“La fine del mondo e il paese delle meraviglie” di Haruki Murakami

La fine del mondo e
il paese delle meraviglie

di Haruki Murakami

 

la fine del mondo...Titolo: La fine del mondo e il paese delle meraviglie
Autore: Haruki Murakami (Traduttore: A. Pastore)
Serie: //
Edito da: Einaudi
Prezzo: 15.00 €
Genere: Romanzo fantastico
Pagine: 509 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

TramaLa trama di La fine del mondo e il paese delle meraviglie consta di due storie parallele, inizialmente indipendenti l’una dall’altra, ma che convoglieranno l’una nell’altra nel mezzo della narrazione.Il protagonista de La fine del mondo è un uomo appena arrivato in una fittizia città recintata da alte mura che impediscono agli abitanti di uscire, tenendoli al sicuro dal mondo esterno. L’uomo, che non ricorda nulla della sua vita passata, viene costretto a separarsi, come consuetudine per i nuovi residenti, dalla sua ombra e gli viene assegnato dal guardiano l’onere di Lettore dei Sogni. Questo lavoro, svolto nella lib pubblica, lo costringe a leggere il contenuto dei crani degli unicorni morti in passato che pascolano nei prati della misteriosa e funesta città. L’uomo inizia ad abituarsi alla sua nuova esistenza, anche se con la sua ombra morente è deciso a fuggire, finché non comincia a comprendere la natura della città e a nutrire dei sentimenti nei confronti della sua compagna di lavoro. Un ambiente totalmente diverso è “Il paese delle meraviglie” in cui si articolano le vicende di un uomo in grado di immagazzinare e criptare informazioni nella propria memoria, alle prese con un grosso complotto che porterà alla “fine del mondo”, secondo quanto gli spiega lo scienziato che lo ha trascinato nei guai. Infatti la procedura di shuffling, che cripta i dati basandosi su un parametro univoco del cervello del protagonista, ha innescato una reazione a catena capace di capovolgere la realtà. L’uomo dovrà sfuggire al Sistema e alle grinfie degli Invisibili per giungere all’unica possibile conclusione della sua esistenza.

Immagine5

Recensioneùdi Pidachu

Tutto il libro è pieno di rimandi nascosti tra i due mondi, è scritto con mirabile maestria, come d’altro canto Murakami ha sempre abituato i suoi lettori, e si legge con avidità, anche se in alcuni punti è riscontrabile la solita pecca dell’autore ovvero l’eccessiva prolissità e la maniacale descrizione di ogni singolo dettaglio.

In un primo momento il libro lascia sgomenti proprio per via delle due narrazioni che scorrono parallele e sembrano non intrecciarsi mai. Poi, quando si comincia a chiarire la struttura, si resta rapiti dalla bellezza della narrazione e dalla genialità delle trovate. L’autore, costruisce una vicenda assai complicata in modo da apparire relativamente semplice, anche se spesso un po’ macchinosa.

L’interpretazione del tutto poi non è palesemente spiegata ma è lasciata presagire, come di regola nei libri dello scrittore giapponese. La parte della ‘fine del mondo’ trasmette sempre una struggente, ma pacata, malinconia, sia per il paesaggio descritto come perennemente innevato, sia per l’immagine degli unicorni, condannati a sottrarre alle persone ciò che hanno di più caro. Io intravedo in questa cittadella, dai tratti medievali alle volte, una costruzione del protagonista come metafora delle inquietudini che si è ritrovato a vivere nella vita.

Tra quelli che ho letto, questo è probabilmente il libro di Murakami più affascinante. Ha tutti gli elementi tipici della sua narrazione, ma lo sdoppiamento della trama e la sensazione che nel libro rimanga sempre qualcosa che non si riesce ad afferrare, lo rendono unico e snervante, per via dell’assenza di un messaggio certo che l’autore voleva comunicare.

Voto

1Astelle

 

Immagine5

murakamiHaruki Murakami è nato nel 1949. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 50 lingue. Le sue opere sono spesso surreali e nichilistiche e prendono spunto dalla letteratura kafkiana soprattutto per quanto riguarda il tela della solitudine umana. “The Guardian” lo ha definito come il miglior scrittore vivente e come la più importante figura della letteratura moderna

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi