Il Principe Prigioniero di C.S. Pacat [Captive Prince Trilogy #1]

 

Il Principe Prigioniero

di  C.S. Pacat

 

Titolo: Il principe prigioniero
Autore:
C.S. Pacat
Titolo originale:
Captive Prince
Traduttore: 
Claudia Milani
ISBN:
Ebook 978-88-9312-237-5
ISBN:
Cartaceo 978-88-9312-239-9
Edito da:
Triskell Edizioni
Collana:
Triskell Reserve
Genere:
M/M, Letteratura lgbt, storico fantastico
Formato:
pdf, epub, mobi, cartaceo
Uscita: 30 Giugno 2017
Prezzo:
Ebook 4.99 € // Cartaceo 11.00 €
Trama dell’editore
:
Damen è un guerriero e un eroe per il suo popolo, nonché il legittimo erede al trono di Akielos. Ma quando il fratellastro si impadronisce del potere, Damen viene catturato, privato del suo nome e spedito a servire il principe di una nazione nemica come schiavo di piacere. Bellissimo, manipolatore e pericoloso, il suo nuovo padrone, il principe Laurent di Vere, rappresenta tutto il peggio della corte di quel paese. Ma all’interno di quella letale ragnatela politica niente è come sembra, e quando Damen si trova, suo malgrado, invischiato nelle macchinazioni per il raggiungimento del potere, è costretto a collaborare con Laurent per sopravvivere e salvare la sua casa. Per il giovane condottiero, a quel punto, vige una sola regola: non rivelare mai, in nessun caso, la propria identità, perché l’uomo da cui dipende è anche colui che, più di chiunque altro, ha motivo di odiarlo…

Captive Prince Trilogy:

  1. Il principe prigioniero, Giugno 2017
  2. Captive Prince, vol.2
  3. Kings Rising

Recensione

di Sil.lav

Sul web ho visto innumerevoli immagini che rappresentavano questo libro, ma non molte notizie che lo riguardano. Per questo lo aspettavo con un cauto ottimismo. Sono sempre circospetta quando leggo il primo libro di una trilogia, perché spesso è da questo volume che si decide il successo di tutta l’opera. Questa cautela è sparita dopo le prime pagine dato che la mia attenzione è stata catturata fin da subito.

Il Principe Prigioniero” è un libro molto avvincente, sono raccontate magistralmente scene molto cruente e a tratti crudeli. Poco viene risparmiato al lettore, alcune situazioni sono solo accennate, ma comprensibilissime, per chi sa leggere tra le righe. Difficile non rimanerne colpiti. Durante la lettura viene colta una vasta gamma di emozioni, non tutte positive. La rabbia e l’impotenza emergono spesso, ma il costante senso d’aspettativa ti fa divorare le pagine e non smetteresti mai leggere.

La storia entra subito nel vivo: il principe Damianos tradito dal suo stesso fratello, alla morte del padre, viene spogliato del suo titolo e della sua identità e venduto come schiavo di piacere a Laurent, il principe di Vere.

Il principe Damianos muore per far nascere lo schiavo Damen.

In preda a un sentimento simile alla paura, Guion sentì il proprio battito accelerare. Una gemma grezza? Quello schiavo assomigliava più a un animale selvatico che a uno dei docili gattini allineati lungo il corridoio. La formidabile potenza del suo corpo era a stento trattenuta.

Il rapporto tra Damen e Laurent è da subito molto complesso. I loro caratteri sono completamente opposti. Damianos è sicuro del suo rango e del proprio valore, non ha mai messo in dubbio il proprio posto nel mondo. È un abile combattente, ha partecipato e vinto numerosi scontri. Non è sicuramente un fragile schiavo, non ne ha l’aspetto né l’indole. Nella cultura Akielos gli schiavi sono figure eteree, sottomesse, fatte per servire i propri padroni. Per Damianos trovarsi spogliato di tutto per diventare una schiavo è un fatto inconcepibile. Il passaggio da Damianos a Damen non è privo di violenza. Ogni resistenza però è inutile. Damen viene portato in ceppi dal suo nuovo padrone, che non ha la più pallida idea dell’identità del dono arrivato da Akielos. La schiavitù e le avversità pur mettendo a dura prova il principe non riescono a brutalizzare il suo buon carattere, in più di un occasione ha anteposto al suo orgoglio il benessere altrui.

Damen lo guardò.
«Odio sentirmi in debito con te. Fidati almeno di questo, se non ti fidi di me.»
«Fidarmi di voi?» scattò Damen. «Mi avete fatto scuoiare la schiena. Da quando sono qui non vi ho visto fare altro che ingannare e mentire a ogni persona che avete incrociato. Usate tutto e tutti per raggiungere i vostri scopi. Siete l’ultima persona al mondo di cui mi fiderei.»

Laurent è molto più complesso. All’apparenza ha l’aspetto di un angelo ma non c’è innocenza dietro ai suoi occhi azzurri. All’inizio non ci viene presentato in maniera molto poco lusinghiera. Altezzoso, egoista, odia da subito Damen che vede come un insulto rivoltogli dal Re Castor di Akielos. Laurent odia tutto di quel paese, che gli ha portato via padre e fratello, lasciandolo in custodia allo zio, il Reggente.

Nel corso del libro cominci a capire che l’erede al trono è molto complicato ed estremamente intelligente: non fa mai nulla solo per il gusto di farlo. Sa essere spietato e spesso crudele ma c’è sempre uno scopo dietro ogni sua mossa. Cominci a chiederti se tutta quella freddezza, sia parte integrante di Laurent o se le circostanze hanno plasmato il suo carattere, per diventare l’essere spietato e vendicativo che ci viene descritto. Il regno di Vere non sembra un bel posto in cui crescere.

La corruzione che permeava quel luogo gli era penetrata nelle ossa: era certo che il tradimento sarebbe giunto prima o poi, doveva solo capire da che parte.

Mentre Damen sembra aver avuto un’infanzia tranquilla, terreno fertile per il suo carattere leale e coraggioso, Laurent sembra temperato da un trattamento molto più duro. Sicuramente nei prossimi libri riusciremo a capire meglio questo personaggio.

Laurent si portò la mano alla guancia, ora imbrattata d’oro, e si voltò verso lo zio con un’espressione di ferita innocenza. «Guardate voi stesso come si comporta. Zio, mi avete accusato ingiustamente. La punizione che ha ricevuto sulla croce era meritata: avete visto da solo quanto è arrogante e ribelle. Perché condannate il sangue del vostro sangue quando la colpa è solo di Akielos?»
Attacco e contrattacco. Era pericoloso regolare i conti in pubblico, e infatti le simpatie della folla sembrarono spostarsi.
«Affermate che lo schiavo ha sbagliato e meritava la punizione. Molto bene, l’ha ricevuta. Adesso sta a voi ricevere la vostra. Dovete sottomettervi anche voi all’autorità del reggente e del Consiglio. Abbiate la grazia di accettarlo.»
Laurent abbassò i suoi occhioni azzurri, l’aria di un martire. «Sì, zio.»

Un altro elemento che fa apprezzare il libro è che è molto ben descritto. I personaggi sono tutti molto ben caratterizzati. Per quanto alcuni compaiano solo per poche pagine, lasciano un segno indimenticabile. Insomma un’ inizio serie scritto veramente bene, ma non è per tutti. Se uno cerca un libro non troppo impegnativo allora non è questo il genere. Gli argomenti trattati sono molto forti: stupro, cenni di pedofilia, violenze di vario genere, sono alcuni punti presenti nell’opera.

Ci sarebbe tanto da dire su quest’opera, ma non vorrei mai privare il lettore del piacere di scoprire cosa vi riserva la lettura di questa indimenticabile storia, che merita di essere letta. Aspetto con ansia i prossimi libri, sperando che non si facciano attendere troppo.

Abbiamo votato questo libro:


C.S. Pacat, australiana di nascita, ha studiato all’università di Melbourne e ha vissuto in numerose città estere, tra cui Tokyo e Perugia. Al momento abita a scrive a Melbourne. La trilogia Il principe prigioniero è stata inizialmente pubblicata online come web-fiction, scatenando un’attenzione virale prima di essere notata e acquistata dalla Penguin Usa, grazie alla quale è diventata un USA Today bestseller e ha ottenuto un immenso successo sia commerciale che di critica.

Lascia un commento

4 risposte a “Il Principe Prigioniero di C.S. Pacat [Captive Prince Trilogy #1]”

  1. Raff ha detto:

    Recensione davvero molto bella, amo questo libro da anni e hai colto molto bene i personaggi *__* se ti fa piacere abbiamo un gruppo proprio sulla trilogia 😀 https://www.facebook.com/groups/635822206598742/ sei la benvenuta e se vuoi postarla è benvenuta anche quella 😉

    • Sil.lav ha detto:

      Grazie, mi ha colpito dalle prime pagine. Lascia un forte impatto. Volevo scrivere tanto ma mi sembrava giusto che tutti si gustassero il libro pagina dopo pagina
      Ho condiviso la recensione sul gruppo. 😉

  2. _CriCra_ ha detto:

    Concordo sia sul fatto che la recensione sia davvero ottimale perché svela il giusto senza esagerare, sia perché il libro merita tantissimo. Ho adorato l’impatto che i due protagonisti hanno manifestato fin dall’inizio. Spero il prossimo arrivi presto 🙂

  3. *_Nasreen_* ha detto:

    Letto. L’ho adorato e ho, onestamente, rosicato abbastanza quando ho svoltato l’ultima pagina. Spero che esca molto, molto presto il seguito.

    Comunque, non so perchè, ma ho avuto uno strano presentimento sul Reggente… E cerco di fermarmi, per non spoilerare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi