In ricordo di noi di Rossella Martielli

Rossella Martielli;

Ha 28 anni ed è  “un’esordiente”… ha sempre scritto, vincendo diversi concorsi per racconti (pubblicati da Arpanet, Edizioni Croce, EdizioniXII) e lavora nell’editoria (è editor di una piccola casa editrice e collabora con altre come correttrice di bozze). Il 25 di questo mese esce il suo primo romanzo, “In ricordo di noi”, edito 0111edizioni, e ad aprile il secondo edito Gugol.

Blog del romanzo:http://www.inricordodinoi.blogspot.com/

Blog dell’autrice:http://rossellamartielli.blogspot.com/

 

Titolo: In ricordo di noi(isbn  9788863070583)
Autore: Rossella Martielli
Serie: #
Edito da: 0111 Edizioni
Prezzo: 14,00 euro
Genere: Romanzo Sentimentale, Mystery, Narrativa Contemporanea
Pagine: 154 pg.
Voto:

Trama: Alice ha vent’anni, vive con la madre e nei momenti migliori si sente una ragazza come tante: una vita di provincia, pochissimi amici, un lavoro part-time, l’università e un fidanzato non troppo innamorato. I momenti peggiori sono quelli dell’ansia, delle crisi depressive e della paura di non riuscire più a reggere il senso d’inadeguatezza che si porta dietro da sempre. Tutto scorre come al solito fino a quando strani incubi iniziano a sconvolgerle le notti e il misterioso ragazzo dagli occhi blu comparso in sogno inizia a frequentare le sue stesse lezioni. Nell’istante in cui i suoi occhi incrociano quelli di Alex, un inconscio presagio la avverte che qualcosa di brutto sta per accadere nella sua vita. In un crescendo di angoscia, che come una marea si ritrae soltanto per tornare più forte di prima, inizia a vivere una vita parallela nei sogni, una vita fatta di oscure visioni di morte e irragionevole amore. Complici un misterioso libro venuto dal passato, un’inquietante leggenda e un’antica fontana dalle acque color sangue, realtà e sogno s’intrecceranno sempre più indissolubilmente fino all’invitabile epilogo, quando la morte restituirà un senso a ogni cosa.
Recensione;
Nella lettura di In ricordo di noi si nota fin da subito lo stile molto descrittivo dell’autrice e, infatti,  notiamo la quasi assenza dei dialoghi e la voglia, invece, di scavare immediatamente nell’animo della protagonista, Alice, descrivendone le ansie e le paure, insomma tutti i suoi sentimenti ma anche l’ambiente fisico che la circonda.
Grazie a questo stile il lettore riesce subito ad immedesimarsi con lei e a  chiedersi l’origine  dei suoi sentimenti, perchè si nota che il suo animo non è sereno. Cosa le è accaduto? Cosa la fa star male? Sicuramente l’assenza del padre non l’aiuta e il rapporto con Mattia, un ragazzo irresponsabile e bugiardo, la logora dentro, anche se inizialmente non ne è consapevole e prendendo coscienza della cosa solo poco alla volta.
Non è solo Alice ad essere descritta con ricchezza di  particolari sia nel suo aspetto fisico che in quello psicologico, ma anche tutti gli altri personaggi; ognuno di loro ha le sue particolarità e l’autrice sa esaltarne l’unicità. Il signor Grant, proprietario della libreria in cui lavora Alice, per esempio, l’ho travato tremendamente simpatico, tanto che mi piacerebbe poter scambiare con lui quattro chiacchiere sui libri e sui lettori che frequentano la sua libreria.
Alice via via che passano i giorni  e le pagine si evolve. Vediamo infatti che  si fa coraggio, cercando di guardarsi dentro, per  riuscire ad uscire dal suo guscio e per capire cosa le sta accadendo ma soprattutto, per scoprire chi è Alex, il misterioso ragazzo che appare nei suoi sogni e nella sua vita, così, all’improvviso.
I sogni sono un elemento costante del libro: a volte appaiono così reali da confondersi con la vita vera. Sono così misteriosi che il lettore fa continuamente supposizioni. Anche Alice è confusa da questi sogni e noi vivamo con lei la sua ansia e la sua apprensione. Sarà pazza? Sarà vittima di un dejavù? Starà sognando? Starà vivendo in una realtà parallela? Questo è uno stato di ansia che permane fino alla fine del libro e che ci lascia sulle spine.
L’autrice fa la scelta di suddividere i capitoli seguendo la vita quotidiana di Alice quindi ogni giorno della settimana rappresenta un capitolo del libro. I fatti narrati si svolgono in un brevissimo lasso di tempo: una settimana e un giorno.
In definitiva posso dire questo libro è una favola, una storia d’amore che mi ha emozionata moltissimo, tanto da farmi stare in ansia fino alle lacrime. Se proprio devo trovare una critica (cercata veramente con il microscopio!!) è che nel finale la figura che svolge  Alex nella vita di Alice, è un pò prevedibile poichè è una figura così fugace e misteriosa che la fine del libro non ci stupisce, anzi un pò ce l’aspettavamo. Questo piccolo particolare non mi impedisce, comunque, di dire che è un libro meraviglioso, che ci fa sognare, ed Alice è un personaggio che mi è rimasto nel cuore.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi