“Il sentiero dei profumi” di Cristina Caboni

Il sentiero dei profumi

di Cristina Caboni

Titolo: Il sentiero dei profumi
Autore: Cristina Caboni
Edito da: Garzanti
Genere: Narrativa
Pagine: 392 p. || Prezzo: 14,90€ book – 9,99€ ebook

Trama dell’editore:
Elena non si fida di nessuno. Ha perso ogni certezza e non crede più nell’amore. Solo quando crea i suoi profumi riesce ad allontanare tutte le insicurezze. Solo avvolta dalle essenze dei fiori, dei legni e delle spezie sa come sconfiggere le sue paure. I profumi sono il suo sentiero verso il cuore delle persone. Parlano dei pensieri più profondi, delle speranze più nascoste: l’iris regala fiducia, la mimosa dona la felicità, la vaniglia protegge, la ginestra aiuta a non darsi per vinti mai. Ed Elena da sempre ha imparato a essere forte. Dal giorno in cui la madre se n’è andata via, abbandonandola quando era solo una ragazzina in cerca di affetto e carezze. Da allora ha potuto contare solo su sé stessa. Da allora ha chiuso le porte delle sue emozioni. Adesso che ha ventisei anni il destino continua a metterla alla prova, ma il suo dono speciale le indica la strada da seguire. Una strada che la porta a Parigi, la capitale del profumo, dove le fragranze si preparano ancora secondo un’arte antica. Le sue creazioni in poco tempo conquistano tutti. Elena ha un modo unico di capire ed esaudire i desideri: è in grado di realizzare il profumo giusto per riconquistare un amore perduto, per superare la timidezza, per ritrovare la serenità. Ma non è ancora riuscita a creare l’essenza per fare pace con il suo passato, per avere il coraggio di perdonare. C’è un’unica persona che ha la chiave per entrare nella sua anima e guarire le sue ferite: Cail. Cail che conosce la fragilità di un fiore e sa come proteggerlo e amarlo. Perché anche il seme più acerbo, quando il sole arriva a riscaldarlo, trova la forza di sbocciare. Il sentiero dei profumi è un debutto italiano che è già un fenomeno editoriale internazionale. Conteso in patria dagli editori, è stato venduto in tutta Europa. Cristina Caboni è un’autrice che conquista ed emoziona, che commuove e stupisce. E lo fa con una storia indimenticabile sulle insicurezze dell’animo umano e sul coraggio per affrontarle. Sulle cicatrici del passato che solo l’amore più profondo può rimarginare.

Recensione

di Mariapaola

Il nostro destino dipende dagli odori!

Una scrittrice che ha tratto ispirazione dalla sua vita, dal suo vivere in campagna, circondata da piante e fiori di ogni genere. Ha osservato il mondo circostante e ha trasmesso tutto ciò che ha percepito, colori e profumi, su delle insignificanti pagine bianche, rendendole speciali; ci è riuscita grazie ad Elena, una profumiera!

“La vita mi ha messo alla prova. Ma con l’Iris ritroverò la fiducia. La vaniglia mi fa sentire protetta. Perché i profumi sono la mia strada”.

Un libro romantico ma non sdolcinato. Non la solita storia d’amore da autogrill. Un amore che si forma, un amore che cresce, un amore che sboccia. Abbiamo tutti voglia di innamorarci, tutti abbiamo bisogno di amore: l’amore di un cane, l’amore di un amico, l’amore della propria metà.

La Caboni ci racconta l’origine della paura di Elena, attraverso excursus sul suo passato. Ciò che le mette paura ha un odore di odio, onnipresente nella sua infanzia. Questa sua paura si trasforma nella consapevolezza di non potersi sottrarre al proprio destino.

Elena lavora in una profumeria e ciò la rende felice e la spinge a mettersi in gioco. Parla con i suoi clienti, del loro passato, del loro presente, dei giochi e delle corse verso amori lontani o futuri, e capisce cosa cercano. Ha voglia di affrontare la vita in tutte le sue sfumature, in ogni suo profumo. Ha paura del suo datore di lavoro ma è sicura delle sue competenze e delle sue conoscenze acquisite da bambina, osservando la nonna e i miscugli che preparava.

Si innamora di un uomo, Cail, che conosce per caso, perché abita nel suo edificio. Condividono la stessa passione.

“La prima volta che Elena incontra Cail, dal suo profumo che sa di petali e pioggia, capisce che è un uomo sensibile e raffinato ma con anima e cuore tormentati”.

Ho provato ogni sensazione che la protagonista provava. Credevo di essere lei. Avrei voluto che le pagine fossero infinite. Capitoli e capitoli in un solo pomeriggio. La scrittrice ha uno stile semplice, lineare ma che arriva dritto al cuore, un modo efficace e diretto, che fa immedesimare il lettore in Elena, assaporando ogni sua emozione provata.

Il Sentiero dei profumi è un libro che ti prende e non ti lascia più. La Caboni conosce il suo lettore e sa cosa desidera. E non lo delude! Lo prende per mano e lo accompagna fino alla fine della sua storia. Tra profumi e pianti. Tra gioie e dolori dei protagonisti. Da Parigi, percorsa dalle note della Vie en rose, a Firenze, dove finalmente trova ciò che sta cercando per realizzare ciò che desidera da quando è piccola.

I profumi sono la strada, raccontano storie, sono il linguaggio per comunicare le proprie emozioni!

Spero che la strada della Caboni continui ad essere così profumata, di rose, di iris, di vaniglia e soprattutto di zagara, come vengono chiamati i fiori degli agrumi (il suo profumo preferito).

Libro fantastico!

Tanti pollici in su!

Voto:

Cristina Caboni: Appassionata coltivatrice di rose, si dedica alla conoscenza e allo studio delle essenze e delle fragranze naturali. Vive in provincia di Cagliari, dove si occupa dell’azienda apistica della famiglia. Il sentiero dei profumi (Garzanti 2014) è il suo romanzo d’esordio, cui sono seguiti La custode del miele e delle api (Garzanti 2015), Il giardino dei fiori segreti (Garzanti 2016) Premio Selezione Bancarella 2017, e La rilegatrice di storie perdute (Garzanti 2017).

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi