La Profezia del Lupo di Marilù Monda [I figli del caos]

Marilù Monda

Marilù Monda

Nata in Italia, ma residente a New York, è una lettrice eclettica e una ricercatrice nata; ha diciannove anni, è studentessa universitaria e si sta specializzando in filosofia. Ha iniziato questa saga quando aveva solo diciassette anni, ma scrive da quando era piccola e ha pubblicato articoli e poesie. I suoi autori preferiti sono C.S.Lewis, J.R.R. Tolkien, Vladimir Nabokov, Stephen King e Philip Roth; ma è Edgar Allan Poe ad aver influenzato fondamentalmente la sua scrittura.

Fanpage: Piemme Freeway

 

La Profezia del Lupo Series:

1. L’eredità dell’ombra (Crossroads of Destiny, 2012)
2. I figli del caos

+ eventuali altri libri

 

Titolo: La profezia del Lupo. L’eredità dell’ombra.
Autore: Marilù Monda (Traduttore: R. Marasco)
Serie: La Profezia del Lupo Series, vol.1
Edito da: Piemme (Collana: Freeway)
Prezzo: 14,90 €
Genere: Urban Fantasy, Young Adult
Pagine: 384 p.
Voto:
   

Trama: Il Clan dell’ombra ha conquistato il mondo, seminando caos e distruzione. La salvezza è nascosta fra le righe di una profezia, che allude a quattro Prescelti che non potrebbero essere più diversi. Faloan, l’irruente principe del regno dell’acqua. Aidan, la malinconica principessa del regno del fuoco. Derry, un semplice contadino del regno della Terra. E Kyla, una pastorella ribelle del regno dell’aria. I quattro ragazzi hanno una sola certezza: trovare la Creatura dagli Occhi Verdi, un misterioso guerriero che li accompagnerà nella loro impresa.

Recensione
di CriCra

In un tempo di odio profondo
quattro Prescelti verranno al mondo
con un destino eccezionale
sola speranza per sconfiggere il male.

L’eredità dell’Ombra di Marilù Monda è il primo libro di una nuova saga – La Profezia del Lupo – arrivata fresca fresca sugli scaffali delle librerie.

Salta subito agli occhi la giovane età dell’autrice e i nomi risonanti dai quali ha tratto ispirazione per scrivere la sua saga, che giusto per la precisione, ancora non si sa di quanti libri sarà composta. elementi
Gli scenari dove si svolge la storia sono quelli della Terra, a cavallo tra Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda. Anche se questi non sono gli stessi paesi come noi conosciamo. Qui siamo in un mondo tutto diverso dove le popolazioni umane sono vessate e oppresse da Le Creature dell’Ombra, gli Efferati, esseri maligni e crudeli agli ordini del Maligno, colui che vuole portare guerra e distruzione in ogni angolo del mondo.

A contrastare il Male, un’antica Profeziachiamerà “alle armi” quattro ragazzi, i Prescelti.Ognuno di loro sarà dotato di grandi poteri: Aidan, intrigante e caparbia principessa della terra del Fuoco, Faloan, aitante e coraggioso principe del regno dell’Acqua, Derry, un umile ma altrettanto intelligente agricoltore, prescelto per detenere il potere della Terra e infine l’intrepida e dolce Kyla, per il potere dell’Aria. Coraggio, forza, destrezza, intelligenza e molto altro ovviamente non mancheranno in ciascuno di loro.

Il regno dellAria, anche noto come Galles, o Walha, “Straniero”,
era situato nella zona occidentale dei quattro regni e confinava a est
con il regno del Fuoco, altrimenti detto Inghilterra, o Anglia…

Un intenso prologo ci farà fare la conoscenza sommaria delle forze del bene e del male, introducendoci nella trama e nel susseguirsi delle molteplici avventure che i protagonisti dovranno affrontare.Morgas
Il primo e più importante compito che i quattro prescelti dovranno portare a termine sarà quello di trovare la leggendaria Creatura dagli Occhi Verdi, scoprire la sua identità, unire le loro forze e sconfiggere il Male. Chi sarà mai questo leggendario guerriero? Qual’è il suo nome? Di quali potenti poteri sarà mai dotato?
Molte e altrettanto dure saranno le prove da affrontare e i misteri da svelare.

Leggendo questo libro ho notato come l’influenza di famosi scrittori come J.R.R. Tolkien, sia realmente evidente. Gli scenari, i molteplici personaggi e l’uso di nomi originali, ne sono un chiaro esempio. In alcune scene sembrava essere trasportati nel mondo de Il Signore degli Anelli, dove a bestie orribili e crudeli si susseguono i magici e bellissimi elfi. O ancora altre strane creature dai nomi risonanti come i Deagh Sluagh, gli spiriti buoni. Ma non lasciatevi ingannare dal loro nome. Le apparenze molto spesso ingannano.

I loro occhi giallastri e malati guardavano torvi e malefici gli avversari,
mentre sogghigni crudeli si allargavano sui loro visi…
Gli avversari
erano schierati sulla destra e fissavano con odio il nemico.
Erano creature meravigliose. Erano gli elfi…

Un uso della dialettelfiica chiaro e conciso. La descrizione di ogni luogo, personaggio o di qualsiasi sentimento e sensazione, riempie le pagine in modo deciso e minuzioso. Forse a volte un po’ esagerata ma mai dispersiva o noiosa, anche se negli intrecci narrativi si è caduti un po’ nella prevedibilità, specie quando si parla di rivalità e gelosie che si creano tra i quattro ragazzi. Mi ha dato limpressione del già visto, del già letto.

Comunque le prerogative per una nuova interessante saga ci sono tutte. Per chi ama leggere di luoghi fantastici, poteri straordinari, personaggi magici e quant’altro, li troverà in questo inizio di saga che mi auguro sarà gradita come lo è stata per me.

http://sognandoleggendo.net/wp-content/uploads/Booktrailer86.png

 

 

Titolo: La profezia del Lupo. I figli del Caos
Autore: Marilù Monda (Traduttore: R. Marasco)
Serie: La Profezia del Lupo Series, vol. 2
Edito da: Piemme (Collana: Freeway)
Prezzo: 14,90 €
Genere: Urban Fantasy, Young Adult
Pagine: 396 p.
Voto:
   

Trama: I Prescelti hanno trovato Morgas, la ragazza lupo dagli occhi verdi, e proseguono il loro viaggio. Vi sono ancora due regni da esplorare, due regni nemici da sempre: il regno dell’Acqua e quello del Fuoco. Mentre il Maligno raduna alleati feroci e pericolosi, anche le fila dei Prescelti si allargano e perfino il sovrano degli elfi e Mikka, la sorellastra del crudele principe dell’Ombra, accettano di unirsi alla loro parte. Faloan, Aidan, Derry, Kyla e Morgas, con i suoi alleati lupi, dovranno ancora superare molti pericoli prima di arrivare allo scontro finale con le forze del Male, l’esercito formato dalle Ombre e dagli Efferati.

Recensione
di CriCra

 

A poca distanza dall’uscita del primo libro, L’Eredità dell’Ombra, torna Marilù Monda con il secondo episodio dedicato alla serie La Profezia del Lupo: I Figli del Caos. Ecco che con questa nuova avventura, l’autrice ci riconduce nel suo mondo magico abitato da strane e variegate creature: uomini, lupi, Sidhe, elfi, folletti, licantropi. Ma anche di altrettanti orribili e mortali esseri come Le Ombre e Gli Efferati.w

Entreremo nella tana del lupo cattivo, nei luoghi più oscuri dove Il Maligno e i suoi scagnozzi più temibili come Il Senza Nome, al comando de Il Clan delle Ombre, si nascondono, tramando i loro onnipresenti piani malvagi per muovere un nuovo attacco alle forze del bene.

Il Clan delle Ombre era un clan potente, in grado
di controllare le stesse ombre, di manipolarle e dare
loro qualsiasi forma. Avevano un potere temibile,
il potere dell’oscurità. Governavano le ombre e la cenere.
Erano il buio. Erano il crepuscolo. Erano Ombre.

Nel libro precedente, avevamo lasciato i paladini del bene, I Prescelti, alle prese con la conoscenza dei loro nuovi poteri: Aidan, la principessa della terra del Fuoco, Faloan, il principe del regno dell’Acqua, Derry, l’intelligente mezzano detentore del potere della Terra e infine Kyla, la veggente del gruppo con il potere dell’Aria.

Alla fine della loro avventura erano riusciti a trovare la leggendaria Creatura dagli Occhi Verdi, Morgas, la principessa Sidhe. Il loro compito adesso è quello di unire le forze dei quattro grandi regni sulla terra, convincere i regnanti a muovere gli eserciti verso la guerra decisiva contro il male.

Ovviamente il Maligno sarà in agguato. Pronto a scatenare le sue forze oscure e a cercare in ogni luogo, in ogni più piccolo anfratto dei territori a lui conosciuti, nuovi e crudeli alleati. E al tempo stesso diffidando di ognuno di loro.

In questa nuova avventura vedremo mettere in rilievo una nota romantica della storia.Vecchi e nuovi amori vedranno definire e cementare i loro sentimenti, il loro amore e la loro complicità. Faloan e la sua Aidan; Derry e la sua Kyla. Qui finalmente verranno messi in luce i sentimenti del valoroso lupo, Ranger, verso la sua adorata Morgas. Affronteranno insieme la vita e sconfiggeranno la morte stessa, facendo trionfare la loro unione.

Ranger la immaginò con un magnifico vestito morbido
verde e viola e i capelli sciolti, ondulati, i fiori sparsi
fra le ciocche. Non riusciva a distogliere gli occhi da quella scena,
per la tenerezza e la felicità che gli suscitava.

Anche in questo secondo libro non mancherà l’uso di un linguaggio altisonante e dettagliato nelle descrizioni logistiche e ambientali. È come leggere uno di quei scritti antichi, con una dialettica che rasenta quasi la prosa in versi. Ogni minimo dettagliato viene descritto e riportato nella sua completezza.

A differenza del primo libro, comunque, mi ha disturbato un po’ il fatto che, ogni tanto, trovavo il contenuto di alcuni passaggi un po’ troppo enigmatico. Era come se perdessi la concentrazione da non riuscire a comprendere appieno il senso del passaggio appena concluso nella lettura.

Molto probabilmente libri così carichi di personaggi e un po’ caotici non fanno per me! Per concludere, se devo essere del tutto sincera, arrivando all’epilogo della storia, non ho capito se questo è il libro conclusivo o se ce ne saranno altri. Quindi non mi resta che aspettare e vedere se in un prossimo futuro, ci saranno delle novità a tal proposito.

Lascia un commento

0 risposte a “La Profezia del Lupo di Marilù Monda [I figli del caos]”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi