La ragazza che sapeva troppo di M.R. Carey

La ragazza che sapeva troppo

di M.R. Carey

 

Titolo: La ragazza che sapeva troppo
Autore: M.R. Carey
Edito da: Newton Compton Editori (4 giugno 2015)
Prezzo: 9,90 € – 0,99€ ebook
Genere: Narrativa, horror, thriller, post apocalittico, fantascientifico
Pagine: 355 pag.

amazon-iconTrama: Maycomb, Alabama. La ventiseienne Jean Louise Finch – “Scout” – torna a casa da New York per visitare l’anziano padre, Atticus. Ambientato sullo sfondo delle tensioni per i diritti civili e il trambusto politico che negli anni cinquanta stanno trasformando il Sud degli Stati Uniti, il ritorno di Jean Louise prende un sapore agrodolce quando viene a sapere verità inquietanti sulla sua famiglia, sulla cittadina e sulle persone che le sono più care. Tornano a galla ricordi dell’infanzia, e i suoi valori e convincimenti sono messi seriamente in discussione.
Estratto Libri icon

Immagine5

Recensioneùdi Nasreen

La ragazza che sapeva troppo di M.R. Carey è un romanzo che colpisce fin dalle prime pagine… Anzi, no, ammettiamo che a colpire all’inizio è stata proprio la copertina.

Acquistato in un autogrill, dopo un lungo viaggio verso casa, dietro l’impulso di un imprinting tutto dovuto al titolo, La Ragazza che sapeva troppo alla fine del primo capitolo ha reso chiaro che acquistare libri senza leggere la trama non è sempre una cattiva idea.

È un libro post apocalittico che parla di zombie.

Un riassunto forse impietoso ma sicuramente azzeccato, perché di questo si tratta: zombie. Amanti di The Walking Dead, amerete questo libro!

E l’ho amato anche io, lo ammetto. Non era ciò che mi aspettavo, sicuramente, ma Carey ha saputo tenermi sul chi vive. Non riuscivo a capire dove volesse andare a parare, con Melanie, la dolcissima e intelligentissima Melanie, rinchiusa nella sua celletta con quell’unica fotografia a farle compagnia. Con i bambini della “classe”, obbligati a studiare legati a una sedia, immobilizzati ma coccolati e aiutati da Miss Justineau che mostra loro la primavera, che non hanno mai avuto il piacere il vedere. E poi ci sono le dissezioni, il “fungo”, gli studi medici della Dottoressa Caldwell e gli hungry, coloro che sono stati infettati dalle spore del fungo e si sono trasformati in ospiti affamati del patogeno.

E mentre le ricerche della dottoressa sembrano ormai a un punto morto, ecco che la base viene attaccata dai junker, umani che dopo la Catastrofe hanno abbandonato ogni forma di civilizzazione per abbrutirsi e vivere unicamente per sopravvivere. Tutti i bambini della “classe” rimangono intrappolati nelle celle, mentre Melanie, Miss Justineau, la dott. Caldwell e due militari sopravvivono e scappano, nel mondo esterno, dove saranno costretti a sopravvivere come meglio possono nel tentativo di raggiungere l’ultimo centro di insediamento umano rimasto nella Gran Bretagna.

– Non voglio farvi del male! -, grida Gallagher.
Ed è vero, così non si difende quando lo afferrano e lo mordono e lo fanno a pezzi. Sono solo bambini, e la loro infanzia deve essere stata uno schifo, proprio come la sua.
In un mondo perfetto, sarebbe stato uno di loro.

Sarà durante questo viaggio che la Caldwell inizierà a dipanare veramente il mistero degli hungry, e Melanie quello della sua esistenza. Cos’è la fame che sembra coglierla ogni volta che si trova nelle vicinanze degli altri? Cos’è lei? Melanie, con il suo QI impressionante, sa di essere diversa, seppur molto diversa dagli altri umani, e dagli altri hungry… è qualcosa di diverso, di unico…?

La ragazza che sapeva troppo è un thriller, un thriller avvincente e intrigante. Le potenzialità del romanzo sono state sfruttate, ma solo in parte e gli spunti lasciati nel vuoto dall’autore sono molteplici, come anche i deus ex machina che sono intervenuti a smuovere la trama, senza davvero essere giustificati o quantomeno gestiti davvero. I junker stessi sono stati messi lì, ma non sfruttati appieno, come anche i bambini lasciati nella struttura dopo la caduta e l’invasione degli hungry,

Riassumendo, possiamo ovviamente capire perché abbiano deciso di ricavarne un film, ma allo stesso tempo, viste le potenzialità del romanzo, ci chiediamo perché lo scrittore non abbia osato di più. A meno che… che abbia in mente di ricavarne un seguito? Speriamo di no.

 

Voto:
4Astelle.png
Immagine5

M.R. CareyM.R. Carey: Nato in Inghilterra nel 1959, è autore di vari libri e di fumetti, ha lavorato per la DC e la Marvel, firmando episodi acclamati dalla critica delle famose serie degli X-Men e dei Fantastici quattro. Le sue opere finiscono regolarmente nella classifica del «New York Times» dedicata alle graphic novel. È stato anche sceneggiatore di Hollywood. La ragazza che sapeva troppo, diventato in pochi mesi un successo internazionale e da cui stanno girando un film, è il suo primo romanzo.
Per maggiori informazioni: twitter.com/michaelcarey191.

 

∼ by Nasreen
Articolo corretto da Siamailya

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi