Il respiro del Fuoco

Le Indagini di Anna e Lucas #2

di Federico Inverni

 

Titolo: Il respiro del fuoco
Autore: Federico Inverni
Serie: Le indagini di Anna e Lucas #2
Edito da: Corbaccio (Collana Top Thriller)
Prezzo: 16,90 € cartaceo/ 9,99 € ebook
Genere: Thriller
Pagine: 474

anobii-icon  amazon-icon Trama: Manca poco al tramonto quando il cielo grigio e nero che incombe sulla città di Haven si accende di un rosso infuocato. Ma quel bagliore non proviene dal sole calante che tenta di illuminare uno degli ultimi giorni che precedono il Natale. È il rosso violento di un incendio scaturito sulla cima di una collina in periferia, nella cittadina abbandonata di Eden Crossing. Il respiro del fuoco non ha lasciato scampo: l’eccentrico tempio che accoglieva il reverendo Tobias Manne e i suoi adepti è ora un sepolcro ardente con decine di vittime. La profiler Anna Wayne e il detective Lucas sono arrivati troppo tardi per impedire quel devastante suicidio rituale… …ma qualcosa appare assurdamente incongruo. Qualcuno è riuscito a dominare il fuoco, a farsene padrone. E forse quello non è un suicidio collettivo, ma la più efferata delle stragi, messa in atto da una mente visionaria e geniale. Perché esiste soltanto una cosa più affascinante e pericolosa del manipolare il fuoco: manipolare le menti. Mentre in città la notte arde di altri fuochi, Anna e Lucas devono sfidare il tempo per riuscire a elaborare un profilo del killer, ricostruire la storia delle vittime e individuare la più sfuggente delle ombre, prima che uccida ancora. Ma ogni indagine ha un prezzo, e quando sia Anna sia Lucas scoprono che quel caso affonda le radici nel loro passato, nei loro segreti, sono costretti a chiedersi se possono davvero fidarsi l’una dell’altro… O se invece, come predicava il reverendo Tobias Manne, non sia il momento di compiere l’ultimo passo: accettare l’inaccettabile.

Le indagini di Anna e Lucas:

1. Il prigioniero della notte
2. Il respiro del fuoco
3. altri a seguire

Immagine5

Recensioneùdi Miss Marilux

 

Il respiro del fuoco è il secondo romanzo dello scrittore Federico Inverni, pseudonimo di non si sa bene chi, un personaggio misterioso insomma! Devo dire la verità, ho letto questo libro offertomi gentilmente dalla Corbaccio (Che ringrazio per la possibilità ricevuta) innamorandomi immediatamente delle trama senza però fare eccessive ricerche. Ciò è stato uno sbaglio in quanto il volume è una sorta di seguito del primo lavoro dell’autore Il prigioniero della notte. Nei due libri abbiamo gli stessi protagonisti: l’agente Lucas e la profiler Anna Wayne (parente di Bruce? XD) i quali hanno un rapporto particolare e dei trascorsi estremamente pesanti che andrebbero seguiti quindi in ordine cronologico. Questa premessa è proprio per sconsigliarvi di ripetere il mio stesso errore. Leggere il secondo romanzo senza aver letto il precedente, non permette di gustare al meglio i legami fra i due e comprendere determinate loro azioni. Per questo il voto complessivo è di 3,5 stelle poichè per colpa mia, una parte della storia rimane un po’ confusa ed oscura.

Detto ciò entriamo nel merito. Il respiro dl fuoco si basa su di un caso (per ogni libro i casi sono separati) legato ad un setta che attraverso il fuoco apre la storia con un suicidio di massa. La prima strage ricorda molto quanto accaduto nel 1978 in America: Jim Jones profeta del Tempio del popolo indusse al suicidio 909 persone, diventando uno dei casi di suicidio di massa più famosi e macabri della storia ed ispirando libri e film di ogni genere. Se però inizialmente si avvertono echi della realtà, la bravura di Inverni è nello scollarsi dall’idea semplice dei “matti di setta” trasformando il romanzo in un vero Revenge Woman. L’intreccio, di cui voglio dire pochissimo, è eccellente. Fra i primi morti, abbiamo una unica superstite, Laura Gibson, che sarà la chiave di tutta la vicenda. Una vicenda sanguinolenta e cruenta, che seminerà morte e distruzione anche fra i colleghi dei due protagonisti. L’autore è cosi bravo nel caratterizzare la colpevole che a fine corsa, dati i suoi trascorsi, si riesce quasi ad avere empatia per la donna e a scusarla per quanto commesso. E ho già detto troppo 😉

Lucas ed Anna sono fantastici; nonostante a  me manchi un pezzo della loro storia, si riesce ad entrare nella loro mente, alquanto contorta, rimanendone affascinati. L’autore descrive quindi due personaggi a tutto tondo, che coinvolgono e acchiappano il lettore. Se ne vuole sapere sempre di più e si spera forse in una sorta di happy ending per entrambi. Nota di merito per il tecnico Jian Carvin, a cui non so bene perché, sono totalmente rivolte le mie simpatie. Molto divertenti le sue proteste quando Anna gli distruggeva l’ufficio XD

Lo stile di Federico è ottimo. Sa scrivere e c’è poco da criticare, non so chi sia nella realtà ma effettivamente sa il fatto suo. L’unica cosa che sento di dire è che a volte il romanzo sembra ristagnare. Ho trovato un pelo lento il primo blocco ma superato questo (attorno a pagina 200) si corre velocemente verso un finale inaspettato. Ovvio che ci sarà un terzo volume dati i problemi personali non risolti fra i due, speriamo non si debba aspettare troppo!

In definitiva promuovo assolutamente il Respiro del fuoco, la storia della Setta è coinvolgente e il reale movente del killer lascia davvero senza fiato. Mi dispiace solo non aver seguito l’ordine dei libri, cosa che nuovamente raccomando, solo cosi potrete gustarvi al 100% un lavoro di un autore da tenere sotto controllo 😉

Ps: Il respiro ha un taglio molto cinematografico, spero che qualcuno acquisti i diritti per farne un bel thriller 😛

Pps: Se la questione Setta dovesse interessarvi ancora post lettura, vi consiglio due film basati proprio sulla figura di Jim Jones ed il suo tempio del popolo, ovvero The sacrament e The Veil; il primo ha il taglio del documentario realistico, il secondo mescola i fatti accaduti al Tempio con alcuni aspetti paranormali, niente male entrambe le pellicole 😉

VOTO:1Astelle

Immagine5Federico Inverni è lo pseudonimo di un autore che preferisce conservare il proprio anonimato, lasciando che siano i suoi romanzi a trovare la loro strada, ma è felice di parlare con i suoi lettori e con i tanti librai che l’hanno contattato attraverso i social network. Nasconde i suoi interessi e le sue passioni fra le righe che scrive. Ha esordito nel 2016 con il thriller «Il prigioniero della notte» (Corbaccio), il primo romanzo con protagonisti la profiler Anna Wayne e il detective Lucas. «Il respiro del fuoco» è il suo secondo romanzo.

Facebook-icon

 

 

∼ by Miss Marilux
Editing by CriCra

Salve! Mi chiamo Maria Laura ma per voi e i miei amici sono Mary :) Mi piace leggere romanzi fantasy, rosa e spaziare (ogni tanto) in tutti i restanti generi. Adoro la musica! E le biografie dei miei artisti preferiti. Come recensionista cerco sempre di essere onesta, corretta ed educata. Se un libro non mi piace meglio dirlo con un sorriso, no? :D