La Bestia

Serie La Confraternita del Pugnale Nero

di J.R.Ward

 


Titolo
: La Bestia
Autore: J.R. Ward
Serie: La Confraternita del Pugnale Nero # 14
Edito da: Mondadori/ Rizzoli
Prezzo: 16,15 € cartaceo / 9,99 € ebool
Genere: Paranornal Romance, Adult, Vampiri
Pagine: 516 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Niente è più come prima per la Confraternita del Pugnale Nero. Dopo aver evitato la guerra con le Ombre, le alleanze sono cambiate e sono stati tracciati nuovi confini. Gli assassini della Lessening Society sono più forti che mai e sfruttano la debolezza umana per acquisire denaro, armi e potere. Ma, mentre la Confraternita si prepara per un attacco su larga scala, uno dei suoi guerrieri, Rhage, combatte una battaglia interiore. Per lui, il Fratello dal cuore più grande, la vita doveva essere perfetta, o per lo meno felice. Mary, la sua amata shellan, è al suo fianco e il Re e i suoi fratelli prosperano. Eppure Rhage non riesce a capire, o controllare, il panico e l’insicurezza che lo affliggono. Tutto questo lo terrorizza e lo allontana dalla sua compagna. Dopo aver subito una ferita mortale in battaglia, Rhage deve riconsiderare le sue priorità, e quando trova la risposta, per lui e per Mary il mondo sarà stravolto. Ma Mary ha un proprio viaggio da portare a termine, un cammino che potrebbe riavvicinarli o aprire una distanza che nessuno dei due potrà colmare.

 

 

 

La Confraternita del pugnale nero:

1. Dark Lover, Un amore proibito
2. Love Eternal, Un amore immortale
3. Lover Awakened, Un amore impossibile
4. Lover Revealed, Un amore violato
5. Lover Unbound, Un amore indissolubile
6. Lover Enshrined, Un amore prezioso
7. Lover Avenged, Un amore infuocato
8. Lover Mine, Un amore selvaggio
9. Lover Unleashed, Un amore irresistibile
10. Lover Reborn, Un amore rinato
11. Lover at Last. L’ora dell’amore
12. The King. The King. Il Re è tornato
13. The Shadows. The Shadows
14. The Beast. La Bestia
15. The Chosen (prossimamente)

Immagine5

Recensioneùdi Reika Sanjio

Eccoci ancora una volta, la quattordicesima per l’esattezza, a parlare di una delle saghe Urban fantasy più belle e coinvolgenti degli ultimi anni. Sto parlando della serie “The Black Dagger Brotherhood”, La Confraternita del pugnale Nero, che anche in questo romanzo conferma l’assoluta bravura di questa scrittrice che non solo non ci stanca mai, ma che in ogni romanzo riesce  ad aggiungere qualcosa di nuovo ed avvincente.the beast j.r. ward

Nei primi dodici romanzi, abbiamo conosciuto i membri della confraternita, abbiamo sofferto con loro per le storie personali ed abbiamo gioito quando finalmente le cose hanno preso una piega positiva nella loro vita sentimentale… oddio, non sempre in verità, perché per molti di loro l’amore è stato concesso a caro prezzo, mi riferisco a Vishous e Jane, a Thorment e No’One/Autumn, a Rhage e a Mary. Dal tredicesimo romanzo in poi la Ward ha dato una svolta nella narrazione, non raccontando più la storia di una singola coppia, lasciando il resto dei membri della confraternita a fare da sfondo, ma intrecciando gli eventi dei vari personaggi come un’unica grande narrazione.

In “The Beast” inoltre, così come in “The King”, la Ward ha ripreso la storia di una coppia (Rhage e Mary in “The Beast” e  Wrath e Beth in “The King), e ci ha mostrato come queste sono evolute nel tempo. Con il passare degli anni, quella strana famiglia che è la Confraternita, si è allargata, i Fratelli hanno trovato le rispettive shellan o hellren, a seconda dei casi, alcuni hanno messo su famiglia e nella grande magione si iniziano a sentire i vagiti dei figli dei Fratelli.

Rhage e Mary, sono una coppia ormai consolidata, hanno dovuto affrontare mille difficoltà pur di stare insieme. Rhage, il più bello tra i fratelli, ha dovuto sacrificare la sua libertà, condannandosi a dividere il proprio corpo con il Drago che si porta dentro. Sì, perché per poter salvare la sua Mary dalla leucemia ha dovuto fare un patto con la Vergine Scriba: la sua dannazione per l’immortalità di Mary, ma nel pacchetto regalo c’era anche l’impossibilità di Mary di dargli un figlio.

All’inizio la cosa non sembrava turbare il bellissimo Fratello, ma a quanto pare anche le coppie di vampiri, come quelle umane, hanno degli alti e dei bassi, e Rhage e Mary, stanno appunto attraversando un momento di profonda crisi. Pur continuando ad amarsi, col tempo si sono allontanati sempre di più, il lavoro li ha pian piano come “assorbiti”: Rhage ed i Fratelli, oltre alla Lessening Society deve combattere anche contro i Bastardi che vogliono attentare alla vita del loro Re e Mary si dedica anima e corpo ad aiutare come psicologa le donne ed i bambini, vittime di maltrattamenti, che sono ospitati al Porto Sicuro.

…se il piccolo Wrath si fosse fermato lì. Se il piccoletto non si fosse spinto oltre, magari… o se avesse ricominciato a frignare… allora forse lui si sarebbe salvato. Invece pochi istanti dopo il neonato gli mise un braccino paffuto intorno al collo, poi strinse nel pugnetto la felpa e non la mollò più, accoccolandosi contro di lui in cerca di conforto e trovandolo… perché era piccolo e indifeso. Rhage smise all’istante di battergli sulla schiena, perfettamente immobile malgrado fosse in equilibrio precario sulla sedia. E con una chiarezza sconvolgente registrò tutto di quell’esserino, dal calore di quel corpicino vitale alla forza di quella stretta, al su e giù di quel piccolo petto. Tirava su col naso vicino al suo orecchio, Rhage lo sentiva benissimo, così come sentiva il suo respiro leggero, a sbuffi, e quando il piccolo Wrath mosse la testa i suoi capelli, sottilissimi e morbidi come la seta, gli solleticarono il collo. Quello era il futuro, pensò Rhage. Quello era… il destino venuto a riposare addosso a lui…

Ma per Rhage l’impossibilità di avere dei figli dalla sua shellan sta diventando un problema. Durante uno scontro contro i lesser, Rhage commette un’imprudenza che gli costerà quasi la vita, ma sarà l’evento che metterà la coppia davanti al destino della loro unione sentimentale: ciò che farà da collante sarà una piccola ospite del Porto Sicuro, rimasta da poco orfana, Bitty.

drago e bambinaBitty con la sua dolcezza riuscirà in breve tempo a conquistare il cuore di Mary e di Rhage e a dare ai due una speranza di diventare genitori, anche se adottivi.

In questo romanzo troviamo un Rhage in versione “umana” , un uomo che rivela degli aspetti dolci del proprio carattere, commoventi sono le scene in cui cerca di fare amicizia con la bambina raccontandole le storie dei personaggi che abitano nella grande casa dei Fratelli. Ma altrettanto importante sarà il ruolo della Bestia, il drago che convive nel corpo di Rhage, che gli salverà la vita e che stringerà un legame di amicizia anche con la piccola Bitty.

Come dicevo prima, questa non è la sola storia che troviamo all’interno del romanzo, ma in evidenza ritroviamo anche Layla, incinta dei due gemelli figli del Fratello Qhuinn, che a causa delle preoccupazioni per la salute del suo amato Xcor, partorirà prematuramente e darà alla luce “Rhampage” e “Lyric”. Xcor viene ferito gravemente e catturato dai Fratelli e sarà per quasi tutto il romanzo privo di sensi.

Anche il vampiro Assail, in questo romanzo ha un posto d’onore, ex spacciatore di cocaina, e pur essendo un cocainomane lui stesso, aiuterà la Confraternita infiltrandosi nella Glymera per cercare di scoprire se vi sono cellule che complottano contro il Re. Sarà proprio lui, insieme ai suoi due cugini Ehric ed Evale ed alla disinibita Naasha, a dare il tocco erotico al romanzo. Assail, (che ho sempre trovato affascinante), in questo romanzo troverà il modo di redimersi sia per se stesso sia agli occhi della Fratellanza, infatti è grazie a lui che verrà salvato Markus, un vampiro reso schiavo di sangue dalla perfida Naasha.

Insomma nelle 516 pagine del romanzo di cose ne accadono parecchie. Lo stile è sempre quello inconfondibile della Ward, che ha la capacità di tenerti incollata al libro per scoprire cosa accadrà nella pagina seguente e con la sua facoltà, diciamocelo a volte irritante, di “saltare” da una storia all’altra facendoti rimanere col fiato sospeso; insomma l’autrice riesce sempre a mantenere il livello della tensione sempre al massimo.

Pur non giudicando questo il miglior romanzo scritto dalla Ward, anche perché mi spiace dirlo, ma per me Mary Madonna Luce (nome allucinante, lasciatemelo dire…) la shellan di Rhage, è stimolante  quanto il riso in bianco che ti danno da mangiare all’ospedale e mi chiedo cosa un figaccio come Rhage abbia trovato di interessante in lei, comunque resta un bel libro che non bisogna perdersi per nessun motivo.

1Astelle

Immagine5

J. R. WARD vive nel sud degli Stati Uniti, insieme al marito ed alla sua amata golden retriever. Dopo la laurea ha iniziato a lavorare a Boston nel settore sanitario e ha passato molti anni a capo di uno dei principali centri medici accademici del Paese. La scrittura è sempre stata la  sua passione, e la sua idea di paradiso è un giorno intero con la sola compagnia del suo computer, del suo cane e di una buona tazza di caffè. Ha raggiunto il successo con le serie La Confraternita del Pugnale Nero e Gli angeli caduti. Ogni sua uscita scala le classifiche del New York Times e quelle dei principali Paesi europei, fra i quali Francia, Germania e Spagna. In Italia le sue serie vengono pubblicate, con enorme favore dei lettori, da Rizzoli e Mondolibri.


 

 

editing by Simog

Reika Sanjio, ex agente segreto dell'interpol. Sagace, intelligente avveduta, molto affascinante. Capelli lunghi e castani veste in modo molto elegante e non si fa spaventare da niente. Compare fin dal primo episodio di Daitan tre, ora accanita lettrice, recensitrice e componente del fantastico staff di sognando leggendo.