Inferno di Francesco Gungui [Serie Canti delle Terre Divise #1]

Inferno

Serie Canti delle Terre Divise

di Francesco Gungui

 

cover InfernoTitolo: Inferno
Autore: Francesco Gungui
Serie: Canti delle Terre Divise #1
Edito da: Fabbri
Prezzo: 5.00 €
Genere: Fantasy, fantascienza
Pagine: 432 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Se sei nato a Europa, la grande città nazione del prossimo futuro, hai due sole possibilità: arrangiarti con lavori rischiosi o umili, oppure riuscire a trovare un impiego a Paradiso, la zona dove i ricchi vivono nel lusso e possono godere di una natura incontaminata. Ma se rubi, uccidi o solo metti in discussione l’autorità, quello che ti aspetta è la prigione definitiva, che sorge su un’isola vulcanica lontana dal mondo civile: Inferno. Costruita in modo da ricalcare l’Inferno che Dante ha immaginato nella Divina Commedia, qui ogni reato ha il suo contrappasso. Piogge di fuoco, fiumi di lava, gelo, animali mostruosi: gli ingranaggi infernali si stringono senza pietà attorno ai prigionieri che spesso muoiono prima di terminare la pena. Nessuno sceglierebbe di andare volontariamente a Inferno, tranne Alec, un giovane cresciuto nella parte sbagliata del mondo, quando scopre che la ragazza che ama, Maj, vi è stata mandata con una falsa accusa. Alec dovrà compiere l’impresa mai riuscita a nessuno: scappare con lei dall’Inferno, combattendo per sopravvivere prima che chi ha complottato per uccidere entrambi riesca a trovarli… Il primo romanzo di una trilogia fantasy di grandissima potenza.

Estratto Libri icon

Trilogia Canti delle Terre Divise:
1. Inferno
2. Purgatorio (in libreria dal 23 Aprile 2014)
3. Paradiso (in libreria dal 7 Maggio 2014)

Cliccare sui titoli per leggere le altre recensioni pubblicate.

Immagine5

Recensioneùdi molly68

“Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate”.
La grossa scritta brillava sopra il massiccio portone di marmo bianco della Cattedrale del Mare di Europa. Le lettere erano avvolte dalle fiamme e proiettavano bagliori gialli e arancioni sui cornicioni anneriti e sulle statue. Sotto la scritta scorrevano le immagini dell’Inferno. Giorno e notte. Ininterrottamente.

infernoUn incipit promettente che richiama atmosfere classiche quello della distopia YA di Francesco Gungui; un’ambientazione accattivante e per certi versi familiare al lettore italiano, essendo strutturata sull’opera di Dante: il carcere Inferno, sito in un vulcano dal diametro gigantesco e strutturato a gironi; Europa, terra di mezzo in cui vive ghettizzata la popolazione povera; Paradiso, un luogo per ricchi in cui tutto è perfetto. Proprio i richiami all’opera dantesca sono il punto di forza della trilogia, quello che più attrae il lettore e lo convince a immergersi in un universo distopico e totalitario che non disdegna immagini crude e argomenti “forti”.

In un simile contesto, i diciassettenni Maj (figlia di uno dei quattro Oligarchi che controllano il mondo) e Alec (ragazzo di Europa) s’incontrano, si piacciono e s’innamorano. Senza fare spoiler che toglierebbero al lettore il gusto degli intrecci e dei colpi di scena disseminati sapientemente dall’autore lungo tutta la pericolosa avventura, mi basti dire che in questo Young Adult ci sono molti spunti di riflessione. Si parla di amore e morte, di amicizia e omosessualità, di dolore e di sogni.

Gungui ha uno stile pulito, che sfrutta una buona capacità descrittiva, e sa costruire una trama complessa e ricca di sorprese. Unico difetto, una certa distanza che l’autore pare mantenere con l’interiorità dei personaggi: ben descritti e caratterizzati, ma poco coinvolgenti. Avevo letto sul web qualche impressione, prima di affrontare il romanzo, e dopo aver concluso questo primo volume mi trovo d’accordo con chi ha sottolineato il “distacco” emotivo dell’autore dai suoi protagonisti.

infernogunguiPurtroppo, benché l’idea di partenza sia piuttosto originale, dopo Matched e Hunger Games, tutti i distopici che mettono in contrapposizione idilliache città per ricchi e invivibili zone destinate al resto della popolazione, hanno un po’ tutti lo stesso sapore e la sensazione di déjà vu mi ha spesso pervasa durante la lettura. Peccato, perché la storia è costruita in modo accurato e tutto sommato funziona, la scrittura di Gungui è piacevole e senza sbavature.

Di certo – e lo conferma il fatto che, da un certo punto in poi, il romanzo sembra subire un’accelerazione – questo primo episodio serve a introdurre il lettore in un contesto che non è semplice esplicare subito e completamente, per cui mi aspetto maggiori informazioni sul mondo di Alec e Maj nel secondo volume, Purgatorio, a cui si viene introdotti dal finale aperto, avvincente e senza sconti.

Consigliato, con la riserva di dare un parere più preciso dopo la lettura dei successivi episodi della saga.

Voto

 

Immagine5

autore

Francesco Gungui nato a Milano nel 1980, è uno degli autori italiani più conosciuti della narrativa per ragazzi e giovani adulti. Tra i suoi maggiori successi Mi piaci così, venduto in numerosi Paesi. Canti delle Terre DiviseInferno è il suo primo romanzo fantasy.

 b tw fb 

 

booktrailertrailer

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi