Il signore dei sogni di Claudio Piras Moreno

Il Signore dei sogni

di Claudio Piras Moreno

 

Il-signore-dei-sogniTitolo: Il Signore dei sogni
Autore: Claudio Piras Moreno
Edito da: Amazon
Prezzo: 0,89 €
Genere: Narrativa, ebook
Pagine: 355 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Il Signore dei sogni è nervoso. Qualcuno sta minacciando la stabilità di tutto il Mondo onirico da lui creato. Due entità misteriose appaiono in Morphiria, una proferendo minacce contro di lui e l’altra destabilizzando l’intero tessuto dei sogni. Inoltre, una Indonesiana in grado di avvertire la sua presenza, uno spagnolo dalla mente prodigiosa e uno psicologo si ribellano al suo dominio. Tra entità e persone reali, pensiero e materia, nasce uno scontro che si risolverà con la scoperta del segreto fino ad allora meglio custodito dal Demiurgo. In questo romanzo immaginifico si tenta di rispondere ai quesiti sulle relazioni tra sogno, genio e follia, e tra materia e pensiero.

 

Immagine5

Recensioneùdi Molly68

Psichedelico, onirico, astratto: sono alcuni degli aggettivi che mi vengono in mente a proposito del libro di Claudio Moreno Piras. Sogno o follia? La linea di demarcazione è sottile e l’autore cerca di darsi delle risposte intessendo una trama semplice che tratta temi e pone domande assai complesse. Il signore dei sogni è uno scritto border line tra il romanzo e il saggio filosofico. Si capisce che non siamo di fronte a un semplice testo narrativo fin dalla copertina: la scelta di utilizzare come identificazione visiva del romanzo i disegni di Magritte è indicativa delle intenzioni dell’autore e in un certo senso suggerisce cosa ci si deve aspettare da questo libro.

In questo romanzo, azione e riflessioni si cedono di continuo il posto, in una sequenza che potrebbe talvolta apparire caotica. Si tratta di un testo molto particolare, che alterna semplicità ed ermetismo, presente e futuro, sogno e realtà. Ho trovato interessante durante la lettura – che inizialmente, lo ammetto, si è rivelata un po’ ostica – l’alternanza tra scene dal sapore gotico ed episodi che richiamano un certo tipo di teatro surrealista. Di tanto in tanto, la narrazione si fa didascalica (o forse sarebbe meglio dire “filosofica”) e questo può suscitare perplessità. Ma l’autore riesce a rendere scorrevole la lettura cambiando i punti di vista, inserendo colpi di scena e presentando personaggi assai ben caratterizzati.

Per quanto mi riguarda, devo ancora decidere se l’impressione di frammentazione sia voluta oppure no. Dato che il romanzo tratta di sogni – che di per sé esistono in una dimensione diversa, in un luogo sospeso in cui la logica non esiste, come non esiste il tempo, e le cui regole non sono le stesse che comandano nella realtà – probabilmente il susseguirsi di scene all’apparenza slegate tra loro potrebbe essere una precisa scelta dell’autore. Ipotesi avvalorata dal fatto che spesso, nel corso del romanzo, lo stile cambia.

La storia è ricca di spunti di riflessione e mostra una buona padronanza degli strumenti narrativi. Superato lo scoglio della frammentarietà (che però, ripeto, sembra essere una precisa scelta stilistica per calare il lettore nelle atmosfere del sogno) e accettata la presenza di parti più “saggistiche” che narrative, il romanzo si rivela piuttosto interessante e si presta a una lettura su diversi piani, abbracciando pertanto una fetta di pubblico abbastanza ampia e variegata.

 

Voto

 

 

Immagine5

CLAUDIO PIRAS MORENO, nato a Lanusei nel 1976, è attore, poeta e scrittore. Ha svolto i lavori più disparati. Attualmente collabora con la compagnia teatrale La Nuova Complesso Camerata di Bruno Venturi e Oreste Braghieri, e con la regista Pierangela Calzone. Ha pubblicato Il crepuscolo dei gargoyle (novembre 2011 fantasy scritto però a sedici anni), Il Signore dei sogni (luglio 2011 romanzo filosofico), Mare di ombre (giugno 2013 raccolta di poesie) e L’icore umano (novembre 2012 racconti), il racconto che dà il titolo a quest’ultima raccolta ha vinto il secondo premio nel concorso “Lettere in aria” (2011). L’autore ha inoltre ricevuto menzioni speciali ed è stato pubblicato in antologie di poeti contemporanei. Nutre un forte interesse per la letteratura, la filosofia e l’economia. Per anni ha praticato karate e trekking. Il suo ultimo romanzo, Macerie, è edito da Vanda epublishing.

Goodreads_iconFacebook-iconTwitter-icon

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi