Personal Demons di Lisa Desrochers [Il bacio del peccato]

Lisa Desrochers

Lisa Desrochers vive in California. Il bacio maledetto è il suo romanzo d’esordio, il primo di una straordinaria trilogia. Dopo aver ottenuto un incredibile successo negli USA, verrà pubblicato anche in Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Russia, Polonia, Ungheria, Brasile e Australia.

Sito dell’Autrice: lisadwrites.com

Serie Personal Demons:

1. Il bacio maledetto, 2011
2. Il bacio del peccato, 2012
3. Hellbent, previsto per maggio 2012


L’Inferno non è mai stato così attraente

Titolo: Il bacio maledetto
Autore: Lisa Desrochers
Traduttore:  A. Melchioni
Serie: Serie Personal Demons, vol.1
Edito da: Newton Compton
Collana: Vertigo
Prezzo: 12.90€
Genere: Young Fantasy, Angeli, Demoni
Pagine: 288 p.
Voto: 

Trama: Frannie Cavanaugh ha diciassette anni, frequenta il liceo, ha due amiche del cuore e conduce una vita ordinaria, come quella di tante altre ragazze della sua età. Fino al giorno in cui arriva in classe un nuovo compagno, Luc, un ragazzo affascinante e misterioso, per il quale prova da subito una grande attrazione. Ma c’è qualcosa di inquietante in Luc. Nessuno sa da dove venga, sembra eccessivamente riservato e spesso si comporta in modo strano. Frannie non può certo immaginare quale pericolo stia correndo: Luc è un messaggero di Lucifero ed è sulla terra per cercare proprio lei, o qualcosa che lei possiede. Presto però a essere in pericolo sarà proprio il giovane demone e se non intervenisse Gabriel, bellissimo e seducente, le cose si metterebbero molto male, per tutti. Le potenze del Cielo e dell’Inferno si scontrano per accaparrarsi una preda molto preziosa… E per Frannie sono guai seri: il bel tenebroso Luc e il radioso e splendido Gabriel vogliono entrambi la sua anima, e anche il suo cuore…

Recensione
Nasreen e Momi87

L’inizio di questo romanzo fa venire la voglia di chiudere il libro e passare al prossimo, soprattutto a causa del solito triangolo amoroso angelo-umana-demone. Il lettore, però, si sforza di leggere e andare oltre, di non farsi sconfiggere dalla noia, riuscendo a dimenticare tutti i romanzi precedentemente letti sull’argomento. Una volta fatto ciò, diventa piacevole. Perché sì, è un romanzo che non spicca certo in originalità, ma ha anche i suoi momenti di splendore e piccole particolarità che fanno sorridere il lettore, come ad esempio il nome della scuola “Haden” definita da tutti gli studenti come “Ade”.

Ma veniamo alla storia e ai personaggi principali. Il bel tenebroso Lucifer, che altro non è che un demone dell’Inferno venuto a reclamare l’anima di Frannie, oltre che la persona intorno cui gira tutto il romanzo. È in grado di percepire sensazioni e umori degli umani grazie alla sua capacità di tradurre gli odori sprigionati dalle loro anime e, ovviamente, è dotato di un sarcasmo perfettamente compatibile con la sua aura da cattivo ragazzo. A condividere questa leadership è proprio Frannie, protagonista femminile, per una volta, davvero interessante, anche se troppo manovrabile, e con un caratterino davvero niente male. È un tipo davvero particolare, capace di mettere al tappeto anche uomini più grossi di lei ma con un grande problema con sé stessa e con il suo passato. Terzo personaggio della triade è Gabriel, detto anche Gabe, un arcangelo venuto anche lui a reclamare l’anima della ragazza, tanto che viene da domandarsi cos’abbia di tanto speciale Frannie da far scomodare due pezzi grossi come loro.

La trama coinvolge due punti di vista importarti, ovvero Frannie e Luc, che si alternano mostrandoci le cose sotto i due profili fondamentali: la ragazza confusa e lusingata dalle attenzioni dei due baldi giovani e la confusione e redenzione di Luc.

Dopo una prima parte decisamente scontata e noiosetta le cose sembrano evolversi nella seconda parte del romanzo, ovvero non appena abbandoniamo i corridoi – in prefetto stile Twilight – della scuola e ci avventuriamo nel mondo esterno, con tanto di Demoni – cattivi! – alle calcagna.

A fine lettura il libro, nel giro di 50 pagine, riesce ad acquistare moltissimi punti, tant’è che risulta davvero difficile dargli una votazione coerente visto l’incredibile dislivello fra la prima e la seconda parte. Non che nel complesso sia un caso letterario ma mantiene le promesse e lo stile, regalandoci dei bei colpi di scena e sorprese. Senza contare il finale che, per quanto primo romanzo di una trilogia, ci permette comunque di avere una quadro abbastanza compatto della situazione senza lasciarci a boccheggiare in attesa di informazioni. Un bel finale in definitiva.

Titolo: Il bacio del peccato
Autore: Lisa Desrochers
Traduttore: F. Cenciotti
Serie: Personal Demons Series, vol. 2
Edito da: Newton Compton Editore
Collana: Vertigo
Prezzo: 12,90 €
Genere: Urban Fantasy, Young Adult
Pagine: 311 p.
Voto:

Trama: Luc Cain era un demone sceso sulla Terra per conto di Lucifero, ma Frannie Cavanaugh lo ha reso umano, un essere sensibile capace di dolcezza e abbandono. Il loro legame è forte, ma tormentato: il passato potrebbe essere per Luc solo un ricordo lontano, se i suoi vecchi compagni, i demoni, non gli dessero la caccia per trascinarlo all’Inferno, dove lo attende la tremenda punizione che spetta ai traditori. Anche Frannie è di nuovo minacciata: il suo potere è troppo forte, fa gola a Lucifero e alla corte infernale. E allora il Male si scatena e affila tutte le sue armi letali, compresa quella primordiale, infallibile e ben collaudata della seduzione erotica. Sarà Gabriel, il grande e possente angelo bianco, che si nasconde sotto le vesti di un compagno di scuola, lo scudo più valido per Frannie, il rifugio dove potersi sentire al sicuro. Gabriel però si rende conto ancora una volta che è impossibile stare accanto a un’umana senza esserne irrimediabilmente attratto. Eppure si costringe a reprimere i suoi sentimenti per non incorrere nella punizione divina, e subire il dolore e la vergogna di perdere le ali. Solo così potrà continuare a proteggere Frannie e Luc, in balia dell’attacco feroce che l’Inferno sta scatenando e che segnerà duramente i due ragazzi, fino a farli dubitare l’uno dell’altra.

Recensione
di CriCra

Il bacio del peccato di Lisa Desrochers è il secondo titolo dedicato alla trilogia Personal Demons.book

Nel primo libro avevamo conosciuto i personaggi principali: Frannie, il demone Luc e l’arcangelo Gabriel, tutti e tre impegnati nel classico triangolo amoroso dove Lui ama Lei, che a sua volta ama entrambi, fino a quando poi questo sentimento arriva (quasi) a prevalere verso uno solo di loro.
In questa nuova avventura, al fianco dei punti di vista narranti di Frannie e di Luc, si affianca quello di Matt, il fratello gemello di Frannie morto dieci anni prima, divenuto ora il suo angelo custode.

Ci è vietato apparire ai nostri parenti.
Causa troppo dolore e sofferenza in chi è ancora vivo.
Se mi rivelassi soltanto perché ne ho voglia, rischierei le ali.
 

Quindi, di pari passo alla storia tra i due innamorati, vediamo svolgersi quella di questo angelo novizio alla sua prima missione, ancora un po’ troppo umano, specie per i contrastanti sentimenti che ancora prova dentro se stesso. Sentimenti messi maggiormente a dura prova nel momento in cui una nuova e affascinante ma misteriosa e strana ragazza, Lily, arriva sulla scena, mettendo a dura prova la sua concentrazione nel ruolo di angelo custode. Ma chi è veramente Lily? Quali segreti nasconde questa minuta e scostante ragazzina?
Frannie e Luc saranno costretti, loro malgrado, ad affrontare nuove sfide e problemi ancora maggiori; vedranno mettere in discussione il loro stesso fragile amore nascente, che richiederà da parte di entrambi enormi sacrifici e un enorme voto di fiducia.

Si allontana e mi guarda, con l’espressione piena di sofferenza e gli occhi colmi di dubbio.
“Frannie…” Non voglio ascoltare il resto di quel pensiero,
poiché non voglio pensare a nulla. Lui è qui, e io lo amo.

Questo è tutto ciò che conta.

Questa volta la storia e i suoi personaggi principali sono molto più intensi ed impegnati nell’affrontare ciò che capita loro giorno dopo giorno, affiancati da nuovi soggetti che arricchiscono la trama, incentivando la curiosità nello svolgersi degli eventi. Il bene è in costante lotta con il male, il quale è sempre presente e ancora più maligno e tentatore, celandosi sotto l’aspetto di chi mai avresti sospettato potesse rappresentare una minaccia reale.
Molti misteri verranno svelati, nuove rivelazioni e schieramenti importanti si formeranno dalla parte del bene e quella del male, a volte in maniera inaspettata.

È qui che voglio stare. Voglio perdermi nella sua calma e nel suo amore.
Voglio sentirmi persa al punto che nessuno riesca a trovarmi.
Voglio proprio dimenticarmi di me.

kiss

Amore, tradimenti e sofferenza, rinuncia e perdono, si susseguono in modo alternato in questo testo che a mio parere è stat
o molto piacevole, semplice e scorrevole, con qualche pizzico di umorismo buttato ogni tanto qua e là da arricchirne il contesto. Ciò avveniva già nel primo libro, ma ora si ripresenta con un tocco di qualcosa in più, lasciando aperte molte strade interessanti che sicuramente il lettore percorrerà quando si troverà a leggere il libro finale di questa trilogia. Speriamo solo di non dover aspettare troppo per farlo.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi