Il giardino degli incontri segreti di Lucinda Riley

Lucinda Riley

Lucinda Riley

Lucinda Riley è nata in Irlanda e ha trascorso molti anni della sua infanzia in Thailandia, grande fonte di ispirazione per questo romanzo. Dopo una felice carriera come attrice teatrale e televisiva, da tempo si dedica unicamente alla scrittura. Vive in Inghilterra, nel Norfolk, con il marito e i suoi quattro figli. Il giardino degli incontri segreti è un bestseller internazionale che ha venduto fino a ora 1 milione di copie ed è stato tradotto in oltre 20 Paesi.

Sito: Lucinda Riley

Il giardino degli incontri segretiTitolo: Il giardino degli incontri segreti
Autore: Lucinda Riley (Traduttore: M. Maldera)
Serie: //
Edito da: Giunti (Collana: A)
Prezzo: 9,90 € 
Genere:  Romanzo
Pagine: 624 p.
Votohttp://sognandoleggendo.net/wp-content/uploads/5Astelle152.png
   

Trama: Da bambina, Julia trascorreva molte ore felici nella incantevole tenuta di Wharton Park, dove suo nonno coltivava con passione le specie più rare ed esotiche di orchidee. Quando per un terribile colpo del destino la sua vita viene sconvolta, Julia – ormai un’affascinante e affermata pianista – torna istintivamente nei luoghi della sua infanzia. Spera con tutto il cuore che Wharton Park la aiuti a capire che direzione prendere, co­me è avvenuto in passato. Da poco, però, la tenuta è stata rilevata dal carismatico e ribelle Kit Crawford che, durante i lavori di ristrutturazione, ha trovato in villa un diario risalente al 1940, forse appartenuto proprio al nonno di Julia. E, mentre con l’avanzare dell’inverno l’attrazione tra Julia e Kit cresce di ora in ora, Julia sente la necessità di scoprire quale verità si nasconda dietro quelle pagine annotate. Ed è così che un terribile segreto sepolto per anni viene alla luce, un segreto potente, che ha quasi distrutto Wharton Park e che è destinato a cambiare per sempre anche il futuro di Julia.
Un’appassionante storia d’amore dove pas­sato e presente si intrecciano senza sosta.
Un racconto epico e commovente che rapisce fino alla fine.

Recensione
di CriCra 

Il primo impatto che si ha quando si prende tra le mani Il giardino degli incontri segreti di Lucinda Riley è quello di wharton parkdire:Però! Che bel librone!”. In effetti parliamo di un libro composto dalla bellezza di 614 pagine, con una copertina romantica che attira molto l’attenzione e una trama che contribuisce a stimolare la curiosità di chi si accinge a leggerlo. 

Potrà sembrare insolito ma tra i tanti personaggi che si incontreranno nella storia, protagonista indiscusso sarà una splendida e fuori dal tempo villa: Wharton Park, dimora da oltre trecento anni della dinastia dei Crawford.

Wharton Park svettava proprio di fronte a lei, i vetri delle
grandi finestre brillavano nella luce del mattino
.

Elsie amava la villa: la sua solidità, e la sicurezza che
i suoi muri robusti sembravano trasmettere.
Tante cose sarebbero cambiate, ne era consapevole,
ma la grande casa esisteva da più di trecento anni
e di sicuro sarebbe rimasta dov’era per altrettanti secoli.

Siamo in Inghilterra, a Northfolk. In questa “casa” si susseguiranno armoniosamente le molteplici storie dei personaggi passando dal tempo presente a ricordi del passato, conducendoci alle soglie dei terribili anni della II° guerra mondiale.
Julia Forrester (una dei protagonisti principali) è una famosa pianista a livelli mondiali. Vittima di una terribile disgrazia, torna a Northfolk per essere assistita nel suo dolore dall’aiuto della sorella, Alicia, e il resto della famiglia. Con il loro aiuto ma sopratutto ricercando la forza in sé stessa, Julia cercherà di rimettere insieme i pezzi e di ricominciare a vivere.

Ad aiutarla, oltre alla devota sorella, ci saranno l’affascinante Kit Crawford, il nuovo proprietario ereditario (ed anche amico di vecchia data) di Wharton Park e sua nonna Elsie. Sarà proprio quest’ultima la chiave di tutto che aprirà “un diario personale” ricco di segreti tenuti nascosti per tanti anni alla famiglia di sua nipote.diary

Attraverso i ricordi di Elsie e di quelli del suo defunto marito, Bill, faremo conoscenza dei vecchi proprietari della casa, Lord Harry e Lady Olivia Crawford, e delle loro scelte di vita. Le gioie e i dolori che segneranno per sempre la loro storia futura.
Una storia ricca di drammaticità suddivisa un po’ fra tutti i suoi personaggi. Drammi personali di vario tipo dovuti al caso o peggio agli eventi della guerra, dove come unico rimedio c’è solo il passare inesorabile del tempo.

Solo perché non pensava a loro ogni secondo della giornata
– in realtà, a volte, si perdeva per interi minuti –
non significava che li amasse di meno.
Come il ritorno della primavera, quello era il modo in cui la natura
la aiutava a guarire le ferite e farla rifiorire.

Credo che un libro come questo potrebbe essere paragonato ad uno di quei intramontabili colossal cinematografici, giusto per darvi l’idea della complessità e della sua composizione articolata. È un viaggio attraverso il tempo e la memoria che ci fa spostare dalla campagne verdeggianti inglesi del Northfolk fino ai territori orientali della Thailandia e di Bangkok. Qui saremo rapiti dalle tradizioni e dagli usi e costumi locali, dai colori, dai profumi, da fiori esotici come le splendide e molteplici specie di orchidee (protagoniste mute ma importanti nella storia).orchidee

Questo è un libro che a parer mio, deve essere sorbito a piccole dosi sia per la sua lunghezza sia perché si tratta di più storie concatenate tra di loro. Di conseguenza anche i personaggi sono più di uno e quindi bisogna porre molta attenzione per riuscire a collocarli al posto giusto nella storia e dare loro il giusto peso.

Nel leggerlo ho provato varie sensazioni: la sua struttura semplice e lineare mi è davvero piaciuta. Lo stesso vale per i suoi dettagli e approfondimenti logistici. Molto romantico e triste. A volte l’ho trovato assurdo e patetico e altre volte invece, mi ha davvero irritato.

In tutto questo man mano che la lettura procedeva, è stata immancabile quella sensazione di sapere già dove la storia stesse andando a parare, lasciandoti allo stesso tempo, molto sorpresa per l’evolversi degli eventi fino all’epilogo. Ma una cosa è certa: state pronti a tirare fuori i fazzoletti!

Booktrailer

Lascia un commento

Una replica a “Il giardino degli incontri segreti di Lucinda Riley”

  1. anto ha detto:

    E' un libro bellissimo travolgente e ti immedesimi nella storia.

    Si sogna veramente leggendo questo libro,ne vorrei leggere altri pèer poter continuare a sognare

  2. […] parallelismi e non si spreca neanche stavolta. Dopo avermi piacevolmente stupita ed emozionata con “Il giardino degli incontri segreti”, non mi delude con questo suo romanzo, che, a dire la verità, il titolo mi lasciava un po’ […]

  3. […] tradotta in tutto il mondo. È nata in Irlanda ed ha esordito come scrittrice a 24 anni. Il giardino degli incontri segreti (Giunti 2012) è diventato un bestseller internazionale e in Italia è balzato subito ai primi […]

  4. […] tradotta in tutto il mondo. È nata in Irlanda ed ha esordito come scrittrice a 24 anni. Il giardino degli incontri segreti (Giunti 2012) è diventato un bestseller internazionale e in Italia è balzato subito ai primi […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi