Koru di Mathilda Stillday [Trilogia Deana#01]

Serie Deana

di Mathilda Stillday

autrice

Mathilda Stillday, all’anagrafe Silvia Ancordi, nasce a Bergamo nel 1975. Durante gli studi in Scienze dell’educazione inizia un percorso di crescita personale e spirituale e si avvicina alle terapie complementari, al channeling e successivamente alla legge di attrazione e agli angeli. Dice di sé: “Se fossi meno timida sarei una moderna cantastorie”. Ha pubblicato diversi racconti in antologie cartacee e predilige il paranormal fantasy. Koru è il primo capitolo della trilogia Deana, che verrà interamente pubblicata da Siska. Il prossimo ebook che Mathilda pubblicherà per il suo editore è il racconto breve Ritorni.

Sito: http://www.mathildastillday.com/

serie

1. Koru – Deana Libro I (isbn:9788897642237)
1.5 Ritorni (Racconto)

Clicca sul titolo per arrivare alle altre recensioni.

datilibro
Il Corsaro NeroTitolo:
Koru
Autore: Mathilda Stillday (Traduttore: Adria Tissoni)
Serie: Deana#1
Edito da: Siska editore
Prezzo: 4,99 € ebook
Genere: Paranormal romance, spirituale, mistero
Pagine: 156 p.
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/2Astelle.png

Trama: Sette donne. Sette doni. Sette simboli. Siamo in Nuova Zelanda. Da qualche settimana Deana Bell, poetessa e proprietaria di un B&B, riceve strani messaggi sul cellulare. In una notte di luna piena avviene la svolta. Sul taccuino con incise le sue iniziali, Deana scrive una poesia che suona come una premonizione in rima… Da quella notte alcune donne molto speciali entreranno a far parte della vita di Deana, mentre persone e fatti legati al suo passato torneranno con prepotenza nel suo presente “Koru” è un romanzo in cui paranormale, mistero e crescita personale si fondono insieme, dando vita a una narrazione avvincente.

Recensioneùby RoRò

Nuova Zelanda, giorni nostri (più o meno), una giovane donna riceve strani sms di avvertimento da uno sconosciuto che la mette in guardia da imminenti pericoli attraverso parole sibilline. Deana, la giovane protagonista, non è mai riuscita a contattare il mittente, ma attende paziente che il destino si compia perché lei è una donna spirituale, una sensitiva, “una maestra”, quella che ai tempi dell’inquisizione sarebbe stata additata come strega.

Apprezzata poetessa, si è ricostruita una vita nuova dall’altra parte del mondo dopo aver perso qualcosa di molto prezioso e dopo un lungo percorso di addestramento nell’arte dei simboli e del loro potere grazie al suo unico amico e confidente Fra’ Emidio, morto quattro anni prima. Vive a Wellington in una casa su due piani che somiglia ad una casa delle bambole, con un bel giardino delimitato da uno steccato rosso e la sua gatta Milli. Una sera, dopo l’ennesimo messaggio, scrive di getto alcuni incomprensibili versi in rima, non propriamente nel suo stile, e subito dopo fa il suo incontro con la prima allieva, Lisa, una giovane orfana che però non conosce ancora il suo reale potere: quello di riuscire a vedere l’aura delle persone.

In questo modo, attraverso versi estemporanei scritti sotto l’impulso di qualcosa di ultraterreno, Deana radunerà le successive adepte. Così sarà per Ellen, una giornalista con un fardello pesante sulle spalle, capace di prevedere il futuro attraverso delle visioni, come anche per la giovane numero quattro capace di trovare le cose perdute. Le allieve della Maestra spirituale cresceranno via via fino a raggiungere un numero magico: 7, ognuna con un potere, ognuna accompagnata da un simbolo.

7 Donne, 7 simboli, 7 Poteri.

La storia si presenta interessante, esoterica e misteriosa quanto basta da attirare la mia curiosità. Ma ahimè non decolla. La narrazione è lenta e monotona, priva di quel giusto dinamismo necessario a renderla vivace. Mi sarebbe piaciuto qualche maggiore approfondimento sulla Nuova Zelanda, una location che di sicuro offre vari spunti alla fantasia e collegamenti con l’esoterismo. I personaggi poi li ho trovati poco delineati, non incisivi, non mi hanno colpito granché, avrei gradito conoscerli meglio e venire a contatto con la magia che loro, come donne spirituali, portano dentro.

Lo stesso elemento magico e spirituale mi è parso un po’ scarno. In effetti il romanzo è piuttosto breve, circa 156 pagine nelle versione digitale, magari qualche pagina più avrebbe colmato queste lacune. Anche l’elemento romance è accessorio, ci si ritrova a leggere di queste 7 donne che scoprono i loro poteri aiutate dalla Maestra ma il senso di tutto si esaurisce in un finale tiepidino. Può darsi che sia il classico primo episodio di rodaggio e che la storia migliori nei sequels (trattandosi di una trilogia)… attenderò, dunque, i prossimi romanzi per un parere definitivo.

Tuttavia, riconosco che la versione digitale in cui l’ho letto è fatta davvero bene, molto curata, con delle immagini suggestive e con un contenuto interattivo che ho trovato molto utile. Curato in ogni dettaglio, molto ben confezionato. A breve l’autrice darà alla luce un racconto intitolato Ritorni, magari aggiungerà qualche tassello mancante. Vi terrò aggiornati.

booktrailertrailer

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi