Il cuore di Lola di Emanuela Valentini

 

Io e Lola, a LondraEmanuela Valentini;

Emanuela Valentini è nata a Roma nel 1975. Dotata di una fantasia sfrenata e di un’energia travolgente, ama leggere e soprattutto scrivere. Con Il cuore di Lola, che è il suo primo romanzo, ha partecipato al London Book Fair 2011 ed è stata premiata nella XXVIII edizione del “Premio letterario Città di Cava de’  Tirreni”.

Sito:http://ilcuoredilola.wordpress.com/

 Il cuore di LolaTitolo: Il cuore di Lola 

Autore: Emanuela Valentini
Edito da: Gruppo Albatros Il Filo
Prezzo: 13,90 €
Genere:  Narrativa Contemporanea, Fantasy
Pagine: 140 p.
Voto:5Astelle.png

Trama: Nathan Morris è un ragazzo di dodici anni che, insieme a suo padre, William, abita nella piccola città di Whisperwood. La cittadina è apparentemente tranquilla, ma in realtà fa da cornice a misteriose scomparse. Una notte Nathan, dopo aver avuto un malinteso con suo padre, scappa di casa e inizia a vagare, quando un rumore di ali lo fa rabbrividire. Nathan s’infila nel bosco e da lì la sua vita, il suo passato e il suo futuro non saranno più gli stessi. Insieme a Lola, una bambina bellissima dal fascino spettrale, e alla sua bizzarra compagnia di amici, combatterà per la salvezza del bosco di Whisperwood e per sciogliere una maledizione antica e scoprire che a volte il passato si può cambiare …

 

Citazione:…Un rumore di ali lo fece bloccare al centro della strada deserta, qualcosa volava sulla sua testa, nel buio; Nathan vide due lunghe ali nere e il loro battere secco lo fece rabbrividire. Raccolse tre sassi e li scagliò in alto con forza, infilandosi nel bosco. Per un uccello di quelle dimensioni sarebbe stato impossibile seguirlo tra i bassi rami degli alberi e i cespugli.

Il cuore sembrava un martello dietro le costole, Nathan gemette . Si era già pentito della sua fuga notturna ma tornare indietro lo avrebbe costretto ad affrontare ancora la creatura dalle grandi ali nere e questa idea non lo allettava affatto. Si fermò ansante alla base di un albero, alto il doppio di casa sua e, con la mano premuta sul petto che sussultava, ascoltò i rumori del bosco: fruscii, schiocchi di rami che si spezzavano in lontananza, scalpiccii di piccoli animali tra le foglie secche.

Sussurri minacciosi.

Recensione

Appena voltata l’ultima pagina, ho pensato molto a come poter definire questo libro. Una fiaba? No, troppo riduttivo. Un romanzo gotico? No, troppo generico. Dopo lunga riflessione, ho deciso che Il cuore di Lola è una piccola, deliziosa “fiaba di formazione”.

All’inizio, entrando nell’ordinario mondo diurno di Whisperwood, avevo l’impressione di essere finita in una storia come tante, in cui il quotidiano del sindaco William Morris e di suo figlio Nathan prometteva di essere il filo conduttore del racconto. Ma ecco che pian piano la scena si riempiva di personaggi, ciascuno destinato a prendere un suo posto in una trama che s’intrecciava abilmente davanti ai miei occhi.

Emanuela Valentini appartiene senz’altro a quella categoria di Autori che usano una penna magica, che scorrendo sulla pagina scrive parole incantate e da vita a storie senza tempo, capaci di ammaliare lettori di ogni età. Lo stile evocativo e fluido, l’intreccio fiabesco e una serie di personaggi accattivanti fanno sì che il lettore, avvicinandosi all’epilogo, si trovi a desiderare che la fine non arrivi. E se i più giovani apprezzeranno la storia di Lola e dei suoi bizzarri amici, gli adulti scopriranno tra le righe molteplici piani di lettura, come nei romanzi di una volta. Nathan Morris, con il suo passaggio dall’infanzia al mondo dei grandi, giovane eroe inconsapevole in un contesto di adulti che hanno perso di vista i veri valori, mi ha ricordato moltissimo Jim Hawkins (avete letto l’Isola del Tesoro?).

Il cuore di Lola è una lettura particolare: ti prende pagina dopo pagina, completandosi come un puzzle. Inizia come una storia qualunque, ma a un tratto, magicamente, la vicenda prende una piega inaspettata e il lettore si ritrova catapultato in un racconto incantato, mentre i tasselli del mosaico vanno al loro posto uno dopo l’altro.

Lola è a pieno titolo una fiaba gotica e moderna, ma fiaba fino in fondo e, come nelle fiabe classiche, anche in questo romanzo i protagonisti devono trovare la loro strada nel mondo superando ostacoli, paure e creature mostruose in una avvincente metafora della realtà. E sono sicura che la storia di Lola dalla pelle di luna e di Nathan, piccolo grande eroe dai sentimenti puri, resterà a lungo nel cuore di chi la leggerà.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi