La meraviglia degli anni imperfetti di Clara Sánchez

La meraviglia degli anni imperfetti

di Clara Sánchez

separatore1

15839976Titolo: La meraviglia degli anni imperfetti
Autore: Clara Sánchez
Edito da: Garzanti
Prezzo: €17.60 cartaceo
Genere: Romanzo
Pagine: 224 p.

Good-Reads-iconamazon-iconTrama: La luna illumina d’argento la stanza. Fran ha sedici anni e vuole fuggire da quelle mura, da sua madre che non si è mai occupata di lui. Nel piccolo sobborgo di Madrid in cui è cresciuto passa le sue giornate con l’amico Eduardo e sua sorella Tania, di cui è perdutamente innamorato. I due ragazzi non potrebbero essere più diversi da lui. Figli di una famiglia benestante, frequentano le scuole e gli ambienti più esclusivi. Eppure Fran sente che dietro quell’apparenza dorata si nasconde qualcosa. Quando Tania sposa all’improvviso un uomo dal passato oscuro, i dubbi si trasformano in certezze. Eduardo comincia a lavorare per il cognato e tutto cambia. È sempre più solitario e nulla sembra interessargli. Fran ha bisogno di sapere come stanno veramente le cose. Ma la risposta non è mai stata così lontana. Perché Eduardo gli consegna una chiave misteriosa da custodire chiedendogli di non parlarne con nessuno. E pochi giorni dopo scompare. Da quel momento Fran ha un solo obiettivo: deve sapere cosa è successo. Deve scoprire cosa apre quella chiave. Il suo amico si è fidato di lui. La ricerca lo porta a svelare segreti inaspettati. Lo porta su una strada in cui è sempre più difficile trovare tracce di Eduardo. Perché ci sono indizi che devono rimanere celati e a volte il silenzio dice molto di più di tante parole.

Immagine5

Recensioneùdi Claudy

Clara Sánchez con questo romanzo pieno di pathos e di dolcezza fa ancora centro.

In ogni pagina si sente fortemente la presenza dell’autrice, come se durante la lettura lei stessa fosse lì a sussurrare all’orecchio del lettore le frasi di questo bel libro.

Si tratta di un romanzo composto da quello che potrebbe essere il collage di tanti racconti, tutti molto introspettivi, pieni di poesia e di amore per le piccole cose. Un senso di malinconia e di caducità aleggia dall’inizio alla fine della lettura.

Madrid è sempre affascinante, viva e attiva, sia durante i rigidi inverni, sia durante le estati roventi.

La Sánchez è davvero brava a descrivere luoghi, sensazioni e sentimenti. I luoghi in cui si svolge questo romanzo circondano e arricchiscono i moti dell’animo dei personaggi. Tutto è tangibile e “respirabile”, un’alchimia davvero molto evidente.

I personaggi sono complessi, presentano diverse chiavi di lettura, a tratti risultano imperdonabili, a tratti sono invece giustificabili a pieno.

Fran, il protagonista, è un ragazzo semplice solo in apparenza; in realtà racchiude in sé un mondo variegato, fatto di sogni ed intenzioni, che stenta ad emergere, quasi come se non trovasse il tempo e lo spazio necessari per farlo.

La madre non è una vera madre, spesso è compatita dal figlio e trattata con accondiscendenza, quasi senza la speranza che un giorno lei possa finalmente “crescere” e comportarsi responsabilmente.

Il miglior amico, Edoardo, in realtà non è vissuto come tale. Fran vive questo rapporto con superficialità e con poco trasporto; più volte egli si interroga sul senso della loro amicizia.

Si tratta proprio di questo, di avere meno sogni possibile. Perchè i sogni, per quanto sembri il contrario, guardano più verso il passato che verso il futuro, soprattutto quando hai già compiuto un numero considerevole di anni. Cerca di averli adesso, è il momento giusto. Per te non sono ancora pericolosi.

L’amore di Fran non è mai vissuto a pieno, è sempre sfuggente: inizialmente è incarnato da Tania, che si sposa presto con un tipo poco raccomandabile; poi da Sonia, concreta e decisa ma sempre frequentata in maniera fugace. E infine da Yu, misteriosa ed eterea, che lascerà improvvisamente Madrid per tornare in Cina, al fianco di un marito che non ama ma che le assicura un futuro più che dignitoso.

Siamo fatti di un pezzo e al tempo stesso abbiamo bisogno del corpo altrui, della sua pelle e del suo calore, e questo non smette di essere una contraddizione perchè abbiamo bisogno di qualcosa che dipende dal fatto che qualcuno voglia darcelo per averlo, non qualcosa che si può prendere e basta. Questo trasforma noi esseri umani in accattoni.

Fran potenzialmente potrebbe essere e fare mille cose, il suo mondo interiore è sempre lì lì per esplodere; è questa stessa pulsione che, quando viene ascoltata, lo porta a fare cose buone ed esemplari: il suo istinto lo porta ad aiutare il vicino nonostante quest’ultimo si riveli burbero e maleducato. Proprio questo particolare racconto,  tra tutti i racconti che compongono il romanzo, è molto intenso e commovente e accompagna il lettore fino alla fine, lasciando poi tutto quasi sospeso, in un finale aperto a mille interpretazioni.

VOTO:
4Bstelle.png

Immagine5
Clara SanchezClara Sanchez
: vive a Madrid. Ha pubblicato alcuni romanzi inediti in Italia, ma tradotti in molti altri paesi, e ha vinto il Premio Alfaguara nel 2000 con Últimas noticias del paraíso. Con Il profumo delle foglie di limone, in cima alle classifiche di vendita spagnole per oltre un anno, ha raggiunto la fama mondiale.

Goodreads Blogger-icon Facebook-icon

 

 

By Claudy
Editing by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi