La corona di fuoco di Sarah J. Maas [Throne of Glass #3]

La corona di fuoco

Serie Throne of Glass

di Sarah J. Maas

Titolo: La corona di fuoco
Autore: Sarah J. Maas
Serie: Throne of Glass # 3
Edito da: Mondadori
Genere: Fantasy
Pagine: 480 || Prezzo: ebook 2.49€  || cartaceo 11.00€

Trama dell’editore:”Era passata una settimana da quel giorno orribile in cui le era crollato il mondo addosso. Tutto a un tratto il mondo era sparito, inghiottito dall’abisso che regnava dentro di lei.” Celaena Sardothien è sopravvissuta a combattimenti mortali e a orribili sofferenze, ma di fronte all’assassinio della sua più cara amica è sconvolta e annientata. Consumata dal senso di colpa e dalla rabbia, vuole passare al contrattacco, e mettere in atto così la sua vendetta nei confronti del responsabile dell’atroce delitto, il re di Adarlan. Ogni speranza per distruggere il tiranno, però, giace nelle risposte che potrà darle Maeve, la regina dei Fae, a Wendlyn. Sacrificando il suo stesso futuro, Chaol, il Capitano della Guardia Reale, l’ha mandata laggiù con l’idea di proteggerla, senza sapere che questo viaggio potrebbe invece costarle la vita. In quella terra lontana, infatti, Celaena dovrà confrontarsi con un’oscura verità relativa alla propria origine, ma soprattutto affrontare creature brutali e mostruose che intendono conquistare il mondo intero. Per sconfiggerle, però, dovrà prima di tutto accettare la sua vera natura e far pace con i propri demoni interiori, accogliendo finalmente il suo destino.

Serie THRONE of GLASS

Prequel: La lama dell’assassina (contiene le varie novelle brevi)
1. Throne of Glass  (Il trono di ghiaccio)
1.1 The Assassin and the Princess
1.2 The Assassin and the Captain
2. Crown of Midnight (La corona di mezzanotte
3. Heir of Fire (La corona di fuoco)
4. Queen of Shadows
5. Empire of Storms
6. titolo da definirsi (nel 2017 in lingua originale)

Clicca sui titoli per leggere le altre recensioni dei libri della serie.

Recensioneù

di Simog55

Ahhhhhhhh finalmente posso tornare a respirare! Eh sì perché ho letto questo libro, sicuramente corposo, tutto d’un fiato per quanto sono rimasta “intrappolata” in una trama che, fino all’ultima parola letta, non mi ha mollata un secondo.

Che dire perciò di un terzo libro di una serie e, quindi, dove le grosse questioni dovrebbero essere già state in parte affrontate e tracciate? Che è proprio una bellissima sorpresa ed una evidente conferma della bravura di questa giovane autrice che mi ha definitivamente conquistata: Sarah J. Maas.

Ma veniamo alla storia, che accennerò soltanto per non privarvi di nessuna sorpresa. Abbiamo lasciato la nostra eroina in preda allo sconforto più totale per l’uccisione dell’unica amica, che mai aveva avuto nella sua vita travagliata: Nehemia e per la scelta fatta da Chaol, suo amante, di nasconderle la sorte ormai segnata della donna. Celaena è ora più sola che mai. Proprio per allontanarla dalla corte, ormai troppo pericolosa per lei, Chaol riesce a mandarla a Wendlyn con l’incarico di uccidere il sovrano della città, ma l’assassina che sbarca dalla nave è lontana anni luce dall’abile sicario che eravamo abituati a conoscere.

Celaena è in preda a profondi sensi di colpa, il dolore della perdita delle uniche persone che erano riuscite ad arrivare al suo cuore, Nehemia, Chaol e Dorian la dilania come non mai… solo un’emozione continua però a resistere: il desiderio di vendetta verso il re Adarlan, il mostro inumano dal quale ogni atrocità mai perpetuata è partita.

Maeve sapeva tutto, essendo vecchia come il mondo.
Così il primo punto del piano stupido e avventato di Celaena era semplice: trovare Maeve, ottenere le risposte su come distruggere le chiavi di Wyrd e tornare ad Adarlan. 
Era il minimo che potesse fare. Per Nehemia, per… tante altre persone. Dentro di lei non era rimasto più niente, o quasi. Solo cenere e abisso, e la promessa impressa nella carne fatta all’amica che l’aveva vista per quello che era veramente.

Per riuscire a trovare delle risposte deve perciò mettersi in contatto con Maeve, la regina dei Fae, dai poteri misteriosi e che è a conoscenza di antichi segreti; guida verso l’ignoto sarà proprio un Fae, Rowan, un uomo glaciale, scostante, potente ed in grado di trasformarsi a piacimento in animale.

Il Fae sarà determinante per la progressiva presa di coscienza, dura, dolorosa e faticosissima, dei poteri innati nascosti nell’intimo di Celaena. Il suo addestramento ci farà sanguinare e soffrire con lei ogni volta che, strato dopo strato, il passato inizierà a riemergere nei suoi ricordi, ed ogni sforzo di progredire sembrerà vano…

Il romanzo questa volta però non si concentra solo sulla figura di Celaena bensì segue tre diversi percorsi narrativi. Oltre alla nostra eroina segue le vicende di Chaol e Dorian, rimasti presso la corte Adarlan e quelle di un nuovo personaggio che, sono sicura, ci riserverà grandi sorprese nei prossimi libri: Manon Becconero, la strega. Il clan Becconero è formato da streghe rinomate per la crudeltà e la spietatezza dimostrate, sottoposte a re Adarlan, ricevono da quest’ultimo l’ordine di addestrarsi con i draghi, in maniera tale da diventare il suo esercito “volante”.

Avremo perciò tre filoni narrativi, che scorreranno paralleli per tutta la durata del libro, che si alterneranno in un crescendo di suspense che vi lascerà senza respiro. Avventura, azione, colpi di scena non mancheranno ed accresceranno, man mano che la lettura progredirà, l’ansia di vedere cosa sarà successo all’uno o all’altra…

Fiore all’occhiello di questa narrazione è però lo studio accurato dell’animo dei nostri protagonisti. Ogni emozione, ogni sentimento, ogni storia verrà approfondita con cura, attenzione e rispetto da questa autrice che, proprio per questa capacità di introspezione ha reso un “semplice” romanzo fantasy d’avventura un libro interessante e profondo anche per un pubblico adulto.

Percepiva appena la luce che si riverberava sul lago, lo stormire del vento caldo che le lambiva le guance bagnate di lacrime, e una voce lontana, come se stesse sognando, la voce di una donna che le mormorava: “Perché piangi, Cuore di fuoco?”.
«Perché mi sento smarrita» sussurrò con gli occhi bassi. «E non so che strada prendere.»
Era quello che non aveva mai avuto il coraggio di dire a Nehemia, che per dieci anni non sapeva trovare la strada di casa perché non aveva più una casa.

Pagine, soprattutto quelle dedicate a Celaena, toccanti e sature di emozioni profonde e dolorose, che lei per anni ha rimosso per riuscire a sopravvivere, e quello che avverrà, davanti ai nostri occhi, sarà un duro cammino di crescita che, come sempre nella vita, parte dalle macerie del passato per riuscire ad intravedere un futuro di speranza e di rinnovamento.

Confermo il mio giudizio positivo su questa saga con il massimo del punteggio. Premio il costante livello narrativo della Maas che, romanzo dopo romanzo, mantiene tutte le promesse ed arricchisce la trama di svolte narrative inaspettate; mi ritrovo commossa e coinvolta nelle vicende emotive dei personaggi mai superficiali: insomma LEGGETE questo libro e non fatevelo scappare e, se ancora non lo avete fatto, iniziate dal primo della serie e buona lettura!

 

Abbiamo votato questo romanzo:

Sarah J. Maas è nata e cresciuta a New York, ma dopo essersi laureata nel 2008 si è trasferita nel sud della California. Ha avuto sempre una passione smodata per le storie di fate e il folclore, anche se preferirebbe essere quella che fa a pezzi il drago (anziché la damigella in difficoltà). Quando non è impegnata a lavorare, si perde tra le sue passioni: Han Solo, sgargianti smalti per unghie e la danza classica.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi