La Dama Bianca. Gli Eroi di Camelot di Antonella Cardellini

Antonella Cardellini

Antonella Cardellini è nata a Roma nel 1979. Dopo la maturità si trasferisce a Formello, paese a nord di Roma, dove attualmente vive. Mamma e moglie con la passione della lettura, soprattutto fantasy, esordisce pubblicando con Silele Editore il romanzo, La Dama Bianca, primo di una trilogia dedicata a Gli Eroi di Camelot e ispirato al gioco online Kingdoms of Camelot.

Sito

Saga Gli Eroi di Camelot

  1. La Dama Bianca (isbn:9788896701232)

 

Titolo: La Dama Bianca. Gli Eroi di Camelot
Autore: Antonella Cardellini
Serie: Gli Eroi di Camelot, vol.1
Edito da: Silele Edizioni (Collana: Fantastic)
Prezzo: 13.00€
Genere: Fantasy classico
Pagine: 114 p.
Voto: 
   

Trama: In una Camelot post-arturiana, gli alleati di Re Artù sono in lotta con i Torre Nera.Fra intrighi, passione e magia, la Regina mezzelfo Ginevra e sua figlia Elena forgeranno una spada: la Dama Bianca. Con la loro creazione cercheranno di sconfiggere il malefico e potente stregone Zoitan, sua sorella Medusa ed aiuteranno l’Imperatore Aledik a contrastare l’esercito del male guidato dalla diabolica Regina Pamelot, intenta a riportare sulle Terra il Signore Oscuro Belial.

Recensione
by molly68

Chi sa esattamente  cosa si intende in letteratura quando si parla di “fantastico”? L’argomento è vastissimo: il genere fonda le sue radici più lontane nel mito e attinge molti dei suoi elementi caratteristici dalla mitologia nordica, dall’epica classica e dal romanzo cortese (o meglio, dall’epica cavalleresca). Durante il Romanticismo la letteratura fantastica evolve verso l’horror, il gotico, il soprannaturale e in questo enorme mondo si inserisce il genere fantasy propriamente detto, che nasce all’interno della cultura anglosassone verso la fine dell’Ottocento.

In questo tipo di narrativa il lettore mette da parte ogni forma di razionalità e si lascia guidare in un mondo in cui le regole si basano sulla dimensione del meraviglioso e sulla “sospensione dell’incredulità” (S.T.Coleridge).

La letteratura “colta” ha sempre snobbato il genere, etichettandolo come inferiore. Eppure, per esempio, dal corposo filone narrativo nato attorno alla figura di Re Artù il fantasy ha tratto elementi così potenti da essere radicati per secoli nell’immaginario collettivo, capaci di influenzare a distanza di secoli un’intera corrente letteraria. La fusione tra elementi del mito classico e leggende di origine celtica, le atmosfere fiabesche, le foreste incantate, i castelli impenetrabili, le imprese grandiose, la magia antica sono divenuti elementi tipici del genere.

Un fenomeno recente è il “gaming”, ovvero la trasformazione in gioco di romanzi fantasy, così come il fenomeno contrario, che trae storie dai giochi di ambientazione fantasy. Un esempio di questo tipo di trasposizione è La Dama Bianca (Silele edizioni), primo capitolo della trilogia Gli eroi di Camelot scritto da Antonella Cardellini, che nasce appunto dal mettere su carta le avventure vissute giocando a Kingdoms of Camelot, un gioco di ruolo disponibile su Facebook e ispirato al mondo arturiano.

Senza dare troppi dettagli sulla trama, in questo libro (dotato di sintesi eppure ricco di sottotrame, personaggi e colpi di scena) si possono trovare molti dei “topoi” della narrativa fantasy (a volte mescolati forse troppo audacemente): razze leggendarie, creature mitologiche, cavalieri, streghe, demoni, spade magiche, epiche battaglie.

Lo stile è scorrevole e semplice, ma alcuni punti della trama risultano poco approfonditi, segno dell’inesperienza letteraria dell’autrice. Tuttavia si intravedono buone qualità nella scrittura della Cardellini che spero presto di vedere applicate a una storia “inedita”. Per quanto riguarda La Dama Bianca, la particolarità più originale del romanzo sta nell’essere un esempio pratico di come il virtuale può interagire con la realtà, gettando un ponte tra passato e presente, creando legami che vanno al di là del social network (i giocatori di ruolo incontrati dall’autrice durante la sua avventura nei reami di Camelot sono diventati persone reali, con voci, facce e storie vere) e allargando a tal punto gli orizzonti della comunicazione da consentire a una timida ragazza di realizzare un sogno.

 

Booktrailer

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi