page è un diciassettenne che non si è mai innamorato. Crede nel Grande Amore, quello che fa sentire le farfalle nello stomaco, quello che non ti fa mangiare né dormire, quello che ti attrae costantemente verso qualcuno.
È proprio questo quello che non accade quando incontra Grace Town: non è nulla di speciale, nessun colpo di fulmine, non è esattamente sexy con i suoi vestiti da maschio e i suoi capelli sporchi e sempre in disordine, la puzza che la segue e il bastone su cui trascina la gamba zoppa.
Grazie al giornale scolastico e alla loro passione per la scrittura, i due iniziano a conoscersi ed Henry ne rimane stregato.

Accettai il bello e il brutto, e finii risucchiato nel tornado chiamato Grace Town.

Si capisce fin da subito che Grace è una ragazza tormentata e malinconica, ride raramente ed Henry cercherà di scoprire per quale motivo non è più la ragazza solare delle foto trovate su Facebook e con delicatezza e dolcezza tenterà di “farla rinascere”.
Ma lentamente capirà che le persone non sono cose, non abbiamo la possibilità di aggiustarle come più ci piace, come le immaginiamo, come vorremmo che fossero…

T’amo come si amano certe cose oscure, segretamente, entro l’ombra e l’anima.
– Pablo Neruda

Sulle note di “Cercando Alaska”, “Città di carta” e “Colpa delle stelle” di John Green, sia per lo stile che per i personaggi, abbiamo una storia basata sul primo tutto: la prima cotta, il primo amore, la prima volta, il primo cuore spezzato.

Questi rimandi non sono necessariamente una cosa negativa, poiché la scrittrice riesce a dare un tocco particolare al racconto rendendolo originale e, pur essendo uno Young Adult, sottolinea un tema utile anche ai grandi, rappresentandolo con una sensibilità non indifferente.

La forza delle parole di Krystal Sutherland è quella di Henry, di un adolescente che si trova a bocca aperta di fronte ad una cosa così grande come l’amore e il suo venirne travolti senza preavviso.
Inizialmente non sapevo cosa aspettarmi da questo libro, poi mi sono resa conto del gioiello che avevo tra le mani: temi delicati e pieni di sfumature; la storia di un amore, una storia che insegna che la durata di una relazione non determina la sua intensità o il suo valore; che bisogna sempre mettersi in gioco se sentiamo che ne vale la pena, che bisogna rischiare pur di uscirne con qualche ferita.

La trama è coerente con le scelte dei personaggi e il finale in linea con il tema del romanzo, per niente forzato.

I personaggi sono sfiziosi, raccontati nel loro essere semplici e genuini.
Henry è un eterno sognatore, timido e riservato, a volte anche sciocco e immaturo, con una fresca personalità.
Grace è un personaggio più complesso di quello che si può immaginare. La si potrebbe anche odiare se ne facessimo un’analisi superficiale. Ha vissuto troppo per una ragazza della sua età e non riesce a metabolizzare quello che le è successo. Si trova nella situazione in cui crede che provocare dolore a se stessa sia l’unico modo per redimersi. Mi è riuscito facile vederla come una guida per Henry nel mondo reale e non più in quello in cui ha sempre vissuto fatto solo di sogni.

Anche i personaggi secondari non deludono: Lola e Murray sono gli amici che tutti vorremmo avere, i genitori anti-convenzionali e moderni e infine Sadie, la sorella ribelle e schietta, dispensatrice di consigli sulla parte chimica dell’amore.

L’amore è scienza. Voglio dire si tratta solo di una reazione chimica nel cervello. A volte la reazione dura una vita, ripetendosi costantemente. Altre no. […] Siamo solo dei cuori chimici. Questo rende l’amore meno folgorante? Non penso. […] Solo perché un amore finisce non significa che non sia stato vero amore.

Al primo impatto possono risultare forzati per comportamenti e reazioni amplificati. Penso che la scrittrice l’abbia fatto di proposito, in modo da ritrovare in ogni singolo personaggio un carattere specifico, un ruolo definito che ognuno ricopre all’interno della storia.

Con un modo di scrivere semplice e scorrevole, la scrittrice si immerge nella psicologia dei personaggi in modo totalmente poetico e reale, narrando con estrema sensibilità e dolcezza. Mi ha fatto divorare il romanzo in pochissimo tempo, grazie sia alla brevità dei capitoli che alla dimestichezza della Sutherland nell’alternare situazioni pesanti a quelle scherzose. Il linguaggio, vivo e forte, rappresenta alla perfezione il cervello di un adolescente impacciato e a tratti ingenuo.

Moltissimi sono i riferimenti cinematografici, letterari e musicali: da Harry Potter a Fight Club, dagli Strokes ai Pixies. Si tratta di un libro moderno, con le conversazioni riportate come i veri sms e le presentazioni in Power Point. Si parla anche di social networks come Facebook, Instagram e Snapchat.

La copertina è incisiva, enigmatica al primo impatto, ma durante il racconto tutti i tasselli vanno a completare il perfetto puzzle che è “I nostri cuori chimici”, rivelando il vero significato e ruolo che hanno il titolo stesso e i pesciolini.

Alcuni giorni crederete che ogni atomo del vostro essere sia in qualche modo difettoso. Ciò che vi dovete ricordare, come mi ricordai io guardando Grace Town allontanarsi, è che siete straordinari.

Anche se è scritto per un target che va dai 10 ai 16 anni, penso che sia una piacevole lettura per chiunque, un memo per ricordarci il primo amore, quello tanto desiderato e non finito come speravamo, un guardare indietro e sorridere al passato pensando a come siamo diversi e cresciuti oggi. Merita di essere letto, quindi non posso far altro che consigliarlo, assolutamente.

Voto

krystal-sutherlandKrystal Sutherland è nata e cresciuta a Townsville a nord dell’Australia. Da quando ha lasciato Sidney nel 2011, ha vissuto anche ad Amsterdam, una città fantastica ma fredda, e ad Hong Kong dove risiede attualmente (non parla né Olandese né Cantonese). Crescendo non ha mai sognato di diventare scrittrice. Voleva diventare una fiorista, una vulcanologa, e poi un’attrice. Solo poco dopo il suo 18esimo compleanno, si è ritrovata a scrivere il suo primo terribile romanzo. I nostri cuori chimici fortunatamente è leggermente meglio del suo primo disastroso tentativo di scrittura. Tuttavia, non è molto brava a spiegare di cosa si tratti ma ci dice che narra la tragica e tremenda esperienza di innamorarsi per la prima volta. Non ha bambini, né animali, ma quando viveva ad Amsterdam, aveva una bici chiamata da lei stessa Kim Kardashian. In qualche modo è stato difficile andarci d’accordo, ma in ogni caso ci era affezionata.

Facebook-iconBlogger-icontwitter.pnggoodreads.pngTumblr-iconInstagram-icon

by La Chain Allie

editing by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi