Il Corriere della Sera presenta: “La Biblioteca di Papa Francesco”

novitàeavvisi

IL CORRIERE DELLA SERA PRESENTA:

La Biblioteca di Papa Francesco
I libri più amati da Jorge Mario Bergoglio

In edicola dal 8 Maggio

Sempre durante l’intervista ho voluto tentare di comprendere meglio quali siano i principali riferimenti artistici e letterari di Papa Francesco. Da quel momento si è andata costruendo una sorta di lista, l’elenco dei libri di quella che da subito ho chiamato nella mia mente «La biblioteca di Papa Francesco». Seguendo nell’intervista i nomi dei suoi scrittori preferiti, e così degli artisti, registi, musicisti e direttori d’orchestra, ho compreso che non si formava un elenco di puro gusto estetico, ma si andava definendo un vero e proprio territorio di esperienza umana. Le sue letture erano legate a visioni della realtà, alla sua stessa comprensione del mondo. Mi sono presto reso conto di essere assorbito dai suoi riferimenti, e di avere il desiderio di entrare nella sua vita passando anche per la porta delle sue scelte artistiche.
Presentazione di P. Antonio Spadaro SJ

Dall’8 Maggio sarà in edicola, con Corriere Della Sera,
“La Biblioteca di Papa Francesco”.

Si tratta di una collana, in 20 volumi, di libri cari a Papa Francesco, opere su cui si è formato il suo pensiero. La collana spazia dai grandi classici come Fëdor Dostoevskij, Sant’Agostino, Alessandro Manzoni a tante altre opere da riscoprire (come Mannin, Marechal, Milia), libri che sono stati ritradotti o tradotti per la prima volta in quanto irrintracciabili in Italia.

La scelta delle opere è stata effettuata da Antonio Spadaro (gesuita, direttore della rivista La Civiltà Cattolica) il quale ha selezionato le opere rispetto alle quali il papa stesso si è espresso, sia in forma pubblica (alcuni cenni erano emersi nell’intervista che aveva rilasciato proprio a Spadaro e poi pubblicata anche da Rizzoli) sia durante colloqui privati con il Pontefice.

Ciascun libro è accompagnato dalla prefazione di un diverso autore (Jorge Milia, Antonio Spadaro, José Maria Poirier) che non solo conoscono l’opera ma anche direttamente Jorge Mario Bergoglio.Le loro prefazioni sono una sorta di testimonianza capace di far comprendere al lettore il motivo per cui quel libro ha contribuito a formare il pensiero di Papa Francesco.GZB3140001

L’opera si compone di 20 uscite con libri cartonati (formato 12,5 x 19), sovra/coperta e segnalibro.

Il primo volume, che sarà in edicola a partire dall’8 Maggio 2014 al prezzo di € 10,90 (anche in E-Book a partire da 4,99 € nei migliori store digitali e nell’App per l’IPad “Biblioteca del Corriere”), è “Tardi ti ho amato” di Ethel Mannin con prefazione di Jorge Milia, poeta, scrittore e giornalista che fu alunno del tempo in cui Bergoglio insegnava al Liceo nel Collegio dell’Immacolata Concezione, a Santa Fe in Argentina.

La seconda uscita (15 Maggio) “Il padrone del mondo” di Robert Hugh Benson con prefazione di José Hernán Cibils,
il 22 Maggio invece in edicola “Memorie del sottosuolo” di Fëdor Dostoevskij con prefazione a cura di Jorge Milia.

Per maggiori informazioni visitate il MINISITO b   

Lascia un commento

2 risposte a “Il Corriere della Sera presenta: “La Biblioteca di Papa Francesco””

  1. LeereSeele ha detto:

    Iniziativa interessante!
    Sono molto curiosa soprattutto per quanto riguarda i libri che saranno tradotti per la prima volta in italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi