It’s Christmas Time… Special Blog Tour #7

natalespciale2

Natale a Berlino!

Oder Weinachten in Berlin!

Come poteva mancare un post su Berlin the place to be, specialmente a Natale? Non poteva… e infatti eccolo qui, anche perché grazie al mio adorato El Niño, questo Natale si sta avvicinando con temperature primaverili, e quando dico primaverili intendo dire che ancora porto solo una giacca a vento e non le solite due.

Dunque il natale a Berlino è bellissimo fondamentalmente perché la città è illuminata a festa e c’è una grandissima differenza jacktra Dicembre e Gennaio: per esempio dal 6 Gennaio in poi si smette di nuovo di vedere dove si cammina la sera. Dovete sapere infatti che la maggior parte delle strade di Berlino è illuminata con dei lampioni a gas, una scelta piuttosto infelice, perché, esattamente come a Londra ai tempi di Jack lo squartatore, illumina soltanto nel raggio di un metro, quindi anche se non capita di imbattersi in the Ripper, credetemi non è neanche bello calpestare una cacca di cane, specialmente con le suole a carro armato. Ma detto questo, a Natale è diverso.

Le strade principali sono piene di statue fatte di luci: Kudam tra trenini, babbi natali, abeti e renne, praticamente un tripudiobuogusto di luminarie… tanto da sembrare un luna park più che una strada; senza parlare poi del Sony Center, il cui normale aspetto da tendone da circo viene amplificato dalla presenza di un mega albero di Natale finto, solitamente blu elettrico. Non so se ve l’ho già detto, ma il buon gusto non regna sovrano da queste parti. La cosa migliore che comunque caratterizza questo periodo sono i mercatini di Natale (Weinachtsmarkt) che riempiono la città: ogni piazza leggermente più grande del solito ospita queste casette di legno che vendono prevalentemente oggetti in legno intagliati, presepi di varie forme e dimensioni (ma qui ci torneremo dopo), dolcetti, cappelli, candele e gluhwein che non sarebbe altro che il corrispettivo tedesco del vin brulé, con qualche piccola modifica.

La prima domenica di avvento è il momento in cui scatta il parapiglia: da città fredda e buia, sobrietagonza2Berlino diventa luminosissima e molto allegra, immagino grazie all’elevato tasso alcolico; in ogni casa si vedono luci e lucette, perché come vi dicevo, qui le serrande non esistono, quindi camminare a testa in su è molto istruttivo per quanto pericoloso. Si può facilmente ipotizzare la presenza di una ghirlanda con quattro candele piuttosto cicciotte, che vengono accese una per ogni domenica di avvento e poi, per alcuni, sicuramente c’è il presepio mentre per altri ci può essere, assieme o meno, anche l’albero di Natale che qui deve essere rigorosamente vero, li coltivano apposta e alla fine di ogni periodo natalizio vengono anche riciclati.

Nei vari mercatini ma anche nei supermercati si vendono i tipici dolci natalizi, ma soprattutto i biscottini che fanno la felicità dei bambini, quelli che di solitostollen li cuociono con la mamma la domenica e poi se li portano a scuola per una settimana; panettoni, pandori e torroni non se ne vedono se non in alcuni negozi specializzati e costano comunque un occhio della testa (sob). I presepi non sono come i nostri, ma sono delle costruzioni solitamente circolari con un’elica in cima e con delle candeline intorno, il cui calore fa muovere l’elica, che a sua volta fa girare in cerchio i vari piani del presepio. Qui possono trovarsi pastori, pecorelle, chiunque… e in alcuni casi anche la Santa famiglia.

Durante il periodo dell’Avvento poi, i bambini sono super fortunati, perché oltre a Babbo san-NicolaNatale (Weinachtsmann) che arriva la notte tra il 24 e il 25 (come anche per noi) loro hanno anche l’aggiunta di Nikolaus, patrono di Bari per capirsi, che porta anche altri regali nella notte tra il 5 e il 6 dicembre, assieme a dolcetti, mandarini e noci. Il cenone del 24 è anche qui una tradizione. anche se il pesce è optional; per il pranzo del 25 di solito c’è l’insalata di patate con contorno di wurstel, ma questo varia molto da famiglia a famiglia.

Concludendo, per quanto possa fare freddo, e credetemi può fare veramente tanto tanto freddo, a Natale Berlino è una città da vedere, dove tutti sembrano più buoni e soprattutto più simpatici.

sep2

sep3

Tappe di “It’s Christmas Time…”

  1. 8/12 – It’s Christmas Time #1… TOP Libri 2015
  2. 9/12 – It’s Christmas Time #2… Anteprime Natalizie
  3. 10/12 – It’s Christmas Time #3… Recensione “Le cinque Leggende”
  4. 11/12 – IIt’s Christmas Time #4… Recensione “Let it Snow: Innamorarsi sotto la neve”
  5. 12/12 – It’s Christmas Time #5… Anteprime Natalizie
  6. 13/12 – It’s Christmas Time #6… FLOP libri 2015
  7. 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino!
  8. 15 /12 – Just arrived
  9. 16/12 – Just arrived
  10. 17/12 – Just arrived
  11. 18/12 – Just arrived
  12. 19/12 – Just arrived
  13. 20/12 – Just arrived
  14. 21/12 – Just arrived
  15. 22/12 – Just arrived
  16. 23/12 – Just arrived
  17. 24/12 – Just arrived
  18. 25/12 – Just arrived

babbonatale png

 

Lascia un commento

0 risposte a “It’s Christmas Time… Special Blog Tour #7”

  1. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  2. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  3. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  4. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  5. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  6. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  7. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  8. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  9. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

  10. […] 14/12 – It’s Christmas Time #7… Natale a Berlino! […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi