Il ragazzo alla pari di Federica Gnomo Twins

Federica Gnomo TwinsFederica Gnomo Twins

Federica Gnomo Twins vive tra Firenze, dove si è laureata in Architettura, e Viterbo, dove si è trasferita per amore. Sposata e con una figlia scrittrice. Ama cucinare, leggere e scrivere storie d’amore tra coppie non convenzionali. Lavora come curatrice editoriale in una piccola casa editrice e collabora come redattrice alla rubrica di cucina del magazine on line Lovvy.it.
Il suo blog Gnomosopralerighe raccoglie ricette inedite, interviste culinarie a scrittori, foto-recensioni e brevi racconti, molti dei quali sono stati pubblicati in antologie. Il ragazzo alla pari è il suo primo romanzo.

L’autrice su Facebook: Federica Gnomo Twins

 

 

Titolo: Il ragazzo alla pari
Autore: Federica Gnomo Twins
Serie: //
Edito da: L’Airone Editrice Roma (Collana: Ombrerosa)
Prezzo: 9.90€
Genere: Romanzo, adult
Pagine: 154 p.
Voto:

Trama: Federica è una donna di quarant’anni separata e madre di due gemellini. Quando la sua amica Lia le consiglia di partire per una vacanza e pubblica un annuncio per trovarle una baby-sitter che la aiuti con i piccoli, Federica ancora non sa cosa il destino ha in serbo per lei. Già, perché a presentarsi è un bel giovane di ventitré anni al cui fascino – come Federica scopre ben presto – è piuttosto difficile resistere. Fin qui nulla di irreparabile, se non fosse per il fatto che anche Tom non sembra affatto indifferente alla sensualità della sua datrice di lavoro… Il ragazzo alla pari è una commedia rosa, piccante ed esilarante che diverte, fa sognare ma anche riflettere. Al di là della pura e semplice toy-boy story romantica e sexy, si muovono infatti due protagonisti seducenti, dalle vite complesse: Federica convive quotidianamente con i fantasmi di un matrimonio fallito e con le ansie di una madre single, mentre Tom deve fare i conti con una morbosa situazione familiare. Tra dubbi, incertezze e appassionati momenti di intimità, Federica e Tom dovranno impegnarsi non poco per vincere le difficoltà. E insieme a queste, dovranno affrontare anche il tabù sociale di un rapporto – quello tra una donna matura e un ragazzo – che pure chiede solo di essere vissuto e rispettato “alla pari” di qualsiasi altra forma d’amore.

Recensione
by CriCra

In questa estate un po’ pazzerella tra temperature ora alte ora basse rispetto a q2uella che dovrebbe essere la media stagionale, ecco che mi capita tra le mani, un piccolo romanzo tutto in stile mordi e fuggi, adatto per trascorrere qualche ora spensierata. Nelle 155 pagine create da Federica Gnomo Twins, conosceremo un libro che racchiude una particolare storia d’amore. La protagonista, Federica, è una donna matura di quarantanni, in crisi matrimoniale dopo il tradimento e la separazione dal marito

Volendo tornare a trascorrere una vita serena con i suoi due piccoli gemelli, deciderà di prendersi una breve vacanza al mare, portandosi appresso un’insolita babysitter: Tom, un “tatone” alto, bello, affascinante e ventitreenne, che non sa niente o quasi, riguardo alla gestione di bambini piccoli o grandicelli che siano.

Sofferenza e commiserazione lei. Spontaneità e sincerità lui. L’autrice scrive una storia dove l’età può rappresentare solo un fattore genetico. Una data di nascita su un documento. Un incontro tra due persone dove l’età non è indice di effettiva maturità solo da parte di quella più grande.

Ho scelto un costume nero. Metto sempre il nero,
mi vedo più magra. Un pareo che mi copre le gambe
e i fianchi, e accentua la linea del seno, che
modestamente ancora tiene bene. Sono soddisfatta
ma ho un’ansia terribile. Come se dovessi
passare un esame. Ma poi con chi?
Del “tatone” dei gemelli?

La storia di una donna matura che mette da parte dubbi, paure e remore dovute alla sua situazione sentimentale passata. Facendosi coraggio, proverà a saltare l’ostacolo della sua età (che a parere mio poi ostacolo non è). Abbasserà i cancelli inibitori della mente e si concederà alla passione pura e semplice.

Con Tom, a volte, i ruoli si invertiranno. Questo ragazzo si dimostrerà particolare e appassionato fin da subito, con alle spalle una brutta storia d’amore finita male e un rapporto ossessivo possessivo con il fratello gemello, Will. Il suo comportamento ci lascerà perplessi e basiti, specie verso la fine.

Lo stile è semplice e scorrevole. Frasi brevi e concise. Niente giri di parole. Solo sensazioni e sentimenti chiari e sinceri. A volte racchiusi in una singola parola, arricchendo tutto l’insieme di poeticità ed espressività.

Amami e basta, che tanto passerà.
Non parlare, che le tue parole svaniscono
appena spuntano dalle tue labbra, e io

non ascolto, perché solo di baci
voglio morire ora. Non parlare.

Essendo a mia volta una mamma quarantenne, sono riuscita facilmente a schierarmi dalla parte di Federica. L’ho capita, compresa e appoggiata. Altre volte invece avrei voluto trovarmela davanti per prenderla a schiaffi o scuoterla forte, per farla uscire dalle molteplici paranoie di inadeguatezza in c2ui ricadeva. O peggio, quando continuava ad apostrofarsi con orripilanti epiteti riguardanti la sua età come ad esempio “tardona” o babbiona”.

Un testo in cui a parere mio, spicca un contrasto tra pura sincerità e passaggi in episodi talvolta patetici. Tanta concetti, similitudini, parafrasi e analogie. Una storia di un amore nascente che attraverso i suoi protagonisti, ti renderà chiaro il senso della storia solo al suo epilogo, svelandoti la presenza di un qualcosa di malato e insano. Un romanzo pratico, onestamente non un libro eclatante certo, ma tranquillamente leggibile. Ringrazio l’autrice per avermi dato la possibilità di leggere questa sua opera e le faccio il mio più sincero in bocca al lupo per il suo avvenire.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi