Incontrando Heather

Outlandish rewiews

La vostra rubrica preferita ha deciso di farvi una sorpresa: un incontro con l’autrice americana Heather Killough-Walden!

Heather ha scelto Sognando Leggendo come tappa per il suo Blog Tour, in occasione dell’uscita del suo libro The Vampire King, spinn-off della serie Big Bad Wolf.  The Vampire King uscirà il 7 febbraio, giorno in cui Heather farà la sua apparizione sul blog. Ecco a voi la cover, da poco svelata, e la trama!

It was immediate for Roman. In three thousand years, he’d never lost control of his emotions, or his heart. But the moment he laid eyes on Evelynne Farrow, he knew she was the woman who haunted his dreams. And everything changed.
Everything.
Evie Farrow has always loved a good vampire romance.  In fact, she makes a living writing them. While sitting in a coffee shop and working on her next mega-hot book, Evie is approached by a tall, dark, and handsome man who could have been pulled directly from one of her novels. 
Unbeknownst to her, Roman D’Angelo is exactly what he appears to be – a vampire, and not just any vampire, but the king of vampires.
Unfortunately, while Roman is both ancient and invulnerable, Evie is flesh and blood. Just as Roman decides that he and Evie have a date with destiny, for reasons of their own, an ancient god and a homicidal vampire take an equally strong interest in her. To make things more complicated, there’s something very special about Evie. Something not quite human.

Can Roman fight off the incredible forces that would have Evie as their own long enough to win her heart, or will destiny betray him, and destroy everything he has ever dreamed of?

Heather ha deciso che era destino: visto che ha una madre italiana, voleva venire a farsi conoscere dai suoi fan in un blog italiano. Che dite, gli facciamo sentire tutto il calore della nostra ospitalità mediterranea? Allora chediamo la vostra collaborazione, cari lettori. Heather ha deciso che risponderà alle vostre domande. Chiediamo quindi che le scriviate in risposta a questo articolo; le migliori 10 verranno selezionate e inviate alla cara autrice. Facciamola sentire a casa anche qui da noi!!!

Vi attendiamo numerosi!

Lascia un commento

9 risposte a “Incontrando Heather”

  1. Silvia ha detto:

    So che Heather oltre a questo spin-off e alla serie Big Bad Wolf, ha all'attivo un'ulteriore quadrilogia (che se non sbaglio verrà presto pubblicata da Leggereditore) basata sugli angeli; in pratica molte dei suoi romanzi vertono sul paranormal romance.

    Vampiri, lupi mannari, angeli… grosso modo l'ambiente fuori dall'ordinario è lo stesso, tuttavia mi domandavo: è stato difficile scrivere libri con creature così diverse tra loro? Per i suoi libri si ispira a qualche autrice che apprezza in modo particolare?

    In futuro continuerà a scrivere paranormal romance o proverà generi differenti?

    Lo so, sono più domande in una, ma spero che Mrs. Killough-Walden non dispiaccia il mio fuoco di fila!!

  2. Gonza ha detto:

    Cara Sig. HKW, mi chiedevo quale tra i seguenti generi da lei scritti, come per esempio lo YA con Sam am I, il futuristic romance (The Game), il paranormale romance è quello che lei preferisce e tra i suoi personaggi, si diverte di più a scrivere sugli angeli, sui vampiri o dei mannari alfa per i quali sembra avere una predilezione considerata la quadrilogia?

  3. ayliss72 ha detto:

    Cara Signora Killough-Walden, leggendo la sua serie Big Bad Wolfe, ho ritrovato in alcuni momenti, soprattutto durante la lettura di The Spell, una certa difficoltà nel leggere alcune scene violenza nei confronti dei personaggi principali femminili.

    Gia' in The Heat avevo riscontrato questa cosa, ma nel secondo libro e' stato dato ampio spazio a un personaggio molto negativo quale Phenal.

    Come mai? E soprattutto perché i maschi Alpha sono disposti a marchiare e indebolire le proprie mate, se poi sono consapevoli di non essere in grado di proteggerle adeguatamente. Non e' un po' troppo egoistico e maschilista come atteggiamento?

    Grazie Cinzia Labo'

  4. Cerridwen ha detto:

    Prendendo spunto dalla notizia della prossima pubblicazione di Avenger's Angels, previsto dalla Leggereditore fra qualche mese, colgo l'occasione

    per porle, Ms Killough-Walden una domanda specifica riguardante il paranormal romance. Da circa un anno, questo genere è sbarcato anche in Italia, sia grazie agli sforzi congiunti di blogger e lettrici sia grazie ad una politica lungimirante intrapresa da alcune case editrici, riscuotendo inoltre un'ottimo consenso: dal suo punto di vista di scrittrice quale pensa che sia la chiave del successo di questo genere rispetto ad altri? Lei crede si tratti di un fenomeno passeggero o piuttosto il manifestarsi di un bisogno profondo da parte delle lettrici moderne di trovare una diversa via di fuga dalla realtà? E se la risposa a quest'ultima domana è positiva, quali pensa siano gli elementi vincenti che hanno reso questo genere capace di rispondere in modo più adeguato a questo bisogno?

  5. Reading Mind ha detto:

    Gentile autrice, nei suoi libri il maschio dominante ha un ruolo preponderante e mostra comportamenti e atteggiamenti maschilisti, anche se le scelte spesso sono dettate dall'amore. Tuttavia alle donne non viene lasciato molto margine di scelta, come in The Spell. Lei è d'accordo con la sottomissione, seppur parziale, delle protagoniste? o semplicemente è una delle conseguenze di scrivere paranormal romance riguardanti licantropi?

    Tra i suoi personaggi, qual è stato il più facile da scrivere? Con quale sente maggiore affinità?

  6. Amyra Hastur ha detto:

    Partecipo anche io: Sia nella serie Lost Angels che in quella Big Bad Wolf ricorre il tema del mate predestinato. Posso chiedere se si tratta soltanto di un artifizio lettarario o se crede veramente che anche nella vita reale ci siano delle anime gemelle predestinate a incontrarsi e passare la vita insieme?

  7. Nasreen ha detto:

    Ci sono anche io, anche se internet mi ha dato forfait oggi.. accidenti O_O

    Ad ogni modo, la mia domanda è:

    Date le sue origini italiane (da parte di madre) ci sono autori contemporanei o non che hanno influenzato il suo essere "scrittrice" in qualche modo?

  8. Bakakura ha detto:

    Partecipo anch'io con questa domanda: cara sig.ra Killoug-Walden, fra le sue letture, qual è il suo genere letterario preferito?

  9. Momi87 ha detto:

    Cara sig. Heather Killough-Walden,

    come è nata questa particolarizzazione dei suoi licantropi? Il volersi distinguere, dal gruppo sempre più ampio che scrive di queste creature soprannaturali, ha influito su di lei oppure i suoi licantropi sono nati così fregandosene delle copie (brutte o belle che siano) che esistono nel mondo fantastico della scrittura?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi